Enrico Steidler

Premier League, Manchester City-Chelsea: le probabili formazioni

Premier League, Manchester City-Chelsea: le probabili formazioni
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Benitez non fa pretattica: “possiamo vincere se facciamo le cose nel modo giusto”

Rafa Benitez, tecnico dei Blues

Rafa Benitez, tecnico dei Blues

MANCHESTER, 23 FEBBRAIO – Manca un giorno al big match della 27a giornata e la tensione, alimentata dalla necessità – per entrambi i contendenti – di vincere a tutti i costi (e dal pressing implacabile che la stampa esercita sui giocatori e soprattutto sui tecnici), continua a crescere di ora in ora.
Farà freddo domani a Manchester (previsti un paio di gradi sopra lo zero) anche se brillerà il sole, ma è facile prevedere che la temperatura all’interno dell’Etihad Stadium sarà rovente: davanti a 46mila tifosi la squadra di casa proverà a giocarsi le ultime chance di rientrare in corsa per il titolo contro l’avversario più duro – classifica alla mano, se si esclude la capolista – che poteva capitarle, il Chelsea dell’esperto Rafa Benitez e dell’inossidabile Frankie Lampard. Roberto Mancini conosce meglio di chiunque altro le difficoltà della partita contro i Blues, ma non perde il suo lodevole aplomb: “In questo momento il nostro unico problema è che ci mancano 10-12 gol all’attivo: non ci sono altri problemi.
Sarà, ma anche prenderne 3 dal Southampton (e potevano essere 5) non sembra essere una sciocchezzuola.

MODULI (ED ESIGENZE) SPECULARI – Se il City è all’ultima (o quasi) spiaggia, e deve fare suo il match (a maggior ragione se questo pomeriggio il QPR riuscirà a fare uno scherzetto ai Devils), anche il Chelsea è pressato da simili necessità: il Tottenham incalza, infatti, e non è remota l’ipotesi di una vittoria degli uomini di Villas Boas sul campo del West Ham. I Blues però, hanno anche la ghiotta opportunità, in caso di vittoria, di portarsi a ridosso dei Citizens e insidiare una seconda posizione che sembrava quasi inavvicinabile soltanto un paio di mesi fa. “Sappiamo di poter battere il City e qualsiasi avversario se facciamo le cose nel modo giusto dichiara fiducioso Benitez in conferenza stampa, che sa di poter contare sul recupero di Lampard (assente giovedì sera in Europa League) e di poter quindi schierare una formazione temibile al punto giusto (anche se resta una piccola incognita legata alle condizioni di Cole, Ivanovic e Demba Ba, unica punta dell’undici londinese). Uno solo davanti (Dzeko) anche per Mancini, che ha sottoposto i suoi a una settimana di super-lavoro e che quasi sicuramente potrà fare affidamento su Kompany (da tempo alle prese con un problema al polpaccio).

I precedenti fra le due squadre all’Etihad sorridono, ma non troppo, ai padroni di casa (3 vittorie e 2 sconfitte nelle ultime 5 partite), mentre è identico il rendimento in Premier considerando le ultime sei gare (11 punti a testa, frutto di 3 vittorie, 2 pareggi e una sconfitta): un big match, quindi, da tripla fissa.

MANCHESTER CITY-CHELSEA, domenica 24 febbraio ore 14,30

PROBABILI FORMAZIONI

MANCHESTER CITY (4-2-3-1): Hart, Zabaleta, Kompany, Nastasic, Clichy, Yaya Tourè, Javi Garcia, Silva, Aguero, Milner, Dzeko. All.: Mancini

CHELSEA (4-2-3-1) Cech, Azpilicueta, Ivanovic, Cahill, Cole, Lampard, Ramires, Mata, Hazard, Moses, Demba Ba. All.: Benitez

CLASSIFICA

Manchester Utd. 65, Manchester City 53, Chelsea 49, Tottenham 48, Arsenal 44, Everton 42, Liverpool 39, Swansea 37, West Bromwich 37, Stoke City 33, West Ham 30, Fulham 29, Sunderland 29, Norwich 29, Southampton 27, Newcastle 27, Aston Villa 24, Reading 23, Wigan 21, QPR 17.

Liverpool e Swansea una partita in più.

a cura di Enrico Steidler

Share Button