Redazione

Serie A, Bologna – Fiorentina: i felsinei vincono in rimonta

Serie A, Bologna – Fiorentina: i felsinei vincono in rimonta
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Pioli:”Raggiungiamo la salvezza al più presto”. Montella:”Non so cosa sia successo”

Lazaros ChristodoulopoulosBOLOGNA, 27 FEBBRAIO – Il recupero della 28° giornata del campionato di Serie A, tra Bologna e Fiorentina, rinviata per neve domenica, se lo aggiudicano i felsinei in rimonta. La squadra di Vincenzo Montella non è riuscita a gestire l’esiguo vantaggio di una rete, facendosi pareggiare e poi sopraffare dalla rete dell’esordiente greco Lazaros. A fine gara ecco le valutazioni dei protagonisti: iniziamo dal Bologna.

Il tecnico felsineo, Stefano Pioli, è contento di questa vittoria: “Ovviamente sono contento perché è una vittoria importante contro una grandissima squadra anzi una delle migliori che abbiamo incontrato in questa stagione. La prestazione dei miei ragazzi mi soddisfa ancora più dei punti in classifica che sono fondamentali per l’obiettivo della salvezza, ma che andranno archiviati in fretta per concentrarci sulla prossima gara che sarà contro una squadra forte e in forma come il Cagliari. La nostra squadra ha un grande spirito e ottimi valori, ma non sarà facile per nessuno arrivare ai 40 punti. Possiamo arrivarci e farlo prima dell’ultima giornata sarebbe un grande traguardo visto il nostro girone d’andata”. Pioli indica poi le correzioni apportate tra il primo ed il secondo tempo: “Nell’intervallo ho fatto solo due interventi uno di natura tattica e uno dal punto di vista emotivo spiegando che è nei momenti di difficoltà che si vedono i giocatori e gli uomini: i miei ragazzi hanno risposto alla grande. Nel primo tempo abbiamo subito un po’ troppo i loro movimenti e la loro qualità, non siamo stati compatti e per questo abbiamo pagato. Diamanti nella ripresa ha trascinato la squadra anche se poi ha sofferto un po’ la stanchezza e per quello l’ho spostato sulla fascia dove può giocare senza problemi, mettendo Lazaros in mezzo per dar noia a Borja Valero e per sfruttare il suo tiro da fuori”.

Soddisfatto della prestazione, e del risultato, anche il capitano del Bologna, Alessandro Diamanti, autore come sempre di un’ottima prova: “Abbiamo cambiato marcia nella ripresa perché nel primo tempo abbiamo sofferto troppo contro quella che secondo me è la squadra più forte del campionato dopo la Juve. Nel secondo tempo abbiamo deciso di dare il 110% e l’abbiamo fatto. Questa vittoria significa 3 punti importanti per la corsa alla salvezza, pensiamo solo a questo obiettivo, che è molto difficile da raggiungere, e dedichiamo la vittoria a Lucio Dalla. Questo Bologna deve salvarsi e basta. Oggi è stato molto difficile perché loro fanno girare il pallone come poche squadre al mondo”.

Sulla sponda Viola, c’è rammarico per il risultato. La vittoria avrebbe portato la Fiorentina al quarto posto in classifica, a pari punti con il Milan. Tanta l’amarezza di Vincenzo Montella: Non so cosa è successo. E’ difficile commentare, ce la dobbiamo prendere con noi stessi. C’è tanta amarezza. Il secondo gol è scaturito da 3-4 piccoli errori, ma una squadra esperta che vuole ambire a qualcosa di importante deve portare a termine questa partita. Per un’ora la squadra era stata perfetta, purtroppo non siamo stati determinati e consapevoli che la partita andava chiusa nel primo tempo. Tutti noi vorremmo sempre il massimo, dobbiamo lavorare per migliorare le nostre prestazioni. Cuadrado? Da lui ci aspettiamo sempre la giocata, secondo me è un talento inespresso, dovrebbe sprecare meno energie ma può crescere ancora tanto, ha potenzialità ancora inespresse. Borja Valero? Può giocare ovunque, anche Aquilani ha giocato benissimo. Abbiamo buttato qualcosa di importante, ma da domani si volta pagina perché dobbiamo preparare la prossima partita”. Continua Montella: “Stiamo creando una squadra e una nuova mentalità, ci stiamo riuscendo. Ancora però non abbiamo la continuità di una grande squadra e per questo la strada da fare è ancora lunga. Dormiremo poco, ma da domani penseremo al prossimo match perché la strada per l’Europa è ancora molto lunga”.

Non è servito il suo ingresso a cinque minuti dal termine. Cosi Luca Toni commenta la gara: E’ successo cheho sbagliato un gol colpendo la palla quando stava scendendo mandandola sopra la traversa. Per arrivare nelle prime tre bisogna far meglio anche fuori casa: oggi abbiamo giocato bene nel primo tempo, ma non siamo riusciti a chiudere la gara e alla fine il Bologna ha rimontato e vinto. Loro sono stati più bravi di noi alla fine. Dobbiamo cercare di crescere ed essere più cattivi sopratutto fuori casa per provare a raggiungere questo terzo posto”.

Massimiliano di Cesare

Share Button