Redazione

Catania-Fiorentina 2-1: Castro e Barrientos stendono la Viola

Catania-Fiorentina 2-1: Castro e Barrientos stendono la Viola
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Catania_esultanza_1CATANIA, 27 GENNAIO – Con un colpo di testa al minuto ottantasette il Catania ribalta il risultato al Massimino e si porta a casa l’intera posta in palio. A siglare la rete decisiva è Castro dopo una partita condotta magistralmente dagli uomini di Maran.

Ad aprire le danze nel primo tempo è stato Giulio Migliaccio: l’ex Palermo, al ventunesimo minuto, punisce la difesa etnea ribadendo in rete un cross dalla destra di Pasqual. Il Catania risponde subito reclamando un rigore e ad inizio ripresa si riporta in vantaggio con Legrottaglie, abile a sfruttare un incertezza in uscita da parte di Neto. I viola non ci stanno, cercano a tutti i costi la vittoria ma finiscono per subire gol e per tornare a Firenze con zero punti all’attivo.

Per la squadra di Montella una battuta d’arresto che deve far riflettere, vista la poca vèrve messa in campo e visto le prestazioni deludenti di alcuni giocatori come Neto, Aquilani e Jovetic. Il Catania si porta nelle zone medio alte della classifica dimostrandosi ancora una volta squadra ostica e difficile da battere.

CATANIA-FIORENTINA 2-1 (0-1)

Catania: (4-3-3) Andujar; Bellusci (77′ Potenza), Spolli, Legrottaglie, Capuano (57′ Ricchiuti); Izco, Biagianti (85′ Paglialunga), Alvarez; Gomez, Castro, Barrientos. A disp.: Frison, Augustyn, Gontan, Terracciano, Salifu, Doukara, Pektovic. All.: Maran.
Fiorentina: (3-5-2) Neto; Roncaglia, Gonzalo Rodriguez, Savic; Cuadrado, Aquilani, Migliaccio, Borja Valero, Pasqual (81′ Tomovic); Jovetic, Ljajic (69′ Toni). A disp.: Viviano, Camporese, Romulo, Llama, Capezzi, Larrondo, Seferovic. All.: Montella.
Arbitro: Domenico Celi di Bari.
Marcatori: 21′ Migliaccio (F), 50′ Legrottaglie (C), 87′ Castro (C)
Note: al 77′ espulso Aquliani (F) per proteste. Ammoniti Capuano, Bellusci, Biagianti, Spolli, Alvarez, Castro (C), Savic, Cuadrado (F).

Nicolò Bonazzi

Share Button