Filippo Di Cristina

Genoa-Udinese 1-0: Kucka cecchino, il Grifone vola con Ballardini

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Tutte le emozioni del match del Ferraris

Il match winner, Kucka

Il match winner, Kucka

Genova, 17 febbraio – La partita mette in palio preziosi punti salvezza per la squadra di casa che viene presentata da Mister Ballardini con un 3-5-2, non gioca Immobile, accanto a Borriello agisce Bertolacci. L’Udinese, a caccia di punti per l’europa, gioca con il suo classico 3-5-2 con Basta e Pasquale che agiscono sulle fasce del centrocampo. I due moduli speculari daranno spettacolo dal primo minuto fino all’ultimo.

Primo tempo – La partita è vivace,piacevole e propone continui rovesciamenti di fronte. Al 10° minuto prima nota dolente per la squadra friulana che perde per infortunio Lazzari sostituito da Badu. Partita che fino al 33° minuto non vive particolari emozioni a parte un tiro di Vargas al volo alla fine di un preciso contropiede e un altro tiro di Manfredini poco sopra la traversa. L’episodio che sblocca la partita accade al 33° minuto del primo tempo quando Tozser mettte al centro un pallone senza troppe pretese, uscita imbarazzante del portiere dell’udinese che Kucka con un preciso colpo di testa, per altro toccato sulla linea da un giocatore bianconero, punisce per il momentaneo 1-0 del Genoa.

Secondo tempoL’Udinese scende in campo più determinato e spinge per conquistare il pareggio e questo impegno si nota anche statisticamente con il 55% di possesso palla finale della squadra firiulana. Al 52° minuto, Guidolin si gioca la carta Muriel e richiama in panchina Maicosuel, schierato dall’inizio a fianco di Totò Di Natale. Tra il 60° e il 70°  ci provano sia Borriello che Bertolacci che in entrambe le occasioni non si iscrivono nel tabellino dei marcatori. Comincia dunque la girandola di cambi per le due squadre; Ballardini inserisce Moretti e Rigoni al posto di Vargas e Bertolacci, successivamente entra Ferronetti ed esce Rossi. L’Udinese invece sostituisce Pasquale con Merkel visto i precedenti due cambi. Ed è proprio l’ex Genoa e giocatore dell’u21 tedesca, Alexander Merkel, a  sfiorare il goal nell’ultimo dei 4 minuti di recupero concessi dall’arbitro: con una magia Di Natale riesce a metterla al centro, buca Frey e con la porta spalancata davanti a sé Merkel colpisce con la tibia mandando alle stelle un ottimo pallone. Risultato finale Genoa 1-0 Udinese

SPECIALE SERIE A

Le pagelle di Roma-Juventus 1-0: Totti infinito, Pirlo esausto
Roma-Juventus 1-0: Totti frantuma la Vecchia Signora
Napoli-Sampdoria 0-0: i partenopei non sfruttano l’occasione, Juventus a +4
Torino-Atalanta 2-1: Cerci e Birsa mandano all’inferno la Dea
Il Catania soffre ma porta a casa i 3 punti, battuto il Bologna

Filippo Di Cristina

Share Button