Filippo Di Cristina

Stramaccioni fatica a vedere un’Inter senza Milito: la conferenza stampa

Stramaccioni fatica a vedere un’Inter senza Milito: la conferenza stampa
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Le parole del tecnico interista alla vigilia della partita contro la Fiorentina

Rodrigo Palacio e Diego Milito

Rodrigo Palacio e Diego Milito

MILANO, 16 FEBBRAIO – Dopo la convincente vittoria contro il Cluj, in casa Inter si pensa già alla partita contro la Fiorentina di Vincenzo Montella all‘Artemio Franchi. Appena terminata la conferenza stampa della vigilia per il tecnico Andrea Stramaccioni che ha concentrato l’attenzione su alcuni punti caldi del momento interista. Primo su tutti l’infortunio del Principe Milito che nella gara di Giovedì in Europa League ha subito un infortunio talmente grave da mettere addirittura a rischio la carriera dell’attaccante argentino considerando anche l’età avanzata. Stramaccioni ha dichiarato: “Non c’è inter senza Milito parole che testimoniano il grandissimo affetto per il principe che si respira nell’ambiente neroazzurro. Il Mister si è poi concesso una frecciatina a Branca e Ausilio consigliando alle due figure della dirigenza interista di monitorare il mercato dei giocatori disponibili a parametro zero.

CORI TRA LE CURVE – All’arrivo di Mario Balotelli i tifosi interisti avevano espresso il proprio sdegno e forse la propria amarezza fischiando il giocatore, neo acquisto del Milan, e rivolgendogli cori, di certo non pieni di stima e ammirazione, ai quali SuperMario ha risposto a tono nel pieno del suo stile da Bad boy. Dal canto loro i tifosi del Milan hanno risposto con un coro atto a schernire l’infortunio di una pedina fondamentale dello scacchiere di Strama quale è Milito. Il coro in questione è: “Diego Milito salta con noi“. In conferenza stampa Stramaccioni ha glissato con stile e ha affermato che la rivalità tra le curve può solo fare bene al clima derby purché questa rivalità si trattenga entro certi limiti di stile e contegno.

SCELTE OBBLIGATE – Al momento al tecnico dell’Inter si chiede di fare bene con quello che ha a disposizione in rosa. Con l’infortunio del Principe è quasi certa l’integrazione di un giovane della primavera (Forte sembra l’indiziato maggiore) ed inoltre il tridente tanto caro a Stramaccioni potrebbe cadere nel dimenticatoio, almeno per quest’anno.

a Cura di Filippo Cristina

Share Button