Nadia Gambino

L’Inter rispedisce Carew a casa

L’Inter rispedisce Carew a casa
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

CarewMILANO 27 FEBBRAIO – Sul ritorno di Carew  in Italia, c’erano tanti dubbi. Il giocatore infatti appariva fuori forma e per i ben informati non sarebbe stato un buon affare per l‘Inter che cercava il vice-Milito dopo il brutto infortunio che ha messo ko il Principe. E Carew di certo non poteva garantire un rendimento degno. Alla fine l’Inter rinuncia all’attaccante perchè le visite mediche sono risultate negative.

Un giocatore ormai a fine carriera – Dopo aver militato nella Roma senza lasciare troppi rimpianti nei cuori dei tifosi giallorossi, Carew, si apprestava a ritornare in Italia per dare una mano ai nerazzurri. Ma oramai non giocava più da oltre un anno e rimettersi in forma non sarebbe stato facile. L’Inter dopo le visite mediche l’ ha capito e così l’affare con il giocatore norvegese svincolato è saltato.

Attacco da “codice rosso” – Non c’è pace per l’attacco di Stramaccioni che ora si ritrova a fare i conti con una classifica che ha bisogno di punti per arrivare alla Champions e che dovrà fare i conti con le agguerrite Milan e Lazio. E con un attacco così impoverito, anche l’Europa League appare dura da affrontare. Le ultime decisioni della società si sono rivelate sbagliate, dall’acquisto di Rocchi alla cessione di Livaja, che tra l’altro ha segnato una doppietta con l’Atalanta domenica in campionato. I suoi gol e il suo talento potevano tornare utili col senno di poi. Ora sarà dura fare i conti con la realtà. Il mercato è chiuso e a Strama non resta che inventarsi qualcosa e affidarsi solo alla fantasia di  Cassano e ai gol di Palacio.  

A meno che Branca non faccia uscire un coniglio dal cappello!

Nadia Gambino

Share Button