Giovanni Nole

F1, Gp Australia: Alonso lancia la sfida a Vettel. Addio Vodafone

F1, Gp Australia: Alonso lancia la sfida a Vettel. Addio Vodafone
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

alonso-con-la-ferrari-nei-test-f1-barcellona-2013-30MELBOURNE, 14 MARZO – Il fine settimana che tutti i tifosi di F1 aspettavano da dicembre è finalmente arrivato: da domani inizierà ufficialmente il primo week end di gara valido per il mondiale di Formula 1 2013, con tutte le scuderie già in Australia, pronte ad iniziare una nuova e intensa annata di corse. Una scuderia più di tutte, però, scalpita in vista dell’inizio di stagione: il Cavallino rampante della Ferrari non vede l’ora di galoppare, per rifarsi di una stagione, quella passata, beffarda e sfortunata, che ha visto prevalere i rivali della Red Bull dopo un tira e molla durato quasi un anno e che alla fine ha visto completare la rimonta di Vettel su Alonso. I due saranno molto probabilmente i maggiori protagonisti anche del prossimo mondiale, dove dunque si prolungherà l’intensa ed emozionante sfida tra il pilota tedesco e quello spagnolo. Oggi, la conferenza stampa dei piloti in ottica GP di Australia: vediamo cosa ha detto il Ferrarista sulle possibilità di vittoria Ferrari nella terra dei canguri.

CAUTO OTTIMISMO – L’anno scorso l’avvio del Cavallino rampante in campionato non fu dei più emozionanti: nei primi 8 gran premi disputati, solo due vittorie per l’elemento di spicco della scuderia italiana, quel Fernando Alonso che, nonostante la macchina – soprattutto nell’ultima parte di campionato – qualitativamente inferiore rispetto all’avversaria Red Bull, quasi riusciva nell’ impresa di vincere il suo terzo mondiale piloti. “Sarebbe difficile partire peggio dell’anno scorso“, ha detto il Ferrarista; “Eravamo troppo dietro l’anno scorso in inverno. Quest’anno è andata decisamente molto meglio, abbiamo compreso meglio la macchina, siamo riusciti a lavorare meglio e a trarne le risorse nel modo migliore e questo ci ha dato più fiducia e più ottimismo all’inizio della stagione. Ma chi può sapere che stagione sarà…”. Parole che lasciano intravedere più di qualche possibilità di vedere una Ferrari completamente nuova e rinnovata, pronta a partire sin da subito al massimo. Nonostante, comunque, decida di non scomporsi troppo nelle parole.“Quest’anno abbiamo compreso meglio la macchina e questo ci ha dato più fiducia. Spero di mettere subito a segno punti per il Mondiale” continua Fernando, dalle cui parole si può intuire un certo ottimismo, derivante anche dai buoni risultati ottenuti nei test di Jerez e di Barcellona. Dunque, una macchina più pronta e programmata subito per raccogliere punti pesanti: le prospettive di vedere una buona partenza di campionato da parte della Ferrari ci sono tutte. Ma verranno disattese?

UNA RIVALITA’.. “NORMALE” – Insomma, nonostante tutte le variabili possibili che due gran premi così ravvicinati e in terre quantomeno ‘esotiche’ – Australia e Malesia – possono offrire, quali le solite dubbie condizioni metereologiche (soprattutto per quel che riguarda il GP di Kuala Lumpur), Fernando Alonso si dimostra fiducioso e sicuro, consapevole del lungo cammino che gli si prostra davanti come lunghi rettilinei da affrontare alla massima velocità. “Spero che questo sia un campionato molto interessante, molto impegnativo; Australia e Malesia sono circuiti difficili con un tempo molto variabile, dobbiamo cercare di partire con il piede giusto e di mettere a segno dei buoni punti per il campionato”. Gli viene chiesto poi cosa ne pensa del suo maggiore rivale, precisamente quel biondino tedesco col vizio della vittoria e al suo terzo mondiale piloti vinto consecutivamente: “Cosa penso di lui? Come pilota poco da dire: tre volte campione del Mondo, ha battuto tutti i record, e non è solo una questione di macchina. Seb ha vinto tutto. E’ stato perfetto negli ultimi anni, per questo è diventato campione del Mondo. Un rivale duro, lo sarà anche in futuro. Come persona non passiamo molto tempo insieme, siamo di una generazione diversa. E’ un ragazzo normale, ha l’aspetto di un ragazzo normale… “ dice Fernando, scambiando uno sguardo col pilota a cui sta rivolgendo le sue attenzioni e sorridendo insieme a lui. Una rivalità segnata dal rispetto reciproco e dalla generale serenità, insomma, con la consapevolezza di aver a che fare con un grande, grandissimo pilota. Ma c’è da scommetterci che, alle prime curve dell’Albert Park, ricomincerà la vera e propria battaglia, oltre ogni sorriso e parola perfettamente abbottonata.

LA VODAFONE LASCIA – Nel frattempo, notizia importante arriva dal campo delle sponsorizzazioni in F1: entro la fine del 2013 si scioglierà lo storico rapporto tra la McLaren e la Vodafone. Ad annunciarlo, la stessa scuderia di Woking. “Dopo esserci incontrati e aver superato tutti gli obiettivi molto ambiziosi che Vodafone aveva fissato per la sua partnership con McLaren, la società ha ora deciso di focalizzarsi sulle sue priorità di business, facendo a meno del suo rapporto con la Formula 1″, afferma infatti in una nota ufficiale il team inglese.

A cura di Giovanni Nolè

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *