Azio Agnese

Palermo, Sannino crede nel miracolo salvezza

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il "nuovo" tecnico del Palermo crede ancora nella salvezza ma dovranno essere 10 battaglie partendo già da domenica contro il Milan

Il Sannino-bis ricomincia da Milano

PALERMO, 13 MARZO – Il Palermo riparte da Sannino, l’ennesimo scossone di una stagione a dir poco disastrosa, la peggiore sicuramente, da quando è tornata in A. Quella serie A che l’anno prossimo, a meno di clamorosi ribaltoni, non vedrà il Palermo ai nastri di partenza. Ma il nuovo allenatore (nuovo non tanto visto che la stagione l’aveva cominciata lui ndr) non si arrende e crede che nelle ultime 10 partite il Palermo può riagganciare il treno salvezza. Parole che devono far riflettere i tifosi che ormai sono totalmente sfiduciati e in piena contestazione nei confronti di Zamparini artefice di questa stagione fallimentare.

“SONO TORNATO PERCHE’ CI CREDO…” – queste le prime parole del tecnico campano presentato alla stampa oggi: “Ho tanta grinta da trasmettere ai ragazzi, però non è più il tempo del fioretto, ora bisogna impugnare la sciabola perché ci aspettano delle battaglie con squadre anche di un certo livello. E devo dire che già dal primo allenamento ho visto l’atteggiamento giusto”. In questo momento la squadra rosanero è ultima in classifica in compagnia del Pescara e domenica dovrà affrontare un Milan ferito dalla cocente eliminazione in Champions per opera del Barcellona: “Non dobbiamo fare calcoli ne guardare tabelle, dobbiamo scendere in campo con la voglia e la consapevolezza di riuscire a strappare un risultato positivo, non sempre Golia vince contro Davide.”

CON SANNINO CAMBIA MODULO? -L’avvento dell’allenatore ex Siena dovrebbe portare novità nello scacchiere tattico della squadra rosanero. Partendo dalla difesa che dovrebbe ritornare ad essere a 4 con i terzini che spingeranno ed i centrali difensivi più bloccati in difesa. Il centrocampo dovrebbe rimanere invariato nei numeri ma non negli uomini, dovrebbero trovare spazio giocatori come Faurlin e Viola mentre le fasce verranno coperte da Dossena e Nelson che dovrebbero essere in grado di coprire e attaccare. Le maggiori novità dovrebbero essere in attacco, con i trequartisti che difficilmente riusciranno a ricavarsi spazi con il nuovo assetto di Sannino (vedi Ilicic e Fabbrini). In rampa di lancio il duo tutto argentino Boselli-Dybala con Miccoli, se in forma fisica ma soprattutto mentale, pronto a fare la staffetta dalla panchina.

Azio Agnese
Twitter: @azio82

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *