Redazione

Torino e Verona attesi alla prova del nove, in coda c’è Vicenza-Nocerina: la presentazione della 37^ giornata di Serie Bwin

Torino e Verona attesi alla prova del nove, in coda c’è Vicenza-Nocerina: la presentazione della 37^ giornata di Serie Bwin
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

TORINO, 27 APRILE – La trentasettesima giornata di Serie Bwin potrebbe definire meglio le posizioni di molte squadre sia nella parte alta della graduatoria sia nella zona calda.

In testa c’è un Torino lanciatissimo che, con quattro punti di vantaggio sulla seconda e una partita da recuperare, affronterà domani alle 15 il Crotone fra le mura amiche dell’Olimpico. I calabresi al momento sono fra le squadre più in forma del campionato e devono ancora raccogliere tre-quattro punti per poter ipotecare l’ennesima salvezza consecutiva: la squadra di Drago, quindi, si presenterà a Torino con il dente avvelenato. I granata in caso di vittoria, potrebbero allungare ancora di più la distanza dalle inseguitrici vedendo così ancora più da vicino il traguardo tanto atteso della promozione in Serie A.

Alle costole del Torino c’è il Verona di Mandorlini, impegnato in casa contro un Empoli alla disperata ricerca della salvezza. Gli scaligeri non devono compiere alcun passo falso per cercare di tornare in Serie A senza passare dai playoff, ma davanti avranno una squadra agguerrita che vuole uscire al più presto dal pantano della zona playout. Inoltre il tecnico azzurro Aglietti torna nello stadio che lo ospitò come giocatore in passato: uno stimolo in più per poter fare un dispetto alla sua ex squadra.

Le altre due “reginette” del campionato, ossia Pescara e Sassuolo, sono attese da due trasferte molto insidiose. La squadra di Zeman farà visita al Gubbio mentre i neroverdi di Pea andranno di scena a Brescia in una delle due o tre sfide di cartello della giornata. Gli abruzzesi non devono fidarsi di un Gubbio che in casa ha messo in difficoltà (anche solo dal punto di vista del gioco) diverse big e che ora ha trovato in Mastronunzio e Guzman due elementi importanti su cui basare la rincorsa alla salvezza. Gli emiliani, invece, scontreranno una squadra affamata di punti playoff. Calori in settimana ha ribadito la volontà di giocarsi la promozione agli spareggi: il Sassuolo è avvisato.

Distaccate di otto punti troviamo Varese e Padova, impegnate rispettivamente a Cittadella e Grosseto. Le avversarie delle compagini di Maran e Dal Canto non sono ancora matematicamente salve e la grinta che hanno mostrato nelle scorse partite deve servire da monito a lombardi e veneti per non concedersi altri passi falsi. Infatti, sull’attenti c’è una Sampdoria pronta a sfruttare le disattenzioni delle avversarie per infilarsi fra le candidate ai playoff. Domani di scena a Marassi ci sarà il Bari: la squadra di Torrente non ha quasi più nulla da dire al campionato ma i blucerchiati non sono attesi in ogni caso da una passeggiata. La Reggina, tornata in corsa dopo il roboante 0-4 di Nocera Inferiore, ospiterà al Granillo un Albinoleffe quasi rassegnato al ritorno dopo tanti anni in Lega Pro. I lombardi sono in una situazione disperata e per la squadra di Breda gli ostacoli appaiono facilmente aggirabili. La soprendente Juve Stabia salirà a Modena per cercare di restare nella scia dei playoff e per continuare a sognare. Mister Braglia ha dichiarato che i playoff rappresentano il proverbiale “passo più lungo della gamba”, ma a Castellammare più d’un tifoso, classifica alla mano, ci sta sicuramente facendo più d’un pensierino…

In coda, detto di Albinoleffe e Gubbio, la sfida su cui concentrarsi è Vicenza-Nocerina. I veneti se dovessero vincere allontanerebbero lo spettro della retrocessione diretta e potrebbero anche uscire dai playout, mentre la squadra di Auteri, in caso di vittoria, aggancerebbe proprio i biancorossi e, quindi, anche la zona degli spareggi. Il pareggio servirebbe ben poco ad entrambe le sfidanti ed è per questo che domani al Romeo Menti ci sarà da divertirsi. Chiude il quadro Ascoli-Livorno, altra sfida con in palio punti importanti: i bianconeri hanno recuperato Papa Waigo e Parfait e stanno meglio degli avversari sotto il profilo psicologico. Anche in questo caso, chi vince inguaia il diretto avversario, il pareggio non muove più di tanto una classifica deficitaria.

IL QUADRO DELLA 37^ GIORNATA:
(Venerdi 27 aprile h. 19) Brescia-Sassuolo (Tommasi di Bassano del Grappa)
(Venerdi 27 aprile h. 19) Hellas Verona-Empoli (Gallione di Alessandria)
Ascoli-Livorno (Merchiori di Ferrara)
Cittadella-Varese (Baratta di Salerno)
Grosseto-Padova (Nasca di Bari)
Gubbio-Pescara (Palazzino di Ciampino)
Modena-Juve Stabia (Irrati di Pistoia)
Reggina-Albnoleffe (Di Paolo di Avezzano)
Sampdoria-Bari (Ciampi di Roma 1)
Torino-Crotone (Di Bello di Brindisi)
Vicenza-Nocerina (Ostinelli di Como)

A cura di Nicolò Bonazzi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *