Lorenzo Brenna

Tottenham katerpillar. L’Inter affonda a Londra sotto i colpi di Bale

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La squadra di Stramaccioni spazzata via da un Tottenham irresistibile, missione (quasi) impossibile per il ritorno

Gareth Bale, centrocampista del Tottenham

Gareth Bale, centrocampista del Tottenham

LONDRA, 7 MARZO – Nella conferenza stampa della vigilia Stramaccioni aveva detto che l’obiettivo primario per l’Inter in questa stagione è la conquista del terzo posto, ultimo tagliando valido per la prossima Champions. Dopo la serata da incubo dell’White Hart Lane probabilmente il tecnico dell’Inter non dovrà più scegliere perché l’avventura europea sembra giunta al capolinea.

LA PARTITA

PRIMO TEMPO – Il Tottenham è considerata una delle squadre più in forma della Premier League. Non perde da dodici partite: otto vittorie e quattro pareggi. Si vede subito che gli inglesi hanno un altro passo rispetto all’Inter. 6’ Tottenham in vantaggio con Bale. Il fuoriclasse gallese ha un conto aperto con l’Inter: quarto gol in tre partite. Cross dalla sinistra di Sigurdsson per il gallese che di testa gira sul secondo palo, nulla da fare per Handanovic. Dopo soli due minuti gli Spurs vanno vicini al raddoppio. Defoe finta di calciare di destro mandando a vuoto Chivu e Ranocchia, e conclude con il sinistro, gran parata di Handanovic. L’Inter come ormai troppe volte in questa stagione sembra entrare in campo senza la cattiveria necessaria lasciando l’iniziativa agli avversari. 14’ ammonito Bale per simulazione, prima buona notizia per l’Inter, il gallese era diffidato e salterà il ritorno di San Siro. Finalmente si fa vedere davanti l’Inter. Al 16’ Cassano per Alvarez che fa sponda per Kovacic che calcia alto. 18’ raddoppio Tottenham, Lennon mette un cross basso Defoe controlla e calcia, miracolo di Handanovic ma sulla ribattuta arriva Sigurdsson che fa 2-0. L’Inter non riesce a reagire, Tottenham in pieno controllo della gara e che da spettacolo. 34’ altra occasione per i padroni di casa, ancora lo spauracchio Bale che di testa anticipa Juan Jesus, palla di poco a lato. Al 43’ arriva la prima vera palla gol per l’Inter. Palla in profondità di Cassano, grazie a un rimpallo Alvarez si trova a tu per tu con Friedel ma l’argentino spreca calciando clamorosamente fuori. 44’ ancora Alvarez prova con il sinistro, si salva la difesa in calcio d’angolo. Squadre negli spogliatoi sul 2-0 in favore dei padroni di casa. Tottenham devastante nella prima mezz’ora di gara.

SECONDO TEMPO – 45’ entra Palacio al posto di Juan Jesus, Stramaccioni rivoluziona l’assetto tattico e si affida al talismano argentino sperando di replicare l’impresa di Catania. Il secondo tempo inizia come il primo, con il Tottenham all’attacco. Lennon è una costante spina nel fianco destro nerazzurro. 49’ grande occasione per il Tottenham. Punizione dalla destra di Bale che crossa per Vertonghen che per fortuna dell’Inter manda a lato da due passi. 53’ 3-0 Tottenham. Calcio d’angolo di Bale, Vertonghen prende il tempo a Cambiasso e incorna indisturbato. Al 61’ Bale mostra ancora tutto il suo repertorio, grande progressione del gallese che calcia con l’interno sinistro, di poco fuori. 63’ ennesima occasione per gli Spurs, Defoe calcia forte sul primo palo, si salva in angolo Handanovic. 69’ magia di Lennon, tunnel a Chivu e conclusione di destro, ancora Handanovic a salvare la porta in uscita bassa. A un quarto d’ora dal termine c’è la seconda e ultima grande chance per l’Inter. Punizione veloce di Cambiasso che lancia Palacio sul filo del fuorigioco. L’argentino tutto solo calcia addosso a Friedel vanificando l’ultima possibilità di rendere un po’ più accessibile la partita di ritorno. 77’ cartellino giallo per Pereira che stende Bale, l’uruguaiano era diffidato. Dopo tre minuti di recupero finisce il match. Il Tottenham vince 3-0 e ipoteca il passaggio ai quarti di finale. Risultato che fa male all’Inter e riapre la crisi. Da domani inizieranno nuovamente i processi in casa nerazzurra.

IL TABELLINO

TOTTENHAM 3 (6’ Bale, 18’ Sigurdsson, 53’ Vertonghen) – INTER 0

TOTTENHAM (4-2-3-1) Friedel; Walker, Gallas, Vertonghen, Assou-Ekotto; Parker, Dembelè (65’ Livermore), Sigurdsson, Lennon (82’ Naughton), Bale; Defoe All.: Villas Boas

INTER (4-2-3-1) Handanovic; Zanetti, Juan Jesus (45’ Palacio), Ranocchia, Chivu; Gargano, Cambiasso, Kovacic (56’ Guarin), Pereira, Alvarez (68’ Jonathan); Cassano All.: Stramaccioni

AMMONITI: Bale (T), Guarin, Pereira (I)

ARBITRO: Lahoz

a cura di Lorenzo Brenna

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *