Antonio Fioretto

Juventus-Fiorentina: precedenti e retroscena di un big match storico

Juventus-Fiorentina: precedenti e retroscena di un big match storico
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

L' analisi dentro e fuori dal campo di una sfida tutta da vivere

TORINO, 7 FEBBRAIO – Quand’ è che una semplice partita di calcio diventa “la” partita? Di solito, questo processo di metamorfosi avviene più che altro fuori dal campo. Spesso e volentieri, i precedenti, la storia, il blasone e tutto ciò che fa del calcio un gioco straordinario, fanno si che una gara qualunque si trasformi in un match clou, che vale più di tre punti. Juventus-Fiorentina è una di quelle partite che significano tutto questo. I bianconeri e i viola sono nemici storici del nostro calcio. BaggioBerbatovJovetic: passa da questi tre nomi la rivalità storica tra i due club , recente e passata. Una rivalità che, a quattro giorni da quella che è da tutti considerata “La partita”, si acuisce attraverso sfottò, voci di mercato e provocazioni. Corsi e ricorsi storici che caratterizzano la vigilia del match di cartello di sabato. Basti pensare che il presidente esecutivo dei gigliati si è per così dire lamentato del costo dei biglietti, del comportamento evidenziato dai bianconeri in seguito agli episodi di Juve-Genoa e, infine, del modus operandi della Madama sul mercato. Il tutto, sintetizzato in queste parole : “Trattiamo la Juve con distacco professionale“.

Insomma, oltre che in campo, Juve-Fiorentina è sfida delicatissima in tutte le sue sfaccettature. Ma concentrandosi prettamente sui risvolti tecnico-tattici, ci si accorge dell’ abnorme valore della gara.

NON SOLO CLASSIFICA Entrambe le squadre vogliono e devono vincere: i bianconeri per far capire al Napoli – impegnato in serata con la Lazio – che sarà difficile strappargli il primo posto. I viola per sognare un posto in Champions e avvicinarsi proprio ai partenopei e ai biancocelesti. Una partita, quella di sabato, dall’elevatissimo contenuto tecnico. Le due squadre giocano il miglior calcio del nostro campionato e all’andata i viola misero in seria difficoltà la Juve, che riuscì a strappare uno 0-0 striminzito per i ragazzi di Montella. Si sfideranno, probabilmente, i migliori reparti di mediana del campionato. Da una parte Pizarro, dall’altra Pirlo. Da una parte Vidal, dall’altra Borja Valero. Roba da fare invidia al Barça.

PRECEDENTI I precedenti in quel di Torino parlano chiaro : 47 vittorie, 20 pareggi e sei sconfitte: il bilancio degli appuntamenti torinesi tra Juventus e Fiorentina parla decisamente a favore dei padroni di casa. Il dato che si impone è contraddittorio: perché il risultato più frequentemente verificatosi è l’1-0 (ben 12 volte), ma fino al 1965 la gara non aveva mai visto la Juve segnare meno di 3 gol. La Juve si augura di ripetere il devastante 0-5 dello scorso anno, che lanciò la rimonta scudetto ai danni del Milan.

PROTAGONISTI Tornando alle formazioni, Conte spera vivamente in un miracoloso recupero di Marchisio. tuttavia, si va verso la presenza di Pogba dal primo minuto, anche e soprattutto in vista dell’ andata degli ottavi di Champions, in programma martedi prossimo contro il Celtic. Buone notizie, intanto, arrivano dall’ Africa. Il Ghana di Asamoah è stato eliminato dall’ omonima Coppa e il giocatore può anticipatamente tornare a Torino, magari anche per la gara in Scozia.

Montella dovrà fare a meno degli squalificati Aquilani e Migliaccio. In attacco giocheranno Toni e Jovetic. L’ex centravanti della Nazionale, in particolare, appare estremamente carico in vista di sabato. Queste le sue parole :” Siamo forti, possiamo battere la Juventus ,possiamo entrare nella storia, nessuno ci ha mai messo i piedi in testa e all’andata li abbiamo messi sotto. Magari portiamo ventimila persone all’aeroporto per festeggiare”. Cercate di respirare a pieni polmoni in questi giorni. Juve-Fiorentina potrebbe creare particolari problemi a cardiopatici e a chi ha problemi di respirazione.

PROBABILI FORMAZIONI

JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Barzagli, Marrone, Caceres; Lichtsteiner, Vidal, Pirlo, Pogba, De Ceglie; Matri, Vucinic. A disposizione: Storari, Rubinho, Peluso, Isla, Padoin, Marchisio, Giaccherini, Giovinco, Quagliarella, Anelka. All. Conte (squalificato). In panchina: Alessio. Squalificati: Bonucci (1). Indisponibili: Pepe, Bendtner, Chiellini, Asamoah (in Coppa d’Africa).

FIORENTINA (3-5-2): Viviano; Roncaglia, Rodriguez, Savic; Cuadrado, Romulo, Pizarro, Borja Valero, Pasqual; Toni, Jovetic. A disposizione: Neto, Lupatelli, Tomovic, Compper, Wolski, Llama, Mati Fernandez, Capezzi, Ljajic, Larrondo, El Hamdaoui. All. Montella.Squalificati: Aquilani (1), Migliaccio (1). Indisponibili: Rossi, Hegazy, Camporese, Sissoko (in Coppa d’Africa).

Antonio Fioretto

Share Button