Leonardo Andreini

Sampdoria-Roma 3-1: Lamela non basta, show di Sansone a Marassi

Sampdoria-Roma 3-1: Lamela non basta, show di Sansone a Marassi
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

GENOVA 10 FEBBRAIO Una Roma in crisi di risultati in questo 2013 e priva dell’appena esonerato Zeman si prepara ad affrontare una trasferta dalle mille problematiche. Giallorossi che cambiano modulo affidandosi ad una difesa a 3 e un attacco leggermente modificato; torna fra i pali l’ex Ajax Stekelenburg che avrà il compito di far dimenticare in fretta e furia le papere del suo collega di reparto Goicoichea e torna al centro del campo la bandiera romana Daniele De Rossi. Per i padroni di casa invece dopo il pareggio esterno in quel di Torino contro i granata c’è da ribadire la forza del’attacco ancora una volta affidato all’estro e alla bravura di Mauro Icardi, mancano per infortunio Palombo e per problemi familiari Eder.

LA PARTITA

PRIMO TEMPO

E’ la Roma a fare la partita nel primo quarto d’ora, dove prima Osvaldo e poi più tardi Bradley impensieriscono e non poco l’estremo difensore locale Romero che se la cava egregiamente. Il problema dei giallorossi è la scarsa organizzazione in avanti con Totti che ci prova dopo un calcio di punizione al 21′, ma non crea occasioni importanti e quindi il match risulta spesso spezzetato.  Nel finale di primo tempo è la Samp, che fino ad allora non aveva mai impensierito il portiere olandese, ad affacciarsi con qualche occasione senza però concludere mai a rete. Clamorosa a due minuti dalla fine l’occasione capitata sul piede di Pjanic che a porta sguarnita riesce a colpire in pieno Rossini che devia di conseguenza in angolo fra le proteste degli ospiti per un fallo di mano dello stesso difensore blucerchiato. Finisce a reti bianche un primo tempo tutto sommato piacevole.

SECONDO TEMPO

Un secondo tempo che si apre con la sostituzione di Soriano per Sansone nelle file doriane, cambio questo che si rivelerà determinante per la velocità offensiva dei padroni di casa. Al 5′ Lamela insacca alle spalle di Romero, l’arbitro Celi da il goal ma l’assistente l’annulla;  situazione quindi molto strana dopo il tiro di Totti ribattutto da un difensore della Samp che serve in gioco Lamela che però viene pescato in fuorigioco, inesistente, e resta fermo il risultato sullo 0-0. Al 11′ grande giocata di Sansone che serve al bacio l’ex Juve Estigarribia che di destro batte dopo un buon stop il portiere Stekelenburg. Undici minuti più tardi il direttore di gara Celi prende la decisione di fischiare un rigore, dopo un ingenuità del centrale locale Gastadello ai danni di Osvaldo; sul dischetto si presenta lo stesso attaccante italo-argentino che si fa ipnotizzare da Romero. E proprio Sansone all’esordio al Ferraris trova un gran goal su calcio di punizione su errore di interpretazione dell’olandese Stekelenburg. Match che inizia davvero ad essere piacevole e al 30′ la Roma con l’argentino Lamela accorcia le distanze e riapre il match. Ma l’uomo del momento Icardi trova due minuti dopo il goal del 3-1 che spezza per il momento le speranze di rimonta degli avversari. La Roma accusa e non poco il colpo e smette letteralmente di provare a pareggiare. Nel finale scintille con Delio Rossi che fa un gestaccio a Totti e Burdisso e viene espulso. Brutto esordio per Andreazzoli che inizia con una sconfitta difficile da digerire

UOMO PARTITA SPORT CAFE 24 : Gianluca Sansone  (SAMP) voto 7 . Ha cambiato il volto di questa partita con il suo ingresso nel secondo tempo al posto di un poco ispirato Soriano. Segna un gran goal su punizione e serve l’assist per Estigarribia. Un esordio migliore non poteva chiederlo

Sampdoria (3-5-1-1): Romero; Costa, Rossini, Gastaldello; De Silvestri, Poli, Obiang, Krsticic, Estigarribia; Soriano; Icardi. A disposizione: Da Costa, Romero, Berardi, Castellini, Mustafi, Poulsen, Rodriguez, Maresca, Munari, Renan, Maxi Lopez, Sansone. Allenatore: Rossi.

Roma (3-4-1-2): Stekelenburg; Burdisso, Marquinhos, Castan; Lamela, De Rossi, Bradley, Marquinho; Pjanic; Osvaldo, Totti. A disposizione: Goicoechea, Lobont, Piris, Romagnoli, Dodò, Taddei, Lucca, Florenzi, Perrotta, Torosidis, Nico Lopez. Allenatore: Andreazzoli.

Marcatori Estigarribia; Sansone; Lamela; Icardi
Ammoniti De Rossi; De Silvestri
Espulsi Allenatore Samp Delio Rossi

Arbitro: Celi. Guardalinee: Barbirati e Galloni. Add1 e Add2: Rizzoli e Borriello. IV Uomo: Petrella.

A cura di Leonardo Andreini

Share Button