Redazione

Liga, Atltetico ok contro il Levante: a secco Falcao

Liga, Atltetico ok contro il Levante: a secco Falcao
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Diego Simeone, allenatore dell'Atletico Madrid campione d'Europa

Diego Simeone, allenatore dell’Atletico Madrid campione d’Europa

MADRID, 20 GENNAIO – Nessuna sorpresa nel posticipo delle 19 tra Atletico Madrid e Levante con i colchoneros che si sono imposti contro la formazione iberica. Può ritenersi soddisfatto mister Simeone che, oggi, ha portato a casa tre punti nonostante un Falcao rimasto a secco causa infortunio, vera notizia di giornata.

LE SCELTE INIZIALI – Simeone sceglie un semplice 4-4-2 con i due esterni di centrocampo che agiscono da veri e propri tornanti offensivi, Koke e Rodriguez. Il cervello della squadra è Tiago, ex Juventus, mentre a Gabi tocca il lavoro sporco. Ruolo di finalizzatore a Falcao, affiancato dalla rapida punta Adrian. Il Levante mette due mediani in mezzo al campo per rompere il gioco, Michel è il fulcro del gioco mentre in avanti l’ex Inter Obafemi Martins.

DOMINIO COLCHONEROS – Partita senza storia fin dalle prime battute con i padroni di casa in grado di non offrire mai il fianco “scoperto” al Levante che non si fa notare mai in proiezione offensiva. La squadra madrilena cerca di accorciare sul Barcellona, sconfitto ieri. E dopo un quarto d’ora potrebbe passare in vantaggio con Falcao, fermato in sospetta posizione di off-side. La situazione, invece, si sblocca a dieci minuti dal termine della prima frazione con un gol messo a segno da Adrian, servito ottimamente da Javi Manquillo.

KOKE GOL: OK ATLETICO – Sulla falsa riga del primo tempo ricomincia la ripresa e i padroni di casa trovano il gol che chiude la pratica allo scoccare dell’ora di gioco: è il gol di Koke a chiudere i giochi, bravo a sfruttare l’assist di Diego Costa. Da segnalare, comunque, la paura per i tifosi di casa che vedono il proprio beniamino, Falcao, abbandonare anzitempo il terreno di gioco per un infortunio. Il Levante prova a rimettersi in carreggiata mescolando le carte ma non è giornata. Per l’Atletico Madrid adesso è -15 dalla vetta.

ANALISI A CURA DI ANTONIO PAVIGLIANITI

Share Button