Redazione

Napoli-Atalanta 3-2: Cavani tiene in vita il campionato, Juventus a -9

Napoli-Atalanta 3-2: Cavani tiene in vita il campionato, Juventus a -9
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Napoli-Atalanta 3-2: Cavani tiene in vita il campionato, Juventus a -9NAPOLI, 17 MARZO- Il Napoli batte in casa non senza difficoltà l’Atalanta per 3-2 e riesce nell’impresa di mantenere il campionato ancora aperto ristabilendo il -9 dalla Juventus, vittoriosa ieri sul campo del Bologna. Una partita ricca di gol e azioni pericolose, che hanno visto un Cavani con tante luci ma anche con alcune ombre: “El Matador” segna una bella doppietta, ma sbaglia ancora alcune marcature che sembrano già fatte, sottolineando il suo periodo di forma non brillantissimo. Per l’Atalanta una sconfitta che brucia: la squadra di Colantuono ha infatti giocato gran parte della partita alla pari con gli azzurri, e può recriminare per la mancata espulsione di Pandev al 40′.

PRIMO TEMPO – Pronti via, azzurri in vantaggio: è Cavani su calcio di rigore fischiato per un fallo di Giorgi che sblocca la partita e soprattutto sblocca sé stesso dopo 728 minuti di digiuno. Il Napoli continua ad attaccare creando numerose palle gol che gli attaccanti partenopei non riescono a capitalizzare, mentre l’Atalanta aspetta l’impeto degli avversari e cerca di colpire in ripartenza. Al 31′ arriva il pareggio degli ospiti per uno sfortunato autogol di capitan Cannavaro meritevole del primo posto tra i gollonzi mondiali. Tre minuti più tardi l’Atalanta è vicinissima al gol del vantaggio con Carmona, ma il tiro del centrocampista nerazzurro si stampa sulla traversa. Il primo tempo si conclude così sul punteggio di 1-1.

SECONDO TEMPO – La seconda frazione di gara si apre con lo stesso copione della prima: il Napoli fa la partita mentre l’Atalanta attende per ripartire. La svolta arriva al 65′, quando Cavani è bravissimo a girarsi in un fazzoletto e a battere Consigli con il sinistro. L’Atalanta non ci sta, e trova il pareggio dopo solo 8 minuti: questa volta è Denis ad essere fenomenale a scattare sul filo del fuorigioco, a dribblare De Sanctis e a resistere alla carica di Behrami, per poi appoggiare in rete il pallone del 2-2. Ma è sempre 8 minuti più tardi che gli azzurri si riportano in vantaggio: a siglare il 3-2 finale è Pandev, che sfrutta un cross di Armero e batte il portiere avversario da 0 metri.

A cura di Matteo Mistretta

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *