Andrea Croce

Liga, dopo 4 anni il Real di nuovo campione.

Liga, dopo 4 anni il Real di nuovo campione.
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

BILBAO, 2 MAGGIO – Finalmente anche l’aritmetica deve arrendersi al Real Madrid che, dopo aver assistito ai 3 successi consecutivi del Barça dell’era Guardiola, si riprende la Liga, proprio nella stagione dell’addio di Guardiola, che a fine stagione lascerà il club catalano.

Il Real scende in campo al San Mames sapendo di dover vincere per conquistare la Liga, infatti al Camp Nou il Barcelona aveva fatto in pieno il proprio dovere. Messi e compagni con un perentorio 4-1 sul Malaga, in piena lotta per un posto in Champions League, non fanno sconti. L’argentino, autore di una tripletta, sale a quota 46 in campionato e prova a distanziare Cristiano Ronaldo almeno nella classifica marcatori. Al Camp Nou ci sono stati continui cori per Pep Guardiola.

Gli uomini di Mourinho scendono in campo molto determinati e potrebbero passare già al 12′, ma Ronaldo sbaglia malamente un calcio di rigore (il primo fallito su 12 calciati in Liga, ma secondo consecutivo se si considera l’errore con il Bayern). Il Real però non cede di un millimetro e grazie ad Higuaìn passa al 16′. Arriva anche una timida reazione dell’Athletic, che reclama un rigore, ma al 20′ è già 0-2 (Özil) e partita virtualmente chiusa. Nel secondo tempo si pensa solo a far passare il tempo cercando spesso Ronaldo per la sua classifica personale. Il portoghese segna al 50′ di testa, ma non basta per tenere il passo di Messi. Mourinho può festeggiare il titolo diventando lo Special Four, per aver vinto il titolo in 4 campionati diversi (Porto, Chelsea, Inter e R.Madrid). Titolo strameritato per il Real Madrid, ma i festeggiamenti vengono rovinati da un gestaccio di Ronaldo verso il pubblico del San Mames e nei confronti di Xavi Martinez, con cui si è beccato al termine dell’incontro

Nella Liga degli “altri”, il Valencia è ormai certo del posto nei preliminari di Champions, grazie al 4-0 sull’Osasuna, maturato tutto negli ultimi 15 minuti. Al contrario il Levante non approfitta della giornata favorevole, almeno sulla carta, ed esce sconfitto dalla trasferta di Zaragoza. Anche l’Atletico Madrid spreca un’ottima occasione per riavvicinarsi all’Europa che conta, non andando oltre il pareggio in casa con la R. Sociedad. Sogna invece il Mallorca che, grazie alla vittoria di oggi, si porta a quota 49, ad un solo punto dall’Europa League. Il Siviglia, ormai in caduta libera, perde anche il derby con il Betis che lo raggiunge a quota 46 e rischia di perdere anche il primato cittadino.

Nella zona calda la vittoria del Zaragoza, ormai a soli 3 punti dal Rayo Vallecano, almeno matematicamente coinvolge ancora anche Villareal e Granada.

Risultati

Sporting – Villareal 2-3 Marcatori: 19′ Mario (V), 39′ Lora (S), 43′ Senna (V), 56′ Hernan Perez (V), 85′ Galvez (S)

Granada – Espanyol 2-1 Marcatori: 29′ e 34′ Ighalo (G), 54′ Didac (E)

Getafe – Racing 1 -1  Marcatori: 58′ Miku (G), 64′ Diop (R)

Mallorca – Rayo 1-0 Marcatori: 61′ Castro (M)

Valencia – Osasuna 4-0 Marcatori: 76′ e 87′ Aduriz (V), 83′ e 88′ Jonas

Zaragoza – Levante 1-0 Marcatori: 10′ Edu Oriol (Z)

Barcelona – Malaga 4-1 Marcatori: 13′ Puyol (B), 26′ Rondon (M), 35′, 59′ e 64′ Messi (B)

Athletic – Real Madrid 0-3 Marcatori: 16′ Higuín (R), 20′ Özil (R), 50′ Ronaldo (R)

Atletico M –  R. Sociedad 1-1 Marcatori: 54′ Gabi (A), 91′ Vela (R)

Siviglia – Betis 1-2 Marcatori: 5′ Negredo (S), 43′ e 92′ Beñat (B)

Classifica:

R. Madrid 94, Barcelona 87, Valencia  58, Málaga 55, Levante 52, Atlético Madrid 50, Mallorca 49, Osasuna 48, Athletic 48, Getafe 46, Betis 46, Sevilla 46, Espanyol 45, R. Sociedad 44, Granada 42, Villarreal 41, Rayo Vallecano 40, Zaragoza 37, Sporting Gijòn 34, Racing Santander 27.

Andrea Croce

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *