Vincenzo Galdieri

Calciomercato Milan, la settimana di Kakà: il ritorno da sogno è davvero ad un passo

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Kaka lascierà il Real Madrid

Kakà-Milan, un amore infinito

MILANO, 21 GENNAIO – Stavolta è tutto vero, Ricardo Kakà sta per tornare al Milan. Radiomercato è in fibrillazione, perchè si tratta di un affare importantissimo e dai contorni favolosamente romantici. La storia tra il Bimbo de oro e la squadra più titolata al mondo non è mai finita davvero, il brasiliano è rimasto nei cuori dei tifosi rossoneri nonostante la separazione forzata di 3 anni e mezzo fa. Al tempo in molti si sono sentiti traditi dalla società, anche se 65 milioni di euro erano oggettivamente troppi per dire ‘no’. Ma i grandi amori non finiscono mai, per usare una frase trita e ritrita. Ed allora ecco che la possibilità di rivedere colui che è stato il principale idolo dell’ultimo decennio rossonero torna a materializzarsi, come in un sogno. Dopo la sua cessione tanta gente non rinnovò l’abbonamento, indispettita per la partenza di un giocatore che aveva dimostrato di amare la maglia come i più grandi totem della storia del Milan. Adesso, invece, sta tornando l’entusiasmo. Perchè Kakà smuove emozioni che vanno oltre i confini dell’immaginazione e se ne infischiano delle logiche di mercato.

TUTTI LO VOGLIONO – Non sono soltanto i tifosi a bramare il ritorno di Kakà. L’ad Galliani – colui che sta conducendo la trattativa, ndr – sarebbe infatti entusiasta di riabbracciare il trequartista, cosi come Berlusconi, le cui parole non lasciano spazio ad interpretazioni: “Sono ottimista, è un grande giocatore e un grande uomo ed è rimasto nel nostro cuore”. Non è fuori dal coro la voce di mister Allegri, che si è detto molto favorevole all’ingaggio del campione brasiliano. Ed anche i compagni, vecchi e nuovi, sono entusiasti soltanto al pensiero di poter avere dalla propria parte un fuoriclasse del genere. 

RITORNO AD UN PASSO – L’affare Kakà dovrebbe chiudersi in settimana. I rapporti notoriamente ottimi che legano Milan e Real Madrid dovrebbero essere la ciliegina sulla torta di un’operazione che conviene a tutti. Già, perchè Ricardo in Spagna è ormai fuori dal progetto, con Mou che non ha mai davvero deciso di investire su di lui preferendogli gente più giovane. I blancos risparmierebbero una somma considerevole sul suo faraonico ingaggio e sono quindi decisi a cedere. La società meneghina, invece, avrebbe soltanto da guadagnarci, da tutti i punti di vista. Sul piano umano, perchè Kakà è un grande giocatore e può tornare ad essere un vero simbolo anche per i tifosi, che hanno visto di recente andare via troppi idoli. Sul piano tecnico, perchè il fantasista è tutt’altro che un giocatore ‘finito’: a 30 anni ha ancora molto da dire e da dare, basta soltanto ritrovare ambiente e motivazioni giuste. E poi, anche sul piano economico: prendere un giocatore di questo livello a costi contenuti può rivelarsi un affare straordinario, soprattutto se si considera che soltanto 3 anni e mezzo fa fu venduto per una somma spaventosa. Resta da capire soltanto la formula dell’operazione, che è quello a cui stanno lavorando le due società con tanto di fiscalisti al seguito: prestito con diritto di riscattocessione definitiva per una cifra non superiore ai 10 milioni di euro. Difficile, anche se non da escludere a priori, la dismissione del cartellino a titolo gratuito da parte del club spagnolo.

QUEL PUGNO SUL PETTO – Insomma, il Kakà reloaded è prossimo. I tifosi per scaramanzia aspettano l’ufficialità e sono consapevoli che il mercato è sempre foriero di sorprese – gradite o sgradite che siano – dietro l’angolo. Ma dentro di se’ ogni supporter rossonero già freme all’idea di rivedere Ricardino con quella maglia addosso, con quella faccia pulita e quel pugno sbattuto forte sul petto come a dire: “Io amo tutto questo”. In un calcio dove i contratti valgono il quadruplo dei sentimenti, il suo “Sono a disposizione del Milan” vale tantissimo. Kakà è pronto a prendere tanti soldi in meno pur di vestire la casacca che lo ha reso grande, i suoi fans non vedono l’ora di vedergliela indosso ancora una volta. Perchè in un solo istante passato e futuro s’incrocerebbero inesorabilmente, ed il Milan potrebbe tornare a coltivare sogni di gloria con uno dei suoi combattenti più valorosi di nuovo in prima linea.

A cura di Vincenzo Galdieri 

 

Share Button