Azio Agnese

Lotta per evitare la B: Una poltrona per 4

Lotta per evitare la B: Una poltrona per 4
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Le ultime 9 gare saranno, per le 4 squadre invischiate nella lotta per non retrocedere, delle vere e proprie battaglie

5404_10200659105541131_1819643228_n

PALERMO, 18 MARZO – Mancano nove gare alla fine della stagione, un campionato intenso, lungo e logorante ma mai noioso specie per quanto riguarda la lotta per non retrocedere. Invischiate nella lotta per non finire nel purgatorio della Serie B ci sono squadre che sono state costruite con ben altre ambizioni come Palermo e Genoa e squadre come il Siena ed il Pescara che, ad inizio stagione avevano già presente che il loro campionato non sarebbe stato dei più semplici in quanto costruite in sede di calciomercato per evitare l’onta della retrocessione.

Ma vediamo nel dettaglio come le 4 “sorellastre” si preparano, dopo la sosta, ad affrontare le ultime 9 battaglie:

GENOA 26 PUNTI – Tra le quattro sembra la squadra tecnicamente più forte e più attrezzata, ma nel calcio alle volte non bastano i nomi altisonanti bensì sale in zucca e tanta grinta. Gli uomini di Ballardini possono ancora contare sull’apporto del pubblico genoano che crede ancora alla salvezza, resta da vedere se i calciatori del calibro di Borriello, Matuzalem e Frey, abituati a ben altri obbiettivi riescano a trascinare il Grifone fuori dalle acque calde. Alla ripresa del campionato, nel sabato prima di Pasqua, se la dovranno vedere con il Siena in quella che può essere una sfida decisiva visto che i toscani si trovano a solo un punto di distanza e vincere vorrebbe dire dare un segnale forte alle avversarie.

SIENA 25 PUNTI – Al momento sembra la squadra più in forma. Ha subito una metamorfosi con l’arrivo in panchina di un guerriero come Beppe Iachini e nel mercato invernale è riuscita a pescare il jolly Emeghara che sta portando la compagine senese a giocarsi la salvezza nonostante la penalizzazione subita ad inizio campionato di 6 punti. Alla ripresa del campionato, se riuscisse a fare punti contro il Genoa a Marassi, sarebbe un iniezione di fiducia importante che potrebbe rilanciare i bianconeri toscani in chiave salvezza.

PALERMO 21 PUNTI – Martoriata da scelte cervellotiche del proprio presidente, ha cambiato allenatore ben 4 volte, iniziando il campionato con Sannino passando da Gasperini (due volte) e Malesani. La squadra rosanero non vince da 4 mesi (l’ultima vittoria risale al 25 novembre nel derby contro il Catania ndr) e tutto l’ambiente appare sfiduciato, la squadra sembra non rispondere alle continue occasioni che le capitano sottomano e la tifoseria è stanca dei continui ribaltoni del Presidente Zamparini. Alla ripresa del campionato attende al Barbera una lanciatissima Roma in una partita che potrebbe segnare il destino dei rosanero.

PESCARA 21 PUNTI – Anche in Abruzzo non si respira aria tranquilla, come il Palermo ha cambiato spesso allenatori iniziando il campionato con Stroppa per finire a Bucchi (in mezzo c’è stato Bergodi ndr). La squadra, dopo un mercato estivo non proprio all’altezza, è stata rafforzata ma sembra non bastare per poter permettere di potere ambire alla tanto sperata salvezza e la gara persa ieri contro il Chievo potrebbe avere tagliato definitivamente le gambe ai biancoazzurri orfani di una squadra che l’anno scorso ha stravinto il campionato di B con Zeman e la terribile squadra formata da Verratti, Insigne e Immobile.

IL CALENDARIO DELLE 4 “SORELLE”

GENOA: SIENA, Napoli, SAMPDORIA, ATALANTA, Chievo, PESCARA, Torino, INTER, Bologna.

SIENA: Genoa, PARMA, Pescara, CHIEVO, Roma, Catania, FIORENTINA, Napoli, MILAN

PALERMO: ROMA, Sampdoria, BOLOGNA, Catania, INTER, Juventus, UDINESE, Fiorentina, PARMA

PESCARA: Parma, Juventus, SIENA, Roma, NAPOLI, Genoa, MILAN, Catania, FIORENTINA.

* In maiuscolo le partite in casa

Azio Agnese
Twitter: @azio82

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *