Fabio Pengo

Inter-Torino 2-2: Chivu illude, Meggiorini giustiziere ma alla fine salva tutto Cambiasso

Inter-Torino 2-2: Chivu illude, Meggiorini giustiziere ma alla fine salva tutto Cambiasso
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

inter-torinoMILANO, 27 GENNAIO – Approfittare del passo falso della Juve, fermata dal Genoa sull’1-1, e della Lazio, sconfitta in casa dal Chievo per 0-1, sarebbe davvero l’optimum per Stramaccioni, che ha la possibilità di portarsi a -7 dalla capolista. Dopo aver detto addio a Snejider il tecnico romano ritrova Cassano nella sfida di stasera contro il Toro che viene da una striscia positiva di ben tre risultati utili: 2 vittorie ed 1 pareggio

LA PARTITA

5′L’ Inter sembra subito avere una marcia in più rispetto agli avversari passando subito in vantaggio grazie a Chivu che finalizza in rete una punizione conquistata da Antonio Cassano al limite dell’area granata.

8′Il pressing dei nerazzurri mette in apprensione la difesa del Toro che si difende a malapena dalle incursioni dalla sinistra di Nagatomo e Palacio.

13′ – Prima occasione degli ospiti che si affacciano dalle parti di Handanovic con D’Ambrosio che fa spiovere in area un cross tagliato che costringe capitan Zanetti alla deviazione.

17′ – Il numero 26 neroazzurro è costretto momentaneamente a lasciare il campo per una botta ma ritorna in gioco due minuti dopo.

19′ – Il Torino cresce e macina metri; Cerci manda in apprensione Juan Jesus con i suoi inserimenti.

22′Pareggio della squadra di Ventura: Guarin si fa soffiare la palla da Barreto che serve Meggiorini che con un perfetto sinistro a giro batte il portiere sloveno. 1-1 e palla al centro.

25′ Chivu lascia il campo dolorante; al suo posto Alvaro Pereira.

28′ – Punizione dal limite dell’area granata per l’Inter; sul punto di battuta si presenta Guarin che centra la barriera in pieno.

33′ – Cerci continua a spingere e a far respirare i suoi. Sino ad ora il migliore dei suoi per la sua generosità.

38′ – Fallo sospetto su Meggiorini non fischiato dal direttore di gara; la partita si fa ancora più vivace e nervosa.

43′ – Dopo un calcio d’angolo del Toro respinto da Handanovic coi pugni, arriva la conclusione al volo di Brighi che però è di facile lettura per l’estremo difensore.

44′ – Su calcio d’angolo interista Ranocchia prolunga la traiettoria della sfera verso Palacio che in spaccata tenta il tap in vincente. Ma Gillet risolve tutto in uscita bassa.

45′Annunciati due minuti di recupero dal quarto uomo.

46′ – Oltre a Chivu, uscito per infortunio, nessun altro giocatore è stato sostituito dai due tecnici durante l’intervallo.

47′Anche Mudingayi deve lasciare il rettangolo verde per ricevere le cure mediche: problemi alla caviglia sinistra dopo una brutta caduta.

50′Mudingayi non ce la fa; al suo posto Cambiasso.

50′Vantaggio Torino: Cerci supera in velocità Pereira e mette al centro un cross basso che viene raccolto in maniera perfetta da Meggiorini che batte per la seconda volta Handanovic. 1-2 inaspettato.

53′Cerci si dimostra il jolly degli uomini di Ventura; continua a spingere con grinta e a tenere in scacco tutta la difesa da solo.

57′Guarin suona la carica ma fa tutto da solo: si fa 25 metri di campo da solo poi, giunto al limite dell’area avversaria, libera una bordata potente ma poco angolata che viene inghiottita facilmente da Gillet.

62′ Cambiasso sfiora il gol del pareggio con un piattone destro che supera di poco la traversa; bella azione corale a servire l’argentino.

64′Cambiasso pareggia i conti a San Siro: assist di Antonio Cassano che invita il centrocampista argentino all’appuntamento col gol.

65′ – Ennesimo errore di Pereira che non sembra in giornata; il pubblico interista non sembra gradire la sua prestazione.

70′Palo colpito da Bianchi che fa tremare la panchina neroazzurra. Decisivo l’intervento del portiere sloveno.

73′ Gillet evita un gol uscendo in anticipo su Palacio. La sfera finisce in corner.

78′ – Salta ogni tattica nelle due squadre; oramai ci sono molti spazi e la gara si fa frenetica; Ventura rileva Cerci esausto. Sicuramente il migliore dei suoi.

84′ – Tra i padroni di casa Palacio sembra essere l’unico ad avere ancora energie per lottare li davanti.

88′ – Altra botta di Guarin che però viene stoppata dal corpo di Rodriguez.

90′Segnalati quattro minuti di recupero

93′Handanovic si rende protagonista con una parata dal valore di un gol: Meggiorini tira di sinistro da dentro l’area ma ci arriva con la manona.

Fabio Pengo

Share Button