Giuseppe Alessi

Premier League, 23esima giornata: City e Liverpool vincono senza affanni

Premier League, 23esima giornata: City e Liverpool vincono senza affanni
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Silva, CityMANCHESTER, 19 GENNAIO – Sono bastati 90 secondi al City per sbloccare il risultato e indirizzare irreversibilmente la gara verso la 15esima vittoria in campionato: 2-0 il risultato finale con cui gli uomini di Mancini si sono imposti sul Fulham. Lo United, impegnato domani a Londra contro il Tottenham, è momentaneamente distante quattro punti.
Nelle altre gare delle 16, goleada del Liverpool che sommerge di gol il Norwich (5-0). Importante, in coda, la vittoria del Reading sul campo del Newcastle e approfitta del pareggio del QPR e della sconfitta del Wigan per compiere un notevole balzo in avanti in classifica.

MANCHESTER CITY-FULHAM 2-0
Pronti, via e il City sblocca la gara: il tiro di Dzeko dalla distanza viene respinto male da Schwarzer: Silva è lesto a fiondarsi sul pallone e ad insaccare per il secondo gol del suo campionato. La risposta del Fulham è flebile, tuttavia finisce per farsi più intensa nella seconda metà della gara. Karagounis, Dejagah e Ruiz i più attivi che, però, non riescono ad assistere a dovere Berbatov annullato dal lavoro magistrale di Nastasic e Kompany, la migliore coppia difensiva della Premier.
La rete che chiude la gara giunge al 69′ quando Tevez riceve palla da Clichy sulla fascia e libera con un gran colpo di tacco Silva: il fantasista spagnolo supera Schwarzer in uscita con uno spettacolare pallonetto. A Balotelli che si scaldava dal 62′ Mancini non ha concesso l’ingresso in campo.

LIVERPOOL-NORWICH 5-0
Nel 4-4-2 schierato da Rogers la coppia d’attacco è composta dal solito Suarez e da Sturridge, che sette giorni fa ha segnato al debutto il primo gol con la maglia del Liverpool. Dopo 25′ minuti equilibrati, a inaugurare le marcature ci pensa Jordan Henderson, con un bel tiro da fuori area. Passano 10′ e i Reds raddoppiano: Suarez finalizza al meglio un’azione in contropiede ben orchestrata da Lucas Leiva. A riaprire il discorso ci prova Holt ma è poco fortunato in un paio di circostanze. Nella seconda frazione giungono le altre tre reti di marca Reds: Sturridge realizza la seconda rete in due partite (59′); il 4-0 è causato da un tiro di destro da fuori area di Gerrard (66′); il gol del definitivo 5-0 è propiziato da una sfortunata autorete di Bennett (74′).

SWANSEA CITY-STOKE CITY 3-1
Le quattro reti dell’incontro giungono tutte nel secondo tempo: segna Davies in apertura (49′); raddoppia De Guzman autore di una splendida punizione che si insacca a sinistra sotto la traversa (57′). Il gol che chiude la gara è realizzato di nuovo da De Guzman che sfrutta bene l’assist di Graham autore di una bella prestazione. Al 91′ la rete della bandiera per lo Stoke lo segna di testa Michael Owen: è la prima rete con la maglia dei Potters.

NEWCASTLE-READING 1-2
Fino al 69′ sembrava una partita controllata senza grandi difficoltà dagli uomini di Pardew che erano andati in vantaggio al 35′ con la rete del rientrante Cabaye (la cui assenza, dovuta a un infortunio, è pesata sul campionato dei Magpies). Poi, cinque minuti di black-out hanno deciso la partita in favore del Reading che grazie alla doppietta dell’uomo di giornata, Adam Le Fondre (71′, 77′), porta a casa tre punti che valgono oro alla luce dei risultati degli altri campi. In attesa dell’Aston Villa si porta addirittura fuori dalla zona retrocessione.

WEST HAM-QPR 1-1
Per la parte del guastafeste, nel pomeriggio del QPR, sono scritturabili Joe Cole e Le Fondre. Il primo per aver pareggiato una partita ben condotta dagli uomini di Redknapp che avevano trovato il vantaggio grazie alla rete di Remy; il secondo per aver realizzato al St. James’ Park, appena due minuti dopo il gol dell’ex Liverpool, la doppietta che ha incrementato la distanza in classifica tra il Reading (19) e il QPR (15), sempre più ultimo in classifica.

WIGAN-SUNDERLAND 2-3
Vince in rimonta il Sunderland che prima riacciuffa il Wigan sull’1-1 con la rete di Gardner che riporta la parità dopo la sfortunata autogol di Vaughan e poi allunga sul 3-1 per le reti del solito Steven Fletcher (20′, 42′). Inutile la rete di Henriquez che alimenta invano le speranze di pareggio.

Giuseppe Alessi
Twitter: @galessi90

Share Button