Antonio Fioretto

Serie A, Juventus-Genoa 1-1 : Borriello risponde a Quagliarella. Ma quante polemiche

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

FC Juventus v AC Chievo Verona - Serie ATORINO, 26 GENNAIO – L’ imperativo era pensare a vincere, ma anche contemporaneamente approfittare del passo falso della Lazio di Petkovic, sconfitta poche ora fa in casa dal Chievo. Invece, la Juve si fa fermare sull’ 1-1 da un Genoa organizzato ma anti calcistico. Un solo tiro in porta premia i rossoblu, il gol è di Borriello. La Juve non gioca bene, ma trova il vantaggio nella ripresa con Quagliarella. Match che termina tra le polemiche per un mancato rigore (netto) alla Juve.

LE SCELTE Conte si ritrova senza Pirlo, oltre ai lungodegenti Bendtner, Pepe, Chiellini e ad Asamoah, impegnato in Coppa d’Africa. Il tecnico leccese scegli Caçeres in difesa e De Ceglie sull’ out sinistro. In attacco la coppia Vucinic-Quagliarella. A centrocampo, il campioncino Pogba sostituisce Pirlo. Ballardini, da parte sua, è all’ esordio col Genoa. Deve fare a meno di Vargas e Jankovic. Rossoblu schierati con un modulo a specchio, 3-5-2, e con Floro Flores dal primo minuto a fare coppia con Immobile.

PRIMO TEMPO Genoa che inizia il match con un buon piglio. Destro dal limite di Kucka altissimo in tribuna, ma a conferma della bella partenza degli uomini di Ballardini, almeno dal punto di vista caratteriale. Juve che cerca di proporre il proprio solito gioco e di controllare da subito il match. Da sottolineare un paio di disimpegni eccezionali di Bonucci. Gara che agli inizi non fa registrare ritmi elevati, anzi le due squadre giocano con calma e con poca incisività. Genoa che dopo un buon avvio si rannicchia in difesa e appena recuperata palla, la scaraventa in avanti. Juve che prova a fare la partita, ma trova un intasamento nella metà campo avversaria. Al 14′ gran numero di De Ceglie sulla sinistra. L’esterno bianconero salta il diretto avversario con un tunnel e va al cross, non sfruttato da Vucinic. Poco dopo, lancio di Barzagli per Vidal che in area perde l’attimo nel controllo e si fa anticipare. Dal seguente angolo, destro di Caceres in girata, alto di poco. Juve che aumenta i giri del motore ed inizia a premere, anche se non con la solità velocità. Al 21′ invenzione di Pogba che con un colpo sotto trova Marchisio in area. Il principino però conclude sul fondo. Al 25′ conclusione di Vidal da calcio di punizione, palla alta sopra la traversa. Partita lenta e noiosa intorno alla mezzora, con i bianconeri che non riescono a trovare spazi e velocità di manovra. Al 37′ prodigiosa chiusura di Barzagli che ferma una pericolosa ripartenza di Floro Flores. Al 38′ colpo di testa di Bonucci fuori di poco, su punizione battuta da Marchisio. Al 43′ cross perfetto di Liechtesteiner per Quagliarella che tocca appena il pallone, palla di un soffio sul fondo. Prima frazione che termina 0-0. Juve opaca, partita scorbutica col Genoa ordinato e perfetto in difesa.

SECONDO TEMPO La ripresa sembra avere lo stesso copione della prima frazione. Al 50′ punizione dalla trequarti battuta benissimo da Marchisio, Caceres di un soffio non anticipa Frey ad un metro dalla porta. Un minuto dopo cross di Liechtesteiner rasoterra, con Manfredini che anticipa Quagliarella, pronto a ribadire in rete. Al 53′ Juve in gol. I bianconeri stavano salendo d’intensità, ma la rete sa di un fulmine a ciel sereno. Vucinic inventa in profondità per la corsa di Liechtesteiner, cross basso per l’ accorrente Quagliarella che trafigge Frey per l’ 1-0. Ballardini prova a invertire la rotta inserendo Borriello e Bertolacci e passando a un 4-3-3. Al 63′ destro da fuori di Vucinic, lento e centrale, facile per Frey. Al 67′ Borriello gela lo Juventus Stadium : al primo tiro in porta, l’ex di turno pareggia con un colpo di testa in tuffo su assist di Kucka. Juve di stucco. Genoa che però resta in dieci. A sostituzioni esaurite, si infortunia Floro Flores, che resta in campo ma senza praticamente alcun peso. Al 73′ gran contropiede della Juve, concluso da Liechtesteiner che va al tiro respinto da Frey. Al 77′ Giovinco va col destro, palla altissima. Al 79′ probabile rigore negato ai bianconeri, da rivedere. Cross di Giaccherini per Vucinic, che viene trattenuto e non arriva sul pallone. Al 81′ occasionissima Juve : punizione diretta di Giovinco, che centra il palo a Frey battuto. Juve che assedia la difesa rossoblu, alla ricerca del gol vittoria. Al 84′ mazzata incredibile di Beltrame, ragazzo della primavera appena entrato, che trova la risposta di Frey. Al 88′ trattenuta molto insistente di Pisano su Pogba in area , l’arbitro fa continuare. I bianconeri continuano l’assalto al fortino rossoblu. Al 91′ Bonucci va di testa su cross di Vidal, para Frey. Al 93′ Granqvist tocca di mano in area di rigore, sembra rigore netto , ma l’arbitro fa proseguire. Calcio d’angolo finale con destro di Giaccherini, respinto da Frey. Termina 1-1 tra le polemiche per il rigore negato ai bianconeri. Comunque sia, non la solita Juve.

TABELLINO E PAGELLE NUMERICHE

Juventus, 3-5-2 : Buffon s.v.  , Barzagli 6,5 , Bonucci 7 , Caceres 6 ; Liechtesteiner 7, Vidal 6 , Pogba 6 , Marchisio 5,5 (dal 82′ Beltrame 6,5 ) , De Ceglie 6 (dal 72′ Giaccherini  6) ; Vucinic 6 , Quagliarella 6,5  (dal 68′ Giovinco 6) . A disposizione : Storari, Rubinho, Marrone, Isla, Peluso, Padoin. All. Conte

Genoa, 3-5-2 : Frey 6 , Granqvist 6 , Manfredini 6 (dal 65′ Marco Rossi 5,5 ), Moretti 5,5 ; Eros Pisano 5 , Olivera 6,5 (dal 58′ Bertolacci 6 ), Matuzalem 7 , Kucka 6,5 , Antonelli 6 ; Floro Flores 5 , Immobile 5,5 (dal 58′ Borriello 6,5). A disposizione : Tzorvas, Sampirisi,Toszer, Nadarevic, Jorquera. All. Ballardini

Gol : 53′ Quagliarella, 72′ Borriello

Ammoniti : Granqvist (G), Borriello (G), Matuzalem (G), Vucinic (J), Liechtesteiner (J)

Antonio Fioretto

Share Button