Redazione

Calciomercato Lazio: sognare non costa nulla. Drogba, invece, costa tanto!

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il Chievo sceglie tra Bizzarri e Carrizzo. Si cerca il rinnovo del profeta Hernanes

CROMA, 23 GENNAIO – Il calciomercato è fatto così, regala tante ipotesi e solo alcune si trasformano in realtà. Succede poi che le ipotesi siano dei veri e propri sogni di gloria.

Per i tifosi della Lazio il sogno di chiama Didier Drogba, l’attaccante ivoriano che lo scorso anno ha portato il Chelsea alla vittoria della sua prima Champions League a suon di reti. Attualmente a godere delle sue prestazioni sono i tifosi dello Shanghai Shenhua, ma il giocatore sta cercando, in tutti i modi, di liberarsi dal contratto faraonico che lo lega alla società cinese, per cercare di tornare in Europa. Se il tentativo dell’entourage dovesse andare in porto, in Italia, Drogba, verrebbe volentieri. Per lui si è parlato di Juventus e, soprattutto, di Milan. Le richieste sembrano essere chiare: 8/10 milioni per il prossimo anno e mezzo è l’offerta da presentare per avvicinarsi a lui. E la Lazio che c’entra con queste cifre? Lotito non è certamente un presidente che stravede per le spese folli, eppure qualcosa si muove.

La Lazio vorrebbe provare a piazzare un colpo in stile Klose, puntando sulla possibilità di spalmare i soldi richiesti in più anni di contratto. Malgrado le smentite che filtrano dagli ambienti laziali, la proposta non solo sarebbe stata effettivamente avanzata ma avrebbe anche trovato l’interesse da parte degli agenti del giocatore. Ed ecco che a Roma, sponda laziale, si sogna. Una coppia d’attacco formata da Klose e Drogba, i due giocatori che guidano la classifica della IFFHS dei bomber del secolo, farebbe invidia a tutta Europa. Ma l’entusiasmo va frenato perché le reali possibilità che l’operazione abbia luogo sono veramente poche. In primis, è inderogabile la necessità che Drogba si liberi a parametro zero, perché la Lazio non tratta con la società cinese. In secundis, davanti alla formazione capitolina ci sono sia la Juve che il Milan. Vedremo come la situazione evolverà.

Simone Florenzano

Share Button