Redazione

Marco Verratti, la conferma di una promessa

Marco Verratti, la conferma di una promessa
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La straordinaria stagione del regista del Pescara di Zeman sta attirando le attenzioni delle grandi del calcio

 

Marco Verratti, centrocampista del Pescara classe '92

PESCARA, 2 MAGGIO – Il suo nome circolava sui taccuini delle grandi squadre già  da qualche anno e la stagione che sta per concludersi non ha fatto altro che dimostrare tutto il suo talento. Marco Verratti è senz’altro una delle più belle rivelazioni del campionato di Serie B 2011-2012 tanto che, con il mercato alle porte, si fanno sempre più insistenti le voci di un suo imminente trasferimento alla corte di qualche grande club italiano (ma non solo), Juventus su tutte.

LA CARRIERA – Nato a Pescara nel 1992, Marco inizia la sua avventura nel mondo del calcio nelle giovanili del Pescara, la squadra della sua città . Ha un sogno, come tutti i giovani calciatori: raggiungere la serie A, magari indossando i colori biancoazzurri. Ha un sogno come tutti, ma a differenza degli altri, Marco ha qualcosa in più, un talento naturale che gli permette di muoversi a centrocampo con la semplicità  del campione e i colpi di genio dell’artista. I tecnici della società  abruzzese non impiegano molto tempo ad accorgersi delle sue qualità  e, a 16 anni, Marco Verratti è già  in prima squadra. Nel 2008 debutta e realizza il suo primo gol da professionista, mentre la stagione successiva aiuta i Delfini a conquistare la promozione in serie B. Qui, grazie al tecnico Di Francesco che crede molto in lui, fa il suo esordio e si conquista una maglia da titolare, segnando anche un gol. Nel corso della stagione 2010-2011, Marco ottiene anche la sua prima convocazione nella Nazionale Italiana U-19.

L’ESPLOSIONE A PESCARA – Ma è con l’arrivo di Zdenek Zeman che Verratti trova il ruolo più adatto alle sue caratteristiche: l’allenatore boemo lo schiera infatti come centrocampista arretrato, posizionandolo davanti alla difesa e affidandogli la regia della squadra. Marco dirige la grande stagione del Pescara offrendo assist al bacio e palloni con il contagiri, diventando, assieme a Insigne, linfa vitale per il finalizzatore Immobile. Per il suo stile di gioco, Verratti viene immediatamente paragonato ad Andrea Pirlo. Marco, con estrema umiltà , incassa i complimenti e non perde tempo nell’indicare la Juventus come il suo più grande obiettivo, magari come sostituto di Pirlo stesso.

IL FUTURO IN UNA BIG? – Appunto, capitolo Juventus. Marco si è sempre dichiarato un grandissimo tifoso juventino, tanto che, parole sue, ha rifiutato perfino le avances del Milan. Il talentino di Pescara vuole la Juventus e non lo nasconde minimamente. Dall’altra parte, la società  di Corso Galileo Ferraris non è rimasta indifferente alle parole di Verratti e Antonio Conte sembra averlo già  scelto per la prossima stagione, come vice-Pirlo. Piedi d’oro, grande umiltà  e una voglia matta di giocare a calcio. E chi non lo vorrebbe?

Matteo Brutti

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *