Antonio Fioretto

Juventus, un mese di fuoco: Conte si gioca Scudetto e Champions League

Juventus, un mese di fuoco: Conte si gioca Scudetto e Champions League
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

I bianconeri attesi da una serie bollente di incontri ravvicinati : Fiorentina, Napoli e la doppia sfida col Celtic

TORINO, 6 FEBBRAIO – Ciò che conta, di solito, non è tanto fare scelte giuste. Conta soprattutto fare scelte giuste al momento giusto. Per la Juventus 2012-2013 quel momento è arrivato. Ciò che è stato fatto e costruito fino ad ora ha qualcosa di straordinario, ma a questo punto conta relativamente. A partire da sabato sera, i bianconeri affronteranno una serie incredibilmente ostica di incontri, che con ogni probabilità ne decideranno le sorti.

START Alle ore 18 del suddetto giorno, ci sarà Juventus-Fiorentina. Nonostante si giochi allo Juventus Stadium, rappresenta una gara difficilissima, anche a causa di tutti gli scontri fuori dal campo che hanno interessato le due compagini. Poi, nemmeno il tempo di rifiatare e si vola in Scozia, per sfidare il Celtic nell’ andata degli ottavi di finale di Champions League. Manco a dirlo, match fondamentale, perchè si gioca fuori casa e quindi perchè deciderà più del 50 % del passaggio del turno. Al ritorno dalla Britannia, Antonio Conte dovrà riorganizzarsi per preparare il non tranquillissimo match in quel di Roma, contro i giallorossi.

La gara di ritorno contro il Celtic (in data 6 Marzo) sarà preceduta dalla Madre delle partite. Quel Napoli-Juventus che sarà un mix di calcio, cultura, etnia e mentalità. Una partita tutta da vivere, che peserà come un macigno nella corsa al tricolore. Poi, come si diceva, ci sarà il Celtic allo Stadium, per garantire il proseguio del cammino europeo.

I grandi esperti di queste situazioni, come Mourinho, sostengono che è molto più pericoloso affrontare partite apparentemente facili prima e, soprattutto, dopo la Coppa con la possibilità concreta di un calo di tensione, mentre se nelle vicinanze della Champions ci sono dei big match contribuiscono a tenere alta l’adrenalina e l’attenzione. Ciò però non toglie che il prossimo mese rappresenterà un vero tour de force per gli uomini di Conte. Il tecnico leccese dovrà dimostrare ciò che ha sempre sostenuto : “Vincere una volta può capitare a tutti. Rivincere accade solo ai grandi”.

Antonio Fioretto

Share Button