Redazione

Calciomercato Lazio: ufficiale Bruno Pereirinha. Zarate alla Dinamo Kiev

Calciomercato Lazio: ufficiale Bruno Pereirinha. Zarate alla Dinamo Kiev
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Bruno Pereirinha, neo acquisto della Lazio.ROMA, 30 GENNAIO – Carpe Diem: dirtelo in Latino è l’ultima speranza. Questo lo striscione esposto ieri dai tifosi laziali allo Stadio Olimpico, durante il match di Coppa Italia contro la Juventus. Uno striscione ironico che cela però un velo di preoccupazione. Una preoccupazione che attanaglia i sostenitori biancocelesti da diversi giorni. Tuttavia, forse galvanizzato dalla finale raggiunta in Coppa a scapito dei bianconeri, il presidente Lotito ha messo a segno il primo colpo: Si tratta del portoghese Bruno Pereirinha,  proveniente dallo Sporting Lisbona, classe 1988. Come riportato da ‘Repubblica’ i biancocelesti avrebbero sborsato circa 2 milioni di Euro per il suo cartellino. Si tratta di un centrocampista di fascia, paragonato al Lulic, in grado di agire anche da interno. Cresciuto nelle giovanili del Belenenses, nel 2004 viene acquistato dallo Sporting Lisbona, dove esordisce in prima squadra. Con i ‘Leones’ disputa 75 partite in campionato, realizzando due gol. Nel 2010 viene ceduto in prestito al Vitoria Guimaraes dove colleziona 10 presenze ed una rete. L’anno successivo, complici alcuni problemi fisici, viene ceduto nuovamente in prestito, questa volta ai greci del Kavala, dove scende in campo 13 volte. Lotito e Tare hanno puntato molto su questo ragazzo, convinti del fatto che possa rilanciarsi e superare i vari infortuni.

Per il difensore Diego Laxalt sono stati offerti 2.5 milioni. Su di lui però ci sono anche i rivali della Roma. I biancocelesti puntano a chidere la trattativa in giornata, convinti di avere in mano un potenziale campione. Più difficile la pista che porta allo svizzero Granit Xhaka, di proprietà del Borussia M’Gladbach. I tedeschi, prossimi avversarsi della Lazio in Europa League, non sono disposti a privarsi di un potenziale talento, classe 1992 e già nel giro della Nazionale elvetica.

CASO ZARATE – Secondo le indiscrezioni, l’argentino sarebbe ad un passo dalla Dinamo Kiev. Otto i milioni offerti dagli ucraini, in cerca di una punta da diverso tempo. Queste le parole di Gianluca Di Marzio apparse nel suo blog in tarda serata: ‘Mauro Zarate fa le valigie e saluta la Lazio. Lotito ha annunciato l’offerta della Dinamo Kiev come ‘importantissima’ e l’argentino ha accettato la proposta del club ucraino. L’incontro c’è già stato una settimana fa, con il presidente della Dinamo, a Montecarlo. E Zarate è pronto alla sua nuova avventura: domani si chiude per 8 milioni di euro“. Tuttavia, niente è ancora certo. La notizia non è ancora ufficiale, si attendono conferme nelle prossime ore. Si chiude così, l’avventura di Zarate in Italia. Arrivato in punta di piedi, l’argentino conquistò subito i tifosi biancocelesti a suon di gol. Arrivarono una Coppa Italia, una Supercoppa Italiana, la qualificazione all’Europa League e 16 reti. Poi qualcosa si ruppe. Delio Rossi andò via ed arrivarono prima Ballardini e poi Reja. Il secondo anno, quello che l’avrebbe consacrato, si rivelò un fallimento. Solo 8 reti tra campionato e coppe. L’anno successivo andò meglio, 9 reti e 15 assist, ma ormai l’ambiente non era più lo stesso, era il momento di cambiare aria. Si presentò l’Inter, che lo accolse a braccia aperte ma che cambiò idea nel giro di qualche partita. Una ventina di presenze e 2 reti. A Giugno viene rispedito al mittente. Cambiano gli attori ma la trama è sempre la stessa: Zarate si è perso, non è più lo stesso, segna un gol contro gli sloveni del Mura ma poi viene messo fuori rosa. Triste destino. L’augurio è che possa ritornare ad essere quel giocatore ricco di estro e giocate mozzafiato. Le qualità ci sono ma è la fiducia nei propri mezzi che manca. Arrivederci Zarate!

Francesco Pietrella 

Share Button