Andrea Croce

Liga: Villa, Messi e Modric a segno come in Champions

Liga: Villa, Messi e Modric a segno come in Champions
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Ormai la doppietta di Messi non fa più notizia

liga-spagnola

Il logo della Liga

BARCELLONA 17 MARZO –  Il calcio spagnolo esce estremamente rafforzato dagli ottavi di Champions: solo due settimane fa molti erano pronti a scommettere sui quarti di finale senza rappresentanti della Liga. Invece il Real si è conquistato la qualificazione niente meno che all’Old Trafford, il Barcellona ha rifilato un sonoro 4-0 al Milan e il Malaga ha fatto esplodere la Rosaleda eliminando il Porto e accedendo ai quarti per la prima volta nella storia del club. A distanza di dieci anni dall’ultima volta la Spagna può contare su ben 3 squadre nei quarti di Champions. La giornata di Liga non regala sorprese e vede le prime tre della classe proseguire la loro marcia, in una competizione che, derby di Madrid a parte, non sembra poter regalare grandi emozioni da qui alla fine.

REAL MADRID – MALLORCA 5-2 – Al Santiago Bernabeu finisce 5-2, con il Mallorca che passa addirittura in vantaggio due volte, ma poi deve cedere allo strapotere fisico e tecnico delle merengues. Ronaldo e compagni in meno di 10 minuti passano dall’1-2, firmato da Nsue e Alfaro con il momentaneo pareggio di Higuain, al 4-2. E’ ancora Modric a segnare il goal della svolta e il pubblico di Madrid non perde l’occasione per ringraziare il croato per il goal dell’Old Trafford. Adattamento lento quello di Luka Modric che ora è pienamente integrato e al centro del progetto di Josè Mourinho. Il Real conserva il punto di vantaggio sull’Atletico, che vale momentaneamente il secondo posto.

OSASUNA – ATLETICO 0-2 – I colchoneros tornano a vincere in Liga dopo il passaggio a vuoto delle ultime due giornate dove avevano collezionato solo 1 punto, lasciando spazio per il sorpasso dei cugini del Real Madrid. La squadra di Simeone passa a Pamplona, su un campo sempre insidioso, grazie alla doppietta di Diego Costa che veste i panni del goleador al posto di Falcao. Sarà lotta serrata fino alla fine con il Real e probabilmente si deciderà proprio nel derby di Madrid chi si sarà meritato l’accesso diretto nella prossima Champions League insieme al Barcellona.

BARCELLONA – RAYO 3-1 – Il pubblico del Camp Nou chiude oggi una settimana speciale per la tifoseria del Barça, che torna allo stadio per la terza volta in 8 giorni. Dopo l’antipasto delle scorsa settimana con il 2-0 al Deportivo, è arrivata la splendida vittoria con il Milan in Champions League, e stasera il Rayo Vallecano che non vuole certo essere la ciliegina sulla torta blaugrana. In attesa del ritorno di Vilanova in panchina il Barça non sbaglia e vanno a segno di nuovo Villa e Messi, come contro il Milan, e firmano il successo. Il “Guaje” ha ritrovato il sorriso e si è ormai sbloccato definitivamente, mentre Leo Messi non si è mai bloccato perchè va a segno per la 18ma giornata consecutiva e raggiunge quota 41 reti con la doppietta di stasera.

TONFO MALAGA – Non completamente assorbita la sbornia Champions per il Malaga che cade in casa per 0-2 contro l’Espanyol. Gli ospiti, in piena lotta per non retrocedere, dimostrano di avere più voglia e approfittano di un Malaga distratto. La Rosaleda dopo l’estasi di Coppa continua a far festa come se le maglie bianco-azzurre dell’Espanyol fossero ancora quelle del Porto, ma finisce 2-0 per l’altra squadra di Barcellona.
La sosta per le nazionali, invece di far tirare un po’ il fiato, preoccupa tutti. Il Barcellona a mezzo stampa fa capire quanto gradirebbe che Xavi venga risparmiato, anche perché uscito malconcio dalla sfida con il Milan. Da Madrid stessa storia con Sergio Ramos che si augura che tutti tornino sani e salvi. Insomma quando si parla di amichevoli nessuno se la sente di bruciare energie. Anche perché se la Liga può considerarsi conclusa, in Champions c’è ancora tutto da giocare e il sorteggio dice che il clasico se si giocherà, sarà solo in finale.

Andrea Croce

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *