Redazione

Calciomercato Bologna, arriva Naldo, no Viviano. Guaraldi sotto protezione

Calciomercato Bologna, arriva Naldo, no Viviano. Guaraldi sotto protezione
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il difensore arriva in prestito. Sfumano Viviano e Fernandez, il presidente è sotto protezione

Albano Guaraldi, presidente del Bologna, sotto protezione per le minacce dei tifosi

Albano Guaraldi, presidente del Bologna, sotto protezione per le minacce dei tifosi

BOLOGNA, 29 GENNAIO- Colpo del Bologna, che rinforza la difesa acquistando dal club spagnolo del Granada Naldo, brasiliano classe ’88. Il giocatore arriva in rossoblù con la formula del prestito secco fino al 30 giugno del 2013. Questo il comunicato ufficiale apparso sul sito ufficiale del Bologna: “Il Bologna FC 1909 comunica di aver raggiunto l’accordo con il Granada CF per il trasferimento in rossoblù a titolo temporaneo fino al 30 giugno 2013 del difensore Naldo (Edinaldo Gomes Pereira), nato il 25 agosto 1988 a Santo Andrè (Brasile). In carriera ha vestito anche le maglie di Ponte Preta, Cruzeiro e Gremio”.

SFUMATI- La giornata odierna ha però regalato al presidente Guaraldi un paio di docce fredde: la Fiorentina ha infatti detto no per il trasferimento di Emiliano Viviano al Bologna: per il portiere sarebbe stato un ritorno in Emilia, ma Montella, allenatore dei Viola, si è opposto alla trattativa. Inoltre è sfumato anche l’arrivo del difensore del Napoli Federico Fernandez, che andrà in prestito agli spagnoli del Getafe. In uscita c’è da riscontrare un ritorno della Juventus su Manolo Gabbiadini: il giocatore rimpiazzerebbe Quagliarella se dovesse lasciare Torino, ma la società falsinea è stata chiara sulla permanenza dell’ex attaccante dell’Atalanta al Dall’Ara.

GUARALDI- Ma non è il mercato a tenere banco in casa Bologna: le continue contestazioni dei tifosi rossoblù contro il presidente Albano Guaraldi, accesesi dopo l’addio di Daniele Portanova approdato al Genoa, hanno portato il questore di Bologna a porre l’imprenditore sotto protezione. I carabinieri dovranno passare stabilmente sotto casa sua, e durante le sue uscite pubbliche dovrà essere presente la Digos per proteggere la sua incolumità.

Matteo Mistretta

Share Button