Lorenzo Brenna

Catania – Inter 2-3: una rimonta pazzesca firmata Rodrigo Palacio

Catania – Inter 2-3: una rimonta pazzesca firmata Rodrigo Palacio
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

L'Inter, guidata da un Palacio sublime, rimonta il Catania e ritorna alla vittoria in trasferta

Rodrigo palacio, attaccante dell'InterCATANIA, 03 MARZO – Finisce nella maniera più inaspettata il digiuno in trasferta dell’Inter (l’ultima vittoria lontano da san Siro risaliva all’impresa dello Juventus Stadium). È stata un’Inter a due facce, impresentabile nel primo tempo e viva e determinata nel secondo, Palacio, entrato all’inizio della ripresa al posto di Rocchi, ha fatto la differenza. L’argentino ha rivoltato la partita come un guanto: un assist e due gol per il Trenza, dal quale l’Inter in questo momento non può prescindere.

PRIMO TEMPO – Al 7’ minuto il Catania è già avanti. Juan Jesus è in netto vantaggio su Bergessio ma si fa portare via palla sulla linea di fondo, l’attaccante argentino tira subito e batte Handanovic in uscita. 13’ altra occasione per il Catania con il Papu Gomez che prova dal limite, blocca a terra Handanovic. Inter in bambola, oltre 10 passaggi sbagliati nel primo quarto d’ora testimoniano la scarsa lucidità dei neroazzurri. Al 19’ arriva il raddoppio del Catania. Punizione di Lodi pennellata sulla testa di Marchese che trova il diagonale vincente. Inter ci prova in qualche modo nel finale di tempo, ma sono attacchi disordinati. Finisce il primo tempo dopo 2’ di recupero.

SECONDO TEMPO – La ripresa inizia con qualche minuto di ritardo rispetto gli altri campi a causa di un paletto di sostegno della porta che si era staccato. Stramaccioni si gioca la carta Palacio per Rocchi e Stankovic per Kuzmanovic, saranno i cambi decisivi. Al 48’ è ancora il Catania ad avere la palla per chiudere il match. Bergessio a tu per tu con Handanovic spreca calciando addosso al portiere sloveno. L’Inter fa le prove genereali per il gol. Al 50’ Palacio allarga per Guarin che calcia dal limite, palla di poco a lato. Al 51’ l’Inter accorcia le distanze. Palacio va sul fondo e crossa per Alvarez che di testa batte Andujar. 67’ buona occasione per Guarin che di testa manda però alto. Inter comunque in crescita e Catania che cerca di addormentare la partita. Al 70’ c’è il pareggio dell’Inter! Cross dalla sinistra di Alvaro Pereira (che si ricorda che un centrocampista esterno deve anche crossare) per Palacio che di testa fa 2-2. 81’ prova Castro dalla distanza, palla larga. La partita è ancora viva,  l’Inter sembra avere più energie del Catania che ora rifiata e si chiude. All’82’ occasionissima per l’Inter per andare in vantaggio. Alvarez sul filo del fuorigioco serve Schelotto, per due volte l’argentino calcia e due volte Andujar respinge. All’88’ altra occasione per l’Inter, sponda di Schelotto per Cambiasso che di destro al volo manda a lato di nulla. Quando ormai la partita sembra destinata al pareggio l’Inter trova il gol del 3-2. Palacio serve Cambiasso che arriva sul fondo e chiude l’uno due per il tap in vincente di Palacio, vero mattatore di giornata.

I nerazzurri agganciano la Lazio al quarto posto e rimangono a -1 dal Milan. Grande iniezione di fiducia in vista dell’imminente trasferta a Londra per l’andata degli ottavi di Europa League contro il Tottenham.

 

TABELLINO

CATANIA 2 (7’ Bergessio, 19’ Marchese) INTER 3 (52’ Alvarez, 70’ e 92’ Palacio)

CATANIA (4-3-3) – Andujar; Alvarez, Spolli, Rolin, Marchese; Biagianti (77’ Almiron), Lodi, Izco; Bergessio (85’ Cani), Gomez, Castro All. Maran

INTER (4-5-1) – Handanovic; Zanetti, Chivu, Juan Jesus, Pareira; Gargano, Kuzmanovic (45’ Stankovic), Schelotto, Alvarez, Guarin (77’ Cambiasso); Rocchi (45’ Palacio) All. Stramaccioni

AMMONITI: Alvarez, Rolin, Bergessio, Cani (C) Handanovic, Schelotto (I)

ARBITRO: Bergonzi

 

a cura di Lorenzo Brenna

Share Button