Andrea Croce

Coppa del Re, Real Madrid – Barcellona 1-1. Tante occasioni e pochi goal

Coppa del Re, Real Madrid – Barcellona 1-1. Tante occasioni e pochi goal
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Varane risponde al goal di Fabregas

varane_golMADRID, 30 GENNAIO – Una doppia sfida dai sapori molto forti. Se la Liga sembra già decisa e il distacco del Barcellona ormai incolmabile, in coppa si incrociano di nuovo i destini di Real e Barça. L’ultimo clasico terminò con un pari, con doppiette di Cristiano Ronaldo e Messi, che questa sera si ritroveranno di fronte, perchè a loro non si può rinunciare. Il Real Madrid non batte il Barcellona in Coppa del Re al Santiago Bernabeu dal 1970. Più di 42 anni, un’eternità ed un motivo in più per interrompere il digiuno.

LA PARTITA – Cristiano Ronaldo gioca il suo primo clasico da capitano e dopo 45 secondi si lancia come una freccia verso la porta di Pinto e causa l’ammonizione di Piquè che lo stende. La punizione di CR7 è velenosissima ma Pinto si salva in corner. Scampato pericolo per i catalani, ma il Real è molto aggressivo e non lascia respirare l’11 blaugrana, che non riesce a ripartire. Bisogna attendere 12′ per la prima occasione del Barcellona con Jordi Alba che calcia malissimo a tu per tu con Diego Lopez. Il Real Madrid continua a spingere il piede sull’accelleratore e Ronaldo, attivissimo, partecipa ad ogni giocata. Al 20′ la traversa salva Diego Lopez su una punizione magistrale di Xavi e dopo 3 minuti ancora Xavi ha la palla buona per sbloccare: il 6 del Barça si vede ribattere la conclusione da Varane sulla linea di porta. Il Real Madrid fiuta il pericolo e cerca di non lasciare troppi spazi alle ripartenze blaugrana. Il Barça prende campo e fiducia, ma si espone a sua volta al contropiede dei padroni di casa. La doppia occasione per Benzema, che prima conclude al lato e poi viene anticipato a pochi metri da Pinto, rivitalizza il pubblico del Santiago Bernabeu. Si vive di fiammate da entrambe le parti ed i ritmi sono da videogame, incredibile che i primi 45′ si chiudano sullo 0-0.

Anche nella seconda parte dopo una manciata di secondi il Real si rende pericoloso ancora con Benzema. Sfortunatamente il francese non è in serata e la conclusione è di nuovo alta. Mourinho si mangia le mani e manda a scaldare Higuain, anche perchè al 49′ il Barcellona passa: Callejon non sale dopo un corner e la palla intercettata da Messi, con la difesa del Real in uscita, si trasforma in un assist perfetto per Fabregas che solo soletto davanti a Diego Lopez non può sbagliare. Il più anonimo tra le fila dei catalani sblocca la situazione con un goal pesantissimo. Il Real non ci sta e la reazione è veemente. Sfortunato Ronaldo quando impatta di testa sul cross di Modric ma la palla lambisce il palo. Il Real per occasioni merita sicuramente il pari, anche se con il passare del tempo si perde qualsiasi disposizione tattica, con  il Barcellona che potrebbe chiudere definitivamente il discorso qualificazione. Fabregas, servito da Alves in un eccesso di altruismo, alza troppo la mira al 70′. Dopo 3′ è Pedro, che arriva a tu per tu con Lopez, a perdonare il fuorigioco sbagliato dal Real Madrid. La dura legge del calcio vale anche per il Barcellona, troppe occasioni sprecate e il Real pareggia con il giovane Varane, che con uno stacco di testa imperioso batte Pinto. Il giovane difensore al suo primo clasico è sicuramente il migliore in campo: salva almeno due goal ed alimenta le speranze di finale per gli uomini di Mourinho.

Nella serata in cui Messi e Ronaldo non riescono ad incidere il clasico finisce di nuovo in parità. Si deciderà tutto al Camp Nou. Troppi errori sottoporta da una parte e dall’altra, ma il Barcellona deve mangiarsi le mani per non aver chiuso il match in almeno due occasioni.

Tabellino

REAL MADRID 1 (80′ Varane)
FC BARCELONA 1 (49′ Fabregas)

Le Formazioni

REAL MADRID (4-2-3-1): Diego Lopez, Essien, Varane, Carvalho, Arbeloa, Khedira, X.Alonso, Callejòn (dal 57′ Modric), Ozil, Ronaldo, Benzema (dal 62′ Higuain) All.: Mourinho

FC BARCELONA (4-3-3): Pinto, Alves, Piquè, Puyol, Jordi Alba, Busquets, Xavi, Fabregas (dall’84’ Thiago), Iniesta, Messi, Pedro (dal 75′ Sanchez) All.: Roura

Ammoniti: Piquè, Dani Alves (B), Carvalho, Callejòn (R)
Espulsi:
Arbitro: Gomez

 

a cura di Andrea Croce

Share Button