Giuseppe Alessi

Serie A, Milan-Parma 2-1: la firma è ancora di Balotelli

Serie A, Milan-Parma 2-1: la firma è ancora di Balotelli
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

AC Milan v Udinese Calcio - Serie AMILANO, 15 FEBBRAIOMassimo risultato con il minimo sforzo. Può essere questo il riassunto della serata milanista. Dopo un primo tempo di marca gialloblù in cui il Milan riesce addirittura a raccogliere un fortunato autogol di Paletta, nella seconda frazione il Parma svanisce e il Milan è più convincente. E’ il quarto gol in tre presenze per Mario Balotelli: la copertina è ancora per lui.

RISCHIO CONCENTRAZIONE – In questo venerdì insolito di campionato il Milan ospita il Parma. Il rischio per i rossoneri era quello di pensare già alla partita di mercoledì contro il Barcellona. Il Parma era chiamato a sovvertire il pronostico nonostante le statistiche vedano il Parma vincente in una sola delle ultime 17 sfide di campionato col Milan (1-0 al Tardini nel marzo 2010). Il Milan, dalla sua, ha perso solo una delle ultime 12 partite, 4-2 all’Olimpico con la Roma. Allegri applica un leggero turn over in vista della gara di Champions League: a riposo El Sharaawy e Flamini, a centrocampo spazio a Nocerino, Constant e Montolivo ritornano in campo dopo aver saltato il Cagliari per infortunio; Donadoni si affida all’esperienza di Amauri in avanti: insieme a lui nel tridente ci sono Sansone e Biabiany.

MILAN AVANTI CON PALETTA- Il Milan si affaccia subito in avanti con Balotelli, ma l’avvio di gara del Parma è sorprendente, tanto che la prima vera palla gol capita sui piedi di Paletta (8′) che approfitta di un disimpegno sbagliato di Zapata – l’ennesimo di una stagione sfortunata -, si incunea in area e da posizione defilata ma favorevole effettua un tiro cross sul secondo palo che si spegne sul fondo. Al 20′ Balotelli si incarica della battuta di un calcio di punizione dai 20 metri: il suo tiro si infrange sulla barriera. Ma è sempre il Parma ad essere pericoloso. Amauri nel giro di due minuti va vicino per due volte a sbloccare il risultato: prima su colpo di testa su calcio d’angolo (24′) parato non senza affanni da Abbiati; al 25′ finalizza di tacco un magistrale contropiede degli uomini di Donadoni, avviato da una meravigliosa giocata di Marchionni: l’italo-brasiliano però ruba il pallone dai piedi di Parolo, per il quale sarebbe stato più che agevole battere a rete, e manda la palla a lato. Al 31′ la prima palla gol del Milan: Balotelli con un filtrante da grande regista imbecca Boateng che si infila in area e conclude a metà tra il tiro e il cross con il pallone che termina sul fondo. Il risultato si sblocca al 38′ per mano di uno sfortunato autogol di Paletta: la sua scivolata elude l’intervento di Pavarini anticipandolo ed è 0-1. Finisce 1-0 un primo tempo nel quale il Parma avrebbe meritato di più avendo espresso un calcio più veloce e intenso di quanto fatto dai rossoneri.

ANCORA MARIO BALOTELLI – L’avvio di secondo del Milan è arrembante: prima Muntari impegna Pavarini; poi Boateng, ben assistito da Balotelli, conclude di un soffio a lato; quindi di nuovo Boateng non riesce a intercettare per un pelo il cross di Balotelli, in veste di assist-man. Il Parma sembra esser rimasto negli spogliatoiIntanto Bojan rileva Boateng che nonostante non abbia ancora i 90 minuti nelle gambe si è fatto notare in più di un’occasione per la sua intraprendenza e presenza nelle azioni offensive del Milan. Al 69′ Amauri da ottima posizione non riesce a girare a rete il cross di Valdes. E’ l’ultima azione dell’ex juventino che lascia spazio al giovane Belfodil. Al 78′ Balotelli subisce fallo al limite dell’area e si incarica della battuta del calcio di punizione. Al terzo calcio piazzato della partita, il numero 45 trova il bersaglio grosso: la sua traiettoria scavalca la barriera e trafigge Pavarini sul primo palo: è il 2-0 che chiude la partita. Per SuperMario arriva il quarto gol in tre apparizioni in rossonero. Nei minuti restanti il Milan traghetta agiatamente la partita verso i tre punti che gli permettono, con una gara in più, di agganciare la Lazio al terzo posto a quota 44. Indolore il gol di Sansone che a tempo scaduto dimezza le distanze. E’ una segnatura che vale esclusivamente per le statistiche: il Milan si aggiunge alle prestigiose vittime – Inter, Juventus, Napoli – del promettente attaccante gialloblù.

MILAN 2 (39′ aut. Paletta, 78′ Balotelli)
PARMA 1 (90′ + 3′ Sansone)

Le Formazioni

MILAN (4-3-3): Abbiati; De Sciglio, Zapata, Yepes, Constant; Nocerino, Montolivo, Muntari; Niang (86′ Traorè), Balotelli, Boateng (65′ Bojan). A disp.: Gabriel, Mexes, Abate, Zaccardo, Petkovic, Flamini, Pazzini. All.: Allegri.

PARMA (4-3-3): Pavarini; Rosi, Coda (66′ Benalouane), Paletta, Mesbah; Marchionni, Valdes, Parolo (56′ Ninis); Biabiany, Amauri (70′ Belfodil), Sansone. A disp.: Bajza, Lucarelli, De Angelis, Gobbi, Morrone, Ampuero, Strasser, Palladino. All.: Donadoni.

Ammoniti: Zapata (M), Marchionni (P).
Espulsi: nessuno.
Arbitro: Davide Massa.

Giuseppe Alessi
Twitter: @galessi90

Share Button