Redazione

Le pagelle di Napoli-Sampdoria 0-0: Poli gladiatore, Hamsik predica nel deserto

Le pagelle di Napoli-Sampdoria 0-0: Poli gladiatore, Hamsik predica nel deserto
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Andrea Poli, centrocampista blucerchiato

Andrea Poli, centrocampista blucerchiato

NAPOLI, 17 FEBBRAIO – Al San Paolo il Napoli fallisce la missione di portarsi sotto alla Juventus, a soli 2 punti di distanza. Larghi meriti alla Sampdoria, che fa una partita di grande compattezza e sacrificio, ma i partenopei non fanno abbastanza per convincere e portarsi a casa i 3 punti. Bel punto per i blucerchiati, ulteriore spinta verso una salvezza che, guardandosi dietro, è alla portata. Qui la sintesi completa, a cura di Matteo Mistretta.

Le Pagelle

– NAPOLI –

DE SANCTIS: 6 – Non eccessivamente impegnato, forse sbaglia a uscire nel finale su Maxi Lopez che lamenta una trattenuta, leggera.

CAMPAGNARO: 6,5 – E’ un tipo di giocatore che si ama o si odia. Sempre la testa alta, non disdegna il numero e ha anche precisione, oltre a tecnica. Forse oggi un po’ troppo falloso.

BRITOS: 5,5 – Soffre Icardi e nel secondo tempo sbaglia un intervento su un bel controllo dell’argentino, che però non trova la porta. (dal 15′ st PANDEV: 6+ – Dà una scossa alla squadra, che con lui passa al tridente. Lotta e costruisce, ma non arriva mai a essere pericoloso dalle parti di Romero)

CANNAVARO: 6+ – Difensivamente impeccabile, cerca anche il gol sfiorando la traversa nella seconda frazione.

MESTO: 5,5 – Non incide particolarmente, contenuto anche molto bene da Costa. Pochi cross e poche iniziative, può dare di più.

BEHRAMI: 6 – Fatica molto contro il centrocampo sampdoriano, però non lesina recuperi e interventi duri

ARMERO: 5,5 – Un solo spunto, salta Poli e fa partire un tiro-cross. Corre tanto, ma produce poco. (dal 15′ st ZUNIGA: 5,5 – Stesso voto, e stesso discorso fatto per il compagno che va a sostituire)

INLER: 5 – Nervoso e falloso, e la sua prestazione ne risente. Calcia male una volta nel primo e una volta nel secondo, e si fa ammonire. (dal 32′ st DZEMAILI: sv)

HAMSIK: 6,5 – L’unico del Napoli che ci crede fino in fondo, per provare a conquistare una vittoria che sarebbe preziosissima. Ce la starebbe anche per fare, se Romero non gli togliesse la gioia del gol deviando sul palo.

CAVANI: 6 – Il Matador è a secco da 4 partite, e sembra un po’ avulso dalla manovra offensiva dei suoi. Ma fa un gran lavoro, sporco, cercando di tenere su la squadra.

INSIGNE: 5,5 – Nel primo tempo più ispirato, nel secondo va spegnendosi. Un bel tiro potente ma centrale che Romero neutralizza e poco altro.

All. Walter MAZZARRI: 5 – Si lamenta troppo con arbitro e quarto uomo, ma l’evidenza è che la sua squadra, dopo anche la brutta figura continentale, non riesce a portarsi a -2 dalla Juventus, andando a tratti a rischiare contro la Sampdoria.

– SAMPDORIA –

ROMERO: 6,5 – Provvidenziale su Hamsik, blinda lo 0-0 finale. Qualche indecisione, in uscita, ma nulla di grave.

ROSSINI: 6 – Inizia male, lasciando buchi e regalando palloni agli avanti napoletani. Con il passare dei minuti si assesta trovando la sua dimensione, rivelandosi anche prezioso.

GASTALDELLO: 6 – Perno della difesa schierata a 3, ci deve mettere del suo oggi per tenere i vari Cavani e Hamsik. Lo fa senza sbavature, però.

COSTA: 7 – Partita eccezionale, soprattutto in copertura. Il voto finale se lo guadagna con la rovesciata provvidenziale sullo scadere, che toglie la palla a Mesto.

DE SILVESTRI: 6,5 – Passato nell’atletica, e si vede. Sta tornando a livelli importanti, e anche oggi mette in campo un bella prova, di fiato e gamba. (dal 46′ st MUSTAFI: sv)

OBIANG: 6+ – Ha regalato prestazioni migliori, ma lo spagnolo c’è sempre, mettendoci quel pizzico di classe e intelligenza che non guasta mai.

KRSTICIC: 5,5 – Sotto la sufficienza, troppo impreciso e a tratti impacciato. Crea qualcosa di buono, ma non abbastanza.

ESTIGARRIBIA: 6 – Solita partita per il paraguaiano: tanta corsa sulla sua fascia, ma crossa poco creando pochi grattacapi alla difesa azzurra.

ICARDI: 6+ – Ancora una volta dimostra di avere la stoffa. Lotta da solo, prende botte e si fa anche male al costato. Un bello spunto su Britos e un colpo al volo che poteva giocarsi meglio, ma c’è sempre. (dal 36′ st M.LOPEZ: sv)

SANSONE: 6 – Questa volta non è la chiave come contro la Roma, ma nel primo tempo è comunque il più pericoloso. Esce stanco, dopo aver comunque impensierito De Sanctis con un bel diagonale mancino. (dal 21′ st EDER: 6+ – Dà respiro alla manovra doriana, è veloce e preciso, e all’ultimo secondo colpisce anche l’esterno della rete)

All. Fedele LIMONE (Rossi squalificato): 6,5 – Non si può dire quanto di questo bel punto sia merito suo o di Rossi, ma in panchina ci va lui. Squadra tosta e combattiva, a tratti va in apnea ma non si fa colpire. Un punto che assomiglia a tre per la Sampdoria, che viaggia spedita da quando è stato esonerato Ferrara.

UOMO PARTITA SportCafe24: POLI 7,5 – La Juventus lo brama, e si capisce il perché. A centrocampo vale per 3, corre, combatte, recupera e costruisce. Esce completamente sporco e sudato, come deve essere, dopo una prestazione superlativa. E’ esaltante vederlo giocare, e lui stesso si esalta contro le grandi in partite importanti.

Arbitro DOVERI: 6+ – Nella prima frazione lascia correre, ma con metro uniforme. Nel secondo tempo fischia di più, ma non sempre azzeccandoci. I 5 minuti di recupero finali sembrano troppi, onestamente, nonostante le reiterate richieste di Mazzari.

SPECIALE SERIE A

Le pagelle di Roma-Juventus 1-0: Totti infinito, Pirlo esausto
Roma-Juventus 1-0: Totti frantuma la Vecchia Signora
Napoli-Sampdoria 0-0: i partenopei non sfruttano l’occasione, Juventus a +4
Genoa-Udinese 1-0: Kucka cecchino, il Grifone vola con Ballardini
Torino-Atalanta 2-1: Cerci e Birsa mandano all’inferno la Dea
Il Catania soffre ma porta a casa i 3 punti, battuto il Bologna

Simone Calucci
Twitter: @simoclx

Share Button