Redazione

Parma-Napoli 1-2, il gol di Cavani porta gli azzurri a soli 3 punti dalla Juventus

Parma-Napoli 1-2, il gol di Cavani porta gli azzurri a soli 3 punti dalla Juventus
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Napoli batte il Parma 2 a 1 e vola solitario al secondo posto

PARMA, 27 GENNAIO – Ducali che si schierano con il 4-3-3 con Biabiany, Belfodil e Sansone come tridente, rispondono gli uomini di Mazzarri con il solito 3-4-1-2 che vede il capitano Cannavaro al centro della difesa dopo la squalifica.

Primi minuti di gioco sonnolenti, da segnalare un Parma che riesce ad organizzare meglio il gioco ma, ad eccezione di un angolo senza esiti al 6° minuto, in maniera assolutamente infruttuosa. Napoli meno fluido nella manovra ma che tenta la conclusione a rete in almeno tre occasione con Pandev, Cavani e Inler. Al minuto 20’ arriva il gol del vantaggio napoletano, Dzemaili dai 30 metri da una palla in profondità per l’inserimento in area di Hamsik che in scivolata anticipa Mirante in uscita. Il Parma prova a reagire e nel giro di dieci minuti va due volte vicino la pareggio; prima è Marchionni ad impegnare con un tiro di prima uno straordinario De Sanctis e poi, due minuti dopo, al 27’, è Cannavaro a salvare sulla linea la palla calciata da Parolo. Il Parma proteso in avanti per cercare di agguantare il pareggio presta prevedibilmente il fianco al contropiede partenopeo, infatti, sul finire di tempo prima Dzemaili e poi Cavani sprecano l’occasione per il raddoppio. Lo svizzero, a tu per tu con Mirante, si fa neutralizzare il tiro dal portiere emiliano mentre l’uruguayano manda a lato di tesa il cross di Hamsik. Finisce così un primo tempo stupendo che avrebbe potuto regalare molti gol agli spettatori.

Il secondo tempo inizia a ritmo lento con il Napoli che controlla la partita senza correre molti rischi, al 70’ Donadoni cambia modulo aggiungendo una punta, Amauri, per il terzino Rosi. Al 75’ arriva il pareggio del Parma. Bella triangolazione ai 25 metri tra Sansone e il neoentrato Amauri, il giovane attaccante ducale entra in area sulla sinistra, prova a mettere al centro un cross teso ma Cannavaro devia  la palla alle spalle di un incolpevole De Sanctis. Il Parma così riesce a pareggiare proprio nel momento in cui sembrava aver mollato. Girandola di sostituzioni al 78’: Donadoni si copre inserendo il difensore Benalouane la posto dell’attaccante Sansone, risponde Mazzarri lasciando invariato il modulo ma inserendo il più offensivo Armero al posto di Mesto. Il Napoli prova a reagire ma le uniche conclusioni da segnalare sono un tiro di Insigne bloccato facilmente da Mirante al 81’ e un tiro debole di Cavani tre minuti dopo. Al 85’ arriva il gol del definitivo vantaggio napoletano, Hamsik si libera a centrocampo da la palla in profondità a Cavani che, eluso il fuorigioco, salta Mirnate depositando in rete il pallone del 2 a 1. Finisce così l’imbattibilità casalinga del Parma che durava da quindici giornate, il Napoli con 46 punti accorcia la classifica in vetta recuperando due punti sulla Juventus e staccando la Lazio ferma a 46 punti.

 

+ Parma-Napoli:  le pagelle a cura di Orazio Rotunno

 

PARMA 1 (75′ Cannavaro aut.)  NAPOLI 2 (20′ Hamsik,  85′ Cavani)

Le Formazioni

PARMA (4-3-3):Mirante, Rosi (70′ Amauri), Paletta, Santacroce (28′ Lucarelli), Gobbi, Marchionni, Valdes, Parolo, Biabinay, Belfodil, Sansone (78′ Benalouane)
All.: Donadoni

NAPOLI (3-4-1-2): De Sanctis, Campagnaro, Cannavaro, Britos, Mesto (75′ Armero), Dzemaili, Inler (63′ Donadel), Zuniga, Hamsik, Pandev (67′ Insigne), Cavani All.: Mazzarri

Ammoniti: Paletta (P), Santacroce (P), Lucarelli (P) Marchionni (P), Valdes (P), Campagnaro (N), Britos (N), Hamsik (N)

Arbitro: Rocchi di Firenze

 

Giulio Figlia

Share Button