Luca Guerra

Champions League: segna sempre Lavezzi, Psg vola ai quarti

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Al "Parco dei Principi" succede tutto nel secondo tempo. La squadra di Ancelotti soffre ma entra nel "G8" europeo.

PARIGI, 7 MARZO– Jonas spaventa il Psg privo di Ibrahimovic, ma il “Pocho” Lavezzi sale in cattedra e regala, pur con qualche patema d’animo in più del previsto, il passaggio del turno agli uomini di Ancelotti, che avevano iniziato la partita del “Parco dei Principi” forti del 2-1 dell’andata. I francesi, con soldi qatarioti ma “garra” italiana, raggiungono così Real, Dortmund, e Juventus ai quarti di finale di Champions, entrando di fatto nel “G8” europeo dopo tanti, troppi anni ai margini.

LA CRONACA – Davanti a Sirigu, Ancelotti recupera Thiago Silva accanto ad Alex in difesa, rilancia Thiago Motta dopo due mesi di stop e spedisce in panchina Beckham. In avanti, spazio ai velocisti Lucas e Lavezzi affiancati da Pastore. Nel Valencia, Ernesto Valverde accentra Mathieu in difesa al posto di Rami, e lascia fuori Piatti e Banega, preferendogli Daniel Parejo e Tino Costa. In avanti il solo Soldado. Sono però gli spagnoli, con un 4-2-3-1 improntato al possesso palla, a partire meglio: Sirigu deve intervenire prima su un destro di Jonas poi su un tentativo di Soldado. La risposta parigina arriva al 17’: la prima zampata la mette Pastore raccogliendo una punizione di Chantome da destra. Il sinistro sfuma in angolo. Ancora Pastore pericoloso al 35’, quando manca l’aggancio su servizio di Lucas, ma il tempo si chiude con un diagonale di Jonas che Sirigu respinge con i pugni.

Meglio il Valencia – con Banega per Albelda – anche in avvio di ripresa, quando gli spagnoli passano. Al 10’ Jonas strappa palla a Chantome, entra in area e fucila Sirigu con un gran destro dal limite. Ancelotti allora mischia di nuovo il mazzetto, toglie dal campo Motta e inserisce Gameiro, allargando Lucas e dando un supporto a Lavezzi. Tempo 11 minuti e arriva il pareggio: palla persa da Tino Costa sulla quale si fionda Gameiro, la cui percussione porta la sfera a Lavezzi, sul quale Guaita respinge il primo tentativo, salvo poi capitolare sulla ginocchiata vincente del Pocho. E’ il quinto gol nelle ultime quattro gare di Champions per l’ex attaccante del Napoli. Nel finale il Valencia lancia nella mischia anche Piatti e Valdez, mentre Ancelotti si blinda con Sakho. Mosse da scacchi che non sortiscono effetti: termina 1-1 e la qualificazione resta a Parigi.

PARIS SAINT GERMAIN – VALENCIA 1-1:

Paris Saint Germain (4-3-3): Sirigu 7; Jallet 6.5 (27′ Van der Wiel 6), Alex 6, Silva 6, Maxwell 6; Matuidi 7, T.Motta 6 (58′ Gameiro 7), Chantôme 6; Lucas 6,5 (83′Sakho s.v.), Pastore 6.5, Lavezzi 7. A disposizione: Douchez, Camara, Armand, Beckham. All.: Ancelotti.
Valencia (4-2-3-1): Guaita 6; Barragán 6.5, V.Ruiz 5,5, Mathieu 6, Cissokho 6; Albelda 6 (46′ Banega 6.5), T.Costa 6; Feghouli 6,5 (63′ Piatti 5,5), D.Parejo 6, Jonas 7 (76′ Valdez 5.5); Soldado 6. A disposizione: Diego Alves, Joao Pereira, Guardado, Canales. All.:  Valverde.
Arbitro: Mazic (Serbia).
Marcatori: 55′ Jonas (V); 66′ Lavezzi (P).
Note: Ammonizioni: 22′ Albelda, 38′ Victor Ruiz, 80′ Soldado, 84′ Parejo, 91′ Banega (V);  67′ Lavezzi.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *