Redazione

Atalanta-Milan 0-1: aspettando Balotelli, segna sempre El Shaarawy

In una partita nervosa il Faraone regala 3 punti fondamentali ai suoi

Atalanta-Milan 0-1: aspettando Balotelli, segna sempre El Shaarawy
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
El Shaarawy esultanza

El Shaarawy esulta

Si conferma una trasferta felice quella di Bergamo per i rossoneri: nelle ultime 4 apparizioni all’Atleti Azzurri d’Italia, i rossoneri hanno raccolto, infatti, 10 punti. Quest’oggi non è stato semplice per gli uomini di Allegri, che sono riusciti a portare a casa una vittoria importante, grazie al 15° sigillo di El Shaarawy in una gara agitata e nervosa. I rossoneri salgano a quota 37, superando la Fiorentina, mentre l’Atalanta retrocede ancora in classifica, entrando ormai di diritto nella lotta retrocessione.

COSI’ IN CAMPO – Allegri conferma il tridente che ha fatto bene con il Bologna: accanto a El Shaarawy e Pazzini (24 gol in coppia prima del match di Bergamo) gioca il giovane Niang. In difesa confermati Zapata e Mexes, con Abate preferito a De Sciglio. Flamini con Montolivo e Boateng sulla mediana.
Colantuono fa fuori Moralez, deludente nelle ultime uscite, e per la primo volta opta per due prime punte di ruolo: Denis e Parra. Canini e Stendardo coppia centrale, mentre a centrocampo Bonaventura gioca da trequartista, con Biondini, Cigarini e Carmona alle spalle.

IL FARAONE PORTA IN VANTAGGIO IL MILAN – L’avvio di partita è lento, con un Milan poco insidioso e un’Atalanta tonica, che si avvicina più volte alla porta rossonera guadagnando qualche calcio d’angolo, ma senza rendersi mai veramente pericolosa. Al 24’ primo cambio nei bergamaschi con Ferri costretto a lasciare il posto a Raimondi. Chi sembra giovare della sostituzione è El Shaarawy, finora ben contenuto dal’ex vicentino. Alla prima occasione El Shaarawy colpisce, ben servito in area da Niang, con un bel diagonale destro su cui può fare poco Consigli. Il gol sembra fare bene ai rossoneri, che guidano il gioco nei minuti successivi al vantaggio, senza però trovare occasioni “pulite” per il raddoppio. Sul finale torna aggressiva la Dea, con due occasioni allo scadere del tempo: sulla prima Denis arriva con un filo di ritardo, sulla seconda è proprio El Tanque a rubare il pallone a un distratto Zapata, ma sul traversone teso non trova nessun compagno. Si va al riposo sullo 0-1.

+ Le pagelle di Atalanta-Milan di Antonio Scali

FIOCCANO I CARTELLINI NEL SECONDO TEMPO – Il secondo tempo parte su ritmi elevati: la partita non è bellissima ma entrambe le squadre si mostrano “vive” e volenterose nella ricerca dell’area di porta avversaria. E’ il Milan a rendersi pericoloso nei primi dieci minuti, con una lunga azione tambureggiante conclusa con un accenno di rovesciata di Pazzini che termina a lato. Cresce improvvisamente l’Atalanta, pericolosa con Parra, e sale anche la tensione in campo, con l’arbitro Gervasoni costretto a estrarre diversi cartellini. Uno di questi è un rosso, estratto nei confronti di Brivio, già ammonito, autore di un fallo deciso su Pazzini . Entra Matheu che prende il posto di Denis. Per i rossoneri la gara sembra essere in discesa, ma l’Atalanta è tonica e la gara nervosa: al 76’ si sfiora la rissa in mezzo al campo, per via di due interventi duri per parte (Flamini su Bonaventura e Carmona su Niang) su cui l’arbitro sorvola. Pochi minuti dopo il Milan ha un’occasione clamorosa per raddoppiare ma Flamini prima si fa respingere la conclusione da Consigli e poi ribatte lui stesso il tiro di Niang che si era avventato sulla respinta. C’è poco tempo per la Dea nel tentativo di raggiungere il pareggio, Carmona prova a guadagnarsi un rigore ma viene ammonito per simulazione; nel frattempo anche Colantuono viene espulso per proteste.

Il Milan passa a Bergamo, supera la Fiorentina in classifica e raggiunge il quinto posto in classifica. Chissà che la settimana decisiva del mercato non porti anche un regalo in più ai tifosi rossoneri. L’Atalanta continua nel suo periodo negativo, ma dimostra tanta grinta: la Dea si riprenderà.

TABELLINO
ATALANTA – 0
MILAN – 1 (29’ El Shaarawy)

LE FORMAZIONI

ATALANTA (4-3-1-2): Consigli, Ferri, Canini, Stendardo, Brivio, Biondini, Cigarini, Carmona, Bonaventura, Parra, Denis. A disp.: Polito, Frezzolini, Matheu, Raimondi, Cazzola, Radovanovic, Ferreira Pinto, Troisi, Schelotto, De Luca, Budan, Moralez. All.: Colantuono.

MILAN (4-3-3): Abbiati, Abate, Mexes, Zapata, Constant, Flamini, Montolivo, Boateng, Niang, Pazzini, El Shaarawy. A disp.: Amelia, Gabriel, Zaccardo, Bonera, Yepes, Antonini, De Sciglio, Traoré, Muntari, Nocerino, Robinho, Bojan. All.: Allegri

AMMONITI: Consigli, Biondini, Carmona, Matheu, Raimondi (A); Abbiati, Mexes, Montolivo, Pazzini (M)
ESPULSI: Brivio, Colantuono (A)
ARBITRO: Gervasoni

A cura di Beppe Ruggiero

Share Button