Luca Guerra

Benzema: “Non canterò mai la Marsigliese”. In Francia è polemica aperta.

Benzema: “Non canterò mai la Marsigliese”. In Francia è polemica aperta.
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

'Non l'ho mai cantata- ha ammesso a RCM- non e' certo cantando la Marsigliese che segnero' una tripletta. E poi sono sicuro che se non la canto, ma poi segno tre gol, alla fine nessuno verrà a farmelo notare"

Benzema

Karim Benzema

PARIGI, 20 MARZO – Volete consigli su come complicarvi la vita e le relazioni sociali nel vostro paese? Chiedete lumi a Karim Benzema, 26enne attaccante del Real Madrid e della nazionale francese. ”Non possono costringermi a cantare la Marsigliese? ‘Non l’ho mai cantata- ha ammesso a RCM – non e’ certo cantando la Marsigliese che segnero’ una tripletta.  E poi sono sicuro che se non la canto, ma poi segno tre gol, alla fine nessuno verrà a farmelo notare”  queste le parole del centravanti transalpino, 54 presenze e 15 reti con la divisa dei Bleus.

LE DICHIARAZIONI – Origini algerine, come migliaia di suoi connazionali, a pochi giorni dal match di venerdì contro la Georgia per le qualificazioni ai Mondiali, Benzema si dice dunque fiero di portare la maglia dei Galletti francesi, ma si rifiuta d’intonare l’inno nazionale, riaprendo un’antica piaga per l’opinione pubblica d’Oltralpe. “Tutto è legato al fatto che non segno da un po’ di tempo. Ma ciò non ha niente a che vedere con quello che ho sentito, con chi dice che non amo la Nazionale. Io amo la Nazionale – ha rincarato la dose l’attaccante del Real Madrid – Per me giocare coi Bleus è un sogno, ma non possono costringermi a cantare la Marsigliese. Zidane, per esempio, non la cantava. E ce ne sono altri. Non vedo dove sia il problema di non cantare. Si mischia tutto. Ci sono anche dei tifosi che non la cantano. Non è che tutto lo stadio canta la Marsigliese”.

LA RISPOSTA DEL “FRONTE NAZIONALE” Puntuali in Francia sono arrivate le prime reazioni, in particolare di natura politica. Il Fronte Nazionale, movimento di estrema destra, ha chiesto l’esclusione dalla nazionale di Benzema. Il partito guidato da Marine Le Pen, in una nota del responsabile dello sport, Eric Domard, ha parlato di “una mancanza di rispetto inconcepibile e inaccettabile da parte di un mercenario del calcio che guadagna 1.484 euro l’ora. Cantare la Marsigliese è un dovere per qualsiasi atleta, quando si ha l’onore di rappresentare il paese ad alti livelli. Condanniamo questo comportamento insultante, che va a rovinare ancora una volta l’immagine della nazionale, già distrutta dai fatti del Mondiale sudafricano”.

 

 Luca Guerra

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *