Redazione

Serie A. La Roma sbanca l’Atleti azzurri d’Italia: 3-2 all’Atalanta

Serie A. La Roma sbanca l’Atleti azzurri d’Italia: 3-2 all’Atalanta
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Andreazzoli ringrazia il greco Torosidis, suo il gol della vittoria a metà del secondo tempo

23623326_roma-andreazzoli-riconferma-non-il-mio-obiettivo-per-adesso-0BERGAMO, 24 FEBBRAIO – La Roma passa 3-2 a Bergamo contro una generosa Atalanta e fa un grande balzo in avanti verso posizioni di classifica che significano Europa. La squadra di mister Andreazzoli porta a casa una partita segnata dalla neve che ha limitato la visibilità e il gioco palla a terra facendo perfettamente fronte alle pesanti assenze di Totti e De Rossi. I bergamaschi, dal canto loro, sono stati in partita fino al gol di Torosidis. La classifica dei ragazzi di Colantuono non è troppo pericolosa ma certo non permette troppi sonni tranquilli.

PRIMO TEMPO – Avvio di gara entusiasmante, con l’Atalanata che va al primo tiro in porta dopo appena 50 secondi. E’ Livaja che riceve palla sulla trequarti, avanza e scarica di destro dai venti metri,con la sfera che finisce alta. Ma è proprio il giovane croato, all’ottavo, a portare avanti i suoi. Palla alta al limite dell’area di rigore giallorossa, Carmona va a saltare di testa, anticipando Piris e la sfera finisce tra i piedi di Bonaventura che, a tu per tu con Stekelenburg, sbaglia clamorosamente aprendo troppo il piatto destro. La palla finisce però a Livaja che, in posizione regolare, da due passi insacca senza difficoltà. Passano appena quattro minuti e la Roma trova il pareggio. Marquinho ruba palla a Biondini, avanza fino all’interno dell’area di rigore, rientra sul sinistro per evitare l’intervento di Contini e tira a giro sul secondo palo, lì dove Consigli non può arrivare. La Roma continua a spingere e ci prova poi con Pjanic su punizione. Il bosniaco non trova però lo specchio della porta. Al 17’ è Osvaldo a calciare dal limite, dopo due dribbling, con un piatto destro che finisce di poco al lato. La Roma ha il controllo delle operazioni e si affida anche alle palle inattive. Al 26’ schema da calcio d’angolo con Marquinho che batte rasoterra e Pjanic che si libera dalle marcature andando a calciare di destro. Palla deviata in angolo. Alla mezzora la situazione del campo è ormai veramente complicata. La neve ha ricoperto completamente il manto erboso, con l’arbitro che richiede il pallone rosso per non complicare ulteriormente la visibilità. Ma Pjanic non si fa troppi problemi quando si presenta a calciare una punizione dal limite al 34’. Destro a giro preciso e palla alla destra di un Consigli immobile per il vantaggio ospite. I padroni di casa trovano nuovamente il tiro in porta solo all’ultimo minuto del primo tempo ma l’occasione è quella giusta per agguantare il pareggio. Carmona dalla trequarti crossa, con Livaja che anticipa Torosidis e batte al volo il portiere giallorosso per il 2-2 con cui si chiude il primo tempo.

SECONDO TEMPO – La ripresa inizia con alcuni minuti di ritardo dovuti al lavoro degli addetti alla manutenzioni intenti a colorare di rosso le linee del campo. Il primo tiro del secondo tempo è di Denis, da dentro l’area di rigore, a giro di destro con la palla che finisce tra le mani di Stekelenburg. La gara cala nettamente nei ritmi, anche perché la stanchezza, su un campo così difficile, si fa sentire prima. La Roma si affida allora ai calci piazzati per cercare la via del gol. Al 60’ Lamela ci prova con un calcio di punizione da 25 metri che finisce però alto. Passano dieci minuti e gli ospiti vanno ancora vicini al vantaggio. Lamela serve in profondità Balzaretti che mette la palla tesa verso il centro. Pjanic impatta di testa e Consigli respinge. È la prova generale al nuovo sorpasso giallorosso che arriva un minuto dopo. Brandley vede l’inserimento di Torosidis. Lancio millimetrico con il greco che da posizione particolarmente decentrata colpisce di testa. La sfera supera Consigli e finisce in rete. Colantuono passa al 3-5-2 per dare più vigore in fase offensiva. Occasione da calcio d’angolo per l’Atalanta al 77’ con il colpo di testa del neo-entrato Lucchini che Stekelenburg devia in angolo con un ottimo riflesso. I ragazzi di Colantuono non hanno, però, ulteriori forze per cercare il pari e rimangono addirittura in dieci per la doppia ammonizione a Contini prima del fischio finale. E’ Roma, invece, vicina al gol con Lamela in contropiede, fermato da Cosigli.

ATALANTA 2 (8′,44′ Livaja)

ROMA 3 (12′ Marquinho, 34′ Pjanic, 71′ Torosidis)

Le Formazioni

Atalanta (4-4-2): Consigli 5,5; Raimondi 5,5, Stendardo 5,5, Contini 5, Brivio 5; Giorgi 5,5(dal 75′ Cazzola 6), Carmona 6, Biondini 6 (dal 75′ Lucchini 6), Bonaventura 6 (dal 85′ Budan SV); Denis 6,5, Livaja 7.
All.:Colantuono

Roma (3-4-2-1): Stekelenburg 6; Piris 6, Burdisso 6, Marquinhos 6; Torosidis 6,5, Bradley 6, Pjanic 6,5 ( dal 70′ Florenzi 6), Balzaretti 5,5; Marquinho 7 (dal 63′ Perrotta 6,5), Lamela 5; Osvaldo 5,5 (dal 83′ Tachtsidis SV).
All.: Andreazzoli

Ammoniti: Raimondi,Carmona, Cazzola (A), Torosidis (R)

Espulsi: al 88’Contini per doppia ammonizione

Arbitro: De Marco di Chiavari

Simone Florenzano

Share Button