Redazione

Copertina SportCafè24: Camillo Ciano, un gol speciale per la salvezza del Crotone

Copertina SportCafè24: Camillo Ciano, un gol speciale per la salvezza del Crotone
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il ventiduenne del Crotone Camillo Ciano

CROTONE, 2 MAGGIO – Ci sono storie che esulano dal normale corso degli eventi, storie che racchiudono al loro interno dolore e tristezza. Spesso non pensiamo minimamente che dietro alla facciata del calciatore “bello, bravo e ricco” si possano nascondere delle vicissitudini particolari. E tra tutti i gol segnati nel turno infrasettimanale di Serie B ce n’è uno in particolare che è molto speciale. E’ quello di Camillo Ciano, un gol dedicato al padre che lo guarda da pochi giorni da lassù. 

All’Ezio Scida si gioca Crotone-Cittadella: la partita non sembra volersi schiodare dai binari in cui è incanalata (0-1) e a inizio ripresa Drago manda in campo Ciano al posto di uno spento Gabionetta. Il suo impatto con la gara è devastante e il giovane classe ’90 prima fornisce l’assist dalla bandierina per il gol del pareggio di Caetano, poi, al sessantasettesimo minuto, deposita in rete il pallone del vantaggio al termine di una mischia.

Il Cittadella difende, i giocatori veneti salvano più volte sulla linea il pallone, poi quel calcio rabbioso, preciso e letale. Il pallone che entra, la corsa verso i compagni, lo sguardo in alto, le braccia ad indicare il cielo e l’occhio umido: la rete di Ciano si può riassumere in tutto questo, una rete che con molta probabilità significa “salvezza” per la squadra calabrese. L’attaccante degli squali in settimana si è allenato poco ma Drago ha creduto in lui e nella sua rabbia in corpo. E, alla fine, la scelta ha pagato.

Non è facile perdere il proprio padre, soprattutto quando hai ventidue anni e tutto un futuro davanti e mille altre emozioni da condividere con il proprio genitore. Nei secondi quarantacinque di gioco Camillo Ciano ha voluto usare tutta la rabbia presente nel proprio corpo e l’ha tramutata in spirito agonistico e voglia di far bene proprio per quel papà che ora non c’è più e che lo guarderà sempre dall’alto. Gol, dedica e salvezza del Crotone: dietro a questo calcio moderno c’è ancora spazio per i sentimenti.

A cura di Nicolò Bonazzi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *