Modestino Picariello

Calciomercato Genoa: ecco cosa cambia con l’arrivo di Ballardini

Calciomercato Genoa: ecco cosa cambia con l’arrivo di Ballardini
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La decisione di Preziosi stravolge il mercato dei Grifoni: ecco chi parte, chi arriva e chi si rilancia

Davide Ballardini, neo allenatore del Genoa

Davide Ballardini, neo allenatore del Genoa

GENOA, 21 GENNAIO – La sconfitta interna di domenica con il Catania costa carissima a Gigi del Neri: giunge infatti in serata l’annuncio dell’esonero del tecnico già di Sampdoria e Juventus. Al suo posto Davide Ballardini, già a Genova un paio di stagioni fa e giunto oggi pomeriggio a Pegli per firmare il contratto, chiamato ad una salvezza che, con gli ultimi risultati di Del Neri, stava diventando disperata.

CAMBIO DI MODULO? – Stupisce molto il cambio in corsa (l’ennesimo: è già il terzo allenatore per il Genoa dopo De Canio e lo stesso Del Neri) del Grifone dopo una campagna acquisti improntata alle richieste dell’adesso ex-tecnico. Ora restano dieci giorni per soddisfare il nuovo mister, che si ritrova una squadra in corsa ben diversa da quella che aveva conosciuto. Ma ad una attenta analisi qualche indicazione può già essere tratta.
Davide Ballardini predilige il 4-3-1-2, ma nella sua prima esperienza a Genoa, vista l’abbondanza di giocatori di fascia, si adattò ad un 4-4-2 con Palacio e Floro Flores in avanti. E proprio l’ex Udinese potrebbe essere uno dei punti  fermi del nuovo tecnico, relegando in panca quell’Immobile che piace sempre più alla Juventus. Resta un dolo dubbio: se Ballardini richiederà giocatori per il suo modulo preferito o seguirà la strada di Del Neri (come si sa, integralista del 4-4-2) per adattarsi all’intelaiatura attuale del  Genoa.

 ECCO CHI GIOCHERA’- Punto fermo del modulo sarà la difesa a quattro (allo stato attuale Pisano-Granqvist-Manfredini-Antonelli, ovvero i titolari di Del Neri), davanti all’irrinunciabile Frey, uno dei punti fissi della stagione. A centrocampo, in caso di modulo a 3, vedremo un regista (molto probabilmente Matuzalem) attorniato da due interditori (uno sarà sicuramente Kucka); in caso di modulo a quattro, sarà rispolverato Jankovic e ci saranno molte presenze anche per Olivera.

Infine il capitolo attacco: tutto ruota intorno alla presenza o meno del trequartista. In caso positivo, ecco ritornare alla ribalta Jorquera, ai ferri corti con Del Neri e vicino all’addio. In caso contrario, saranno in 3 a giocarsi due posti: Floro Flores, Immobile e Borriello, con il primo nettamente in vantaggio sugli altri due. Ma si aspettano nuove sorprese dal mercato e giorni di fuoco per la squadra di Enrico Preziosi.

A cura di Modestino Picariello

Share Button