Redazione

Siena: tra rinnovi, acquisti e mancati arrivi

Siena: tra rinnovi, acquisti e mancati arrivi
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La squadra ha ripreso le attività. Giovedì amichevole, venerdì allenamento a porte chiuse

SIENA, 6 FEBBRAIO – Dopo l’importante vittoria contro l’Inter, ed il meritato giorno di riposo concesso dalla Staff tecnico, il Siena ieri è tornato a lavoro al campo sportivo di Gracciano. La squadra ha svolto una seduta tecnico – tattica ed un lavoro atletico per chiudere. La settimana di allenamento proseguirà con una doppia seduta nella giornata odierna, giovedì alle ore 15 ci sarà l’amichevole con gli Allievi e venerdì allenamento a porte chiuse a Gracciano. Per quanto riguarda i singoli, Pozzi continua nel suo programma di recupero, mentre Bogdani e Verre sono impegnati con le Nazionali.

Sempre a proposito della vittoria contro l’Inter, il mercato a “regalato” al Siena un attaccante che è stato decisivo proprio per il risultato finale: si tratta di Innocent Emeghara, 24enne nigeriano naturalizzato svizzero, che ha fatto molto bene. I suoi continui scatti e la prestanza fisica, nonostante sia alto 1,70, hanno tenuto in costante apprensione la difesa di Strama, culminata poi con l’espulsione di Chivu ed il conseguente rigore che di fatto ha chiuso la gara. Il rientro di Pozzi non sarà un problema per Iachini, anche perché il nigeriano può convivere in un attacco con un’altra prima punta. Dunque, Emeghara si è fatto trovare subito pronto in un nuovo campionato, anche perché il giocatore ha molta esperienza in Europa dove è arrivato giovanissimo: il suo primo campionato l’ho disputò in Svizzera, dove si guadagnò la nazionalità elvetica e la chiamata prima con l’Under 21 e poi con la Nazionale maggiore sotto la guida di Ottmar Hitzfeld. Il suo passaggio in Francia, in Ligue 1, nel Lorient, lo ha aiutato a crescere fisicamente. Inoltre Emeghara ha giocato anche alle Olimpiadi di Londra 2012, disputando 3 partite con la Nazionale Svizzera. I complimenti vanno fatti però al Direttore Sportivo Stefano Antonelli, sempre vigile sul mercato.

Tornando al mercato appena concluso, c’è un giocatore che era davvero ad un passo dal Siena, ma che poi ha deciso di tornare in Grecia: si tratta di Stefano Napoleoni. L’attaccante, classe 1986, si è allenato per diversi giorni con la Robur, ma causa alcuni problemi, la trattativa non è riuscita. Ai microfoni di TuttoMercatoWeb.com, Napoleoni ha spiegato il perché: “Ho passato diversi giorni a Siena, allenandomi con la squadra. Tutto sembrava fatto, il mister e lo staff tecnico erano contenti delle mie prestazioni. Poi, verso la fine del mercato, sono sorti alcuni problemi fra di noi e tutto è saltato. Adesso ho scelto di nuovo la Grecia: ho appena firmato un contratto di due anni e mezzo con l’Atromitos“. Su di lui c’erano anche altri club: “Senza fare nomi specifici, posso confermare che c’era l’interesse di altre società italiane. Io però ero tornato per giocare nel Siena. La trattativa non è andata bene e allora ho preferito fa ritorno in Grecia, dove avrò anche la possibilità di giocare le coppe europee”. Quella di tornare in Grecia è una scelta un po’ particolare: L’Italia, per certe cose, per un calciatore non è il massimo. Piuttosto che tornare in patria da “straniero” ho preferito fare ancora lo straniero lontano da casa. Qua in Grecia sto benissimo, ho scelto io questo campionato. Qua si sta bene, ormai mi sono adattato, conosco il campionato e la lingua. Con l’Atromitos ho scelto una delle prime tre squadre della Grecia, siamo in costante miglioramento e credo che sarà una buona vetrina per me”. Infine, le prospettive future: “Per adesso no. Voglio solo giocare e finire bene il campionato. Abbiamo la possibilità di qualificarci per la Champions League, quindi penso solo a quello. Se così non sarà, faremo l’Europa League. Non penso ad un futuro lontano da qui, ho 2 anni e mezzo e voglio fare del mio meglio con l’Atromitos“.

Per quanto riguarda invece i giocatori già facenti parte del gruppo, possiamo parlare di Gianluca Pegolo ,portiere titolare che molto bene sta facendo, e che  è in scadenza di contratto. L’entourage del numero uno della Robur ed i dirigenti senesi, si incontreranno nei prossimi giorni per discutere del rinnovo, ma su di lui ci sono anche Bologna e Palermo, che hanno già sondato il terreno per il 31enne portiere.

Massimiliano di Cesare

Share Button