Redazione

Calciomercato Lazio: il nome nuovo è Jorginho

Calciomercato Lazio: il nome nuovo è Jorginho
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Zarate rinnova prima del prestito, per Scaloni c'è l'Atalanta

ROMA, 22 GENNAIO – Il mercato della Lazio stenta a decollare, quando mancano meno di dieci giorni alla chiusura della finestra invernale, ma la situazione è chiara. Il sempre vulcanico Lotito ha spiegato che in una rosa ritenuta assolutamente all’altezza delle tre competizioni alle quali prende parte, inserire elementi nuovi deve essere il risultato di attente analisi. Non si vuole turbare quello che è uno spogliatoio che fino a qui ha fatto benissimo. Questa è la versione ufficiale della società. Quella ufficiosa è che non ci sono grandissime somme da investire in questo momento e che per potersi permettere un acquisto, la Lazio debba prima di tutto cedere. L’obiettivo del Ds Tare è noto da tempo: si cerca un giocatore che possa agire nella zona centrale del campo, in grado di sostituire, all’occorrenza, sia Ledesma che Gonzales. In questa ottica si inserisce perfettamente il nome di Zdravko Kuzmanovic, giocatore in scadenza a giugno, seguito da molto tempo da Igli Tare. Meno calda la pista che porta al brasiliano Casemiro. Un colloquio con un rappresentante del giocatore c’è stato ma la questione è rimasta in sospeso. A questa lista non può mancare Cirigliano, centrocampista del River Plate, molto stimato dalla dirigenza ma sul quale pesano le richieste del River.

IN ENTRATA – Il nome nuovo che circola da ieri, è quello di Jorginho dell’Hellas Verona. Il giovane regista, entrato anche nel giro della nazionale Under21 di Devis Mangia, sta attirando molte attenzioni su di sé grazie alle belle prestazioni fornite in Serie B. Si parla di un’offerta già fatta pervenire alla dirigenza veronese, respinta perché ritenuta troppo bassa. Il valore del cartellino si attesta intorno ai 4 milioni di euro. L’agente del calciatore ha espresso grande entusiasmo per l’interesse della Lazio nei confronti del suo assistito ma ha anche chiarito di non aver avuto contatti diretti. L’ipotesi più accreditata è che le parti tornino a parlarsi in estate.

IN USCITA – Ma il nodo rimane sempre lo stesso: se non si vende non si compra. E quando si parla di cessioni il primo nome a cui si fa riferimento è sempre quello di Mauro Zarate. Per l’argentino è spuntata l’ipotesi Sunderland ma il club inglese lo vorrebbe in prestito con diritto di riscatto. Ecco, allora, la dichiarazione che non ti aspetti, con Luis Ruzzi, manager del giocatore, che apre ad un rinnovo. Il perché di quest’ipotesi è da ricercarsi non tanto nella volontà del calciatore di restare a Roma, ma nella possibilità di andare via in prestito. Allungando il contratto la Lazio sarebbe maggiormente coperta in caso di prestito (magari proprio al Sunderland) che non veda alla fine esercitato il riscatto. Si vuole, insomma, evitare che a giugno Zarate torni a Formello con solo 12 mesi di contratto e la possibilità di vederlo poi andare via a parametro zero, lui che è stato il più grande investimento dell’era Lotito.

Notizia di giornata è l’interessamento dell’Atalanta per Lionel Scaloni. Il terzino è in scadenza a giugno e, in ottica sfoltimento della rosa, il suo trasferimento potrebbe concretizzarsi in maniera molto veloce. In settimana potrebbero poi arrivare novità sul fronte portieri. Bizzarri sembra, ancora, essere il più grosso indiziato per andare a sostituire Sorrentino al Chievo, in più sono arrivati segnali interessanti anche dal Bologna. Nel caso in cui dovesse partire Bizzarri ci sarebbero novità anche per Carrizzo. All’attuale terzo portiere potrebbe essere offerto un rinnovo e diventerebbe il secondo di Marchetti in pianta stabile.

Simone Florenzano

Share Button