Redazione

Tanti interessamenti, giovani con le valigie in mano e qualche ritorno eccellente: il mercato di Serie Bwin

Tanti interessamenti, giovani con le valigie in mano e qualche ritorno eccellente: il mercato di Serie Bwin
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il punto completo sulle trattative di mercato della Serie Bwin

Ata Hotel Executive, sede del calciomercato

MILANO, 22 GENNAIO – Il mercato sta entrando nel vivo e finalmente all’Ata Hotel di Milano inizia a intravedersi quella frenesia che si contraddistingue nei momenti più importanti e più febbricitanti di mercato. Vediamo nel dettaglio come si stanno muovendo le ventidue compagini di Serie B, fra colpi inaspettati, addii illustri e tanti piccoli abboccamenti.

Sassuolo capolista e vetrina per i suoi giovani talenti. Si, perché il giovane portiere, Mirko Pigliacelli, classe 1993, che i nero verdi hanno prelevato in prestito dal Parma, ha diverse offerte. Su di lui si sono mosse Vicenza e Spezia in primis, e poi anche Ascoli e Juve Stabia. Il giocatore, molto probabilmente partirà perché vorrebbe giocare con una certa continuità. Altro giocatore che sta facendo molto bene è Domenico Berardi, attaccante 18enne che ben sta facendo agli ordini di Eusebio Di Francesco. Su di lui hanno messo gli occhi Juventus e Napoli, ma il suo agente, Beppe Galli, ha chiaramente detto che non si muoverà da Sassuolo: “Finalmente un italiano nel mirino delle grandi squadre. Piace a tutte le maggiori società italiane, poi sarà il giocatore a decidere il suo futuro. La priorità del Sassuolo è però quella di tenere il giocatore per un anno e mezzo, a maggior ragione se dovesse approdare in serie A”. Dello stesso parere è anche il Direttore Sportivo, Nereo Bonato: “Il ragazzo ha fatto bene, è un giovane di prospettiva importante ed è chiaro che su di sé attiri l’attenzione di diversi club importanti. Le squadre sono tante, stiamo cercando di fare valutazioni sia tecniche che economiche: la cosa certa è che a gennaio non possiamo privarci del ragazzo”. Per quanto riguarda la situazione Pavoletti, il Sassuolo attenderà che la commissione si riunisca la prossima settimana e poi deciderà se andare sul mercato per cercare un’alternativa oppure lasciare la rosa cosi com’è.

Livorno letteralmente scatenato in questo mercato di gennaio. Tanti i colpi da segnale ed altrettante le piste seguite dai labronici. Partiamo dalla difesa: il nome nuovo è Maurizio Lanzaro del Real Saragozza. Il Livorno sta per riportarlo in Italia, questione di dettagli: la firma dovrebbe arrivare martedì o mercoledì. Altro obiettivo è Magnus Troest del Varese: il danese sembra non rientrare più nei piani di Mister Castori e quindi potrebbe essere ceduto. Si era parlato anche del giovane difensore Luca Antei, in forza alla Roma: sembrava una trattativa quasi conclusa, ma c’è stata una frenata perché i giallorossi vorrebbero cedere il giocatore sono in condizioni fisiche ottime. Situazione da monitorare questa. Per quanto riguarda il centrocampo il nome più ricorrente è quello di Alfred Duncan, giovane e promettente centrocampista ghanese dell’Inter: si aspetta l’ok da parte dei nerazzurri, forse di Stramaccioni che spera di recuperare i numerosi infortunati. Il giocatore dovrebbe arrivare con la formula del prestito secco. Il Livorno non sta cercando nessuno con quelle caratteristiche, segno che l’affare si concluderà. Altro nome per il centrocampo è quello di Marco Crimi, 22enne centrocampista in forza al Grosseto. Su di lui c’è il Bari, ma i labronici si sono inseriti. Difficile però che i toscani lasciano partire il giocatore. Elio Signorelli, ds del Livorno, segue anche una pista inglese, che porta diritto al nome di Abdul Razak, classe ’92, in forza al Manchester City di Roberto Mancini. Al momento l’ivoriano è impegnato in Coppa d’Africa, ma potrebbe arrivare al termine della competizione. Due giocatori della rosa del Livorno sono seguiti con molto attenzione: si tratta di Luca Siligardi e Paulinho. Entrambi sono stati dichiarati incedibili dalla società. Ecco le parole del presidente Spinelli: Siligardi e Paulinho sono giocatori importanti e molto richiesti, ma garantisco che non si muoveranno . Resteranno con noi fino al termine della stagione. Non diamo via nessuno. Puntiamo ai play-off e abbiamo bisogno di tutti i nostri gioielli per continuare sulla strada intrapresa sinora grazie al lavoro di mister Nicola. Dello stesso avviso è il Ds Elio Signorelli: “Il Presidente Spinelli ha rifiutato un’offerta, ma a noi, il giocatore, non c’è mai stato chiesto in maniera diretta dal Genoa. L’agente di Siligardi ci ha chiamato per comunicarci che Luca ha delle offerte in serie A. Il club credo sia il Genoa, ma un contatto diretto non è mai arrivato. Siligardi non partirà sicuramente a gennaio, perché vogliamo fare grandi cose in serie B”. Sull’attaccante brasiliano c’erano stati sondaggi da parte di Palermo e Pescara, mentre l’ex Inter interessa a Sampdoria e Genoa. Due le cessioni operate dal club toscano: Lorenzo Rimedi, centrocampista classe ’91, è andato in prestito al Pontedera, mentre è finito al Foligno, in Lega Pro, il 19enne centrocampista Dario Colombi.

L’Hellas Verona sta cercando di rivoluzionare la squadra per cercare di raggiungere la promozione diretta in Serie A senza passare dalla lotteria dei playoff. Anche qui i nomi in ottica scaligera sono tanti. Gli scaligeri erano alla ricerca di un difensore, che è arrivato dalla Primavera dell’Inter: si tratta di Matteo Bianchetti, centrale difensivo classe 1993. Sul difensore nerazzurro c’era anche il Varese, ma l’Hellas ha battuto la concorrenza di tutti. Il giocatore arriva con la formula del prestito. In uscita si era parlato con il ds del Bari, Angelozzi, per Ivan Fatic: la decisione spetta ora al giocatore, sul quale ci sarebbe anche l’Anorthosis, squadra cipriota. Il centrocampo è il reparto che maggiormente le porte girevoli. Emanuel Benito Rivas potrebbe lasciare i gialloblu. Su di lui ci sono due club di Serie A: Torino e Catania. Nel club granata ritroverebbe Gianpiero Ventura che l’ha già allenato a Bari, ma il problema è che il Toro non può acquistare nessuno se prima non effettua 2-3 cessioni. Per quanto riguarda il club etneo, anche Rolando Maran sarebbe felice di averlo a disposizione, ma il problema qui è rappresentato dal fatto che il giocatore arriverebbe solo se partisse El Papu Gomez: per voce dello stesso amministratore delegato, Gasperin, nessuno lascerà il club a gennaio, quindi l’arrivo in rossoblu da parte di Rivas è un’ipotesi poco percorribile. Si era vociferato, nei giorni scorsi, di una possibile offerta per portare Simone Perrotta dalla Roma all’Hellas verona, ma il ds sogliano ha smentito. Ecco le sue parole: Verona su Perrotta? Commentare una cosa del genere mi fa sorridere. Non ho mai parlato né con la Roma, né con il giocatore. Se ci fosse una trattativa con i giallorossi per portarlo al Verona non avrei problemi a dirlo. Credo che il Verona sia l’ultimo dei pensieri di Perrotta. Il giocatore magari vuole finire la carriera alla Roma“. Altro capitolo è quello che riguarda Franco Brienza: il giocatore del Palermo si allontana sempre più dall’Hellas Verona. Le ipotesi sul suo conto sono due: o resta, in caso non dovesse arrivare Diego Buonanotte, oppure potrebbe andare allo Spezia, visto che nelle ultime ore si è registrato un forte pressing da parte degli aquilotti. Jorginho è sempre seguito da Inter e Milan, ma questa è una trattativa lunga, perché i nerazzurri hanno stretto i contatti con l’agente del giocatore, mentre i rossoneri con il direttore sportivo scaligero. Occhio alla fiorentina che si è inserita negli ultimi giorni. Vedremo chi la spunterà. Parlando proprio di rossoneri, l’Hellas ha acquistato l’altra metà del centrocampista Simone Calvano e contestualmente l’ha girato in prestito al San Marino fino al 30 giugno 2013. Anche Armin Bacinovic lascerà il club gialloblu: a chiedere la cessione è stato lo stesso giocatore perché vorrebbe giocare con più continuità. Le ipotesi per lui sono ritorno al Palermo oppure il Torino. infine, per il centrocampo, l’Hellas Verona ha acquistato Mattia Spezzani dal Modena e l’ha ceduto al Mantova. Sembra giunta davvero al capolinea l’avventura di Valerj Bojinov all’Hellas Verona. Tante le offerte per lui: Vicenza, Siena, Apoel Nicosia, Celtic, la squadra bulgara del Botev Plovdiv. Nelle ultime ore sembra che la squadra che stia cercando il bulgaro con più insistenza sia proprio il Vicenza. Ecco le parole del suo agente, Jerry Palomba: “La situazione contrattuale è abbastanza particolare, perché il Verona vuole conservare il diritto di riscatto sul giocatore. Per fare questo ci deve essere l’assenso dello Sporting Lisbona che ha comunque già dato l’ok al passaggio al Vicenza”. Non è da escludere che il giocatore possa tornare al Verona: “Su questo non mi sbilancio, ma il fatto che la società voglia mantenere il diritto di riscatto credo che sia una cosa importante. Anche perché come ha dichiarato il presidente del Verona, Maurizio Setti, ha parlato molto bene di Valeri spiegando che forse i mesi difficili in gialloblù sono dipesi dal fatto che probabilmente non era il giocatore adatto alle necessità della squadra. Ribadisco, non c’è nessun problema con alcun settore del club”. Infine, due attaccanti gialloblu attirano attenzioni di altri club: parliamo di Andrea Cocco, in prestito dal Cagliari, sul quale ci sarebbe l’interessamento di Pro Vercelli e Novara, e Paolo Grossi seguito anch’egli proprio dal Novara.

Capitolo Brescia: interessa Cascione del Pescara ma il centrocampista non dovrebbe lasciare l’Abruzzo. Rientra invece l’allarme per Saba: il fantasista ha infatti dichiarato di stare bene a Brescia e di non pensare ad altre destinazioni. Salamon sembra destinato in estate a passare al Milan ma piace anche allo Spezia che sta provando a prenderlo e al Bayern dove sembra sia stato segnalato addirittura da Guardiola. De Maio potrebbe a breve rinnovare fino al 2015 l’accordo in scadenza a giugno.

A Cittadella Branzani in comproprietà con la Samp è in uscita perché non ha mai giocato. Non scarta offerte dalla Lega Pro, quindi la lista delle pretendenti si allunga. Potrebbe esserci il grande ritorno di Piovaccari, la società sta valutando la situazione. Ufficiale: Robert Maah passa al Cluj con cui firma un contratto di 2 anni e mezzo.

La Pro Vercelli pensa a rinforzare l’attacco. E’ vivo l’interesse per Cocco che nel Verona è chiuso dalla numerosa concorrenza. Piace anche il portiere Ravaglia del Cesena che è seguito anche dal Chievo e che potrebbe cedere alle sirene della A. Il Lecce sta seguendo Cosenza che potrebbe andare in Puglia nei prossimi giorni così come anche Calvi potrebbe partire. Lo cercano Tritium, Feralpisalò e Lumezzane. Zigoni è in uscita, o va in serie B o ritorna all’Avellino dove aveva già giocato con profitto e dove lo rivogliono con ardore. Per finire ecco tra ufficialità: preso Filkor dal Bari che prima ha rescisso il prestito con il Bari ed è tornato temporaneamente al Milan che lo ha ceduto ancora in prestito alla Pro, scambio con l’Empoli con Cristiano che passa in Piemonte e Casoli che va in Toscana in prestito e Cancellotti finisce in prestito al Gubbio in Prima Divisione.

Il Crotone sonda il terreno per il gioiellino scuola Inter, Lorenzo Crisetig, in uscita dallo Spezia. All’Inter, proprietaria del cartellino, l’ultima parola. Mentre il brasiliano Calil sembra vicino al prolungamento del contratto fino al 2015. In partenza il difensore centrale Francesco Checcucci: destinazione Grosseto. E’ ufficiale la rescissione del rapporto contrattuale tra la società e Alen Krcic. Il centrocampista sloveno da l’addio ai rossoblu senza aver mai debuttato con gli squali ed entra nel mirino della Nocerina.

Situazioni complicate e un addio illustre in casa Juve Stabia. Il 31enne capitano Donovan Maury lascia i campani. Il trasferimento del difensore belga al Dudelange ha tanto il sapore di ritorno a casa, dopo ben quattro stagioni trascorse con le vespe. Arriva in prova Luca Umberto Pompilio, nel giro della nazionale under 20 di Gigi Di Biagio. Il classe ‘92 sarà supervisionato dal tecnico Braglia, che nei prossimi giorni valuterà l’eventualità di ingaggiarlo. Genevier chiude le porte ad un possibile approdo alla Cremonese. Il centrocampista sembra non gradire tanto l’ipotesi di giocare in Lega Pro. Sfuma all’ultimo momento l’acquisto di Scozzarella. Proprio quando sembrava fatta per il centrocampista atalantino, il ds Pierpaolo Marino ha precluso  un suo ritorno a Castellammare. Testimonianza di come, dopo la querelle Cazzola, il legame tra le due società si sia ormai  irrimediabilmente incrinato. Con ogni probabilità il giocatore verrà ceduto alla Ternana.

Il Padova rischia di perdere un pilastro difensivo come Marco Piccioni. Il direttore sportivo della Reggiana Massimo Varini, non ha nascosto il suo interesse per il difensore. Ulteriori conferme giungono dall’agente del giocatore che non esclude ulteriori sviluppi della trattativa. I veneti scacciano fastidiose sirene di mercato che vedono il portiere Silvestri lontano da Padova. Altro passo significativo è stato raggiunto nel week-end dopo un incontro avvenuto con i vertici del Chievo. Infatti l’attaccante Diego Farias rimane a disposizione di Colomba, nonostante in questi giorni per brasiliano si sia parlato di offerte importanti. Il “richiamo” della massima serie sembra ormai rinviato a fine stagione.

L’Ascoli è alla ricerca di un portiere, l’obiettivo principale dei bianconeri è lo svincolatoClaudio Zaccagnini, ex portiere delle giovanili della Roma. Si tratterebbe di un ritorno visto che il giocatore era già stato per tre mesi in prova la scorsa stagione. L’altro nome caldo per la porta è quello di Timothy Nocchi, portiere della Juventus in prestito alla Juve Stabia. Massimo Silva, tecnico dell’Ascoli, chiude al possibile arrivo di Adrian Ricchiuti dicendo “Davanti siamo a posto”. La Sampdoria, proprietaria del cartellino di Simone Zaza, vorrebbe riportare subito l’attaccante in Liguria. L’agente del giocatore ha smentito però che il suo assistito possa cambiare maglia a gennaio. Dopo otto stagioni ad Ascoli Enrico Guarna ha deciso di non rinnovare. L’estremo difensore ha firmato per lo Spezia.

Per provare a lasciare l’ultima posizione in classifica e allontanare lo spettro della retrocessione il Grosseto sta provando a rinforzarsi nell’attuale mercato. I toscani sono attivi sia in entrata che in uscita. Davide Lanzafame, scuola Juventus, piace a diversi club di B ma, a meno di offerte irrinunciabili, non lascerà la Toscana prima della fine della stagione. Non arriverà il difensore Errico Altobello: il giocatore non è sul mercato e non si muoverà da Bari. Chi ha numerose pretendenti è Ferdinando Sforzini, attaccante classe ’84. Ternana e Varese hanno già presentato offerte concrete, ma sarebbero in lizza anche squadre di Serie A, il presidente Camilli, però, ritiene il giocatore incedibile. Il Grosseto sarebbe vicino al difensore del Crotone Francesco Checcucci, nell’operazione rientrerebbe Michele Rigione destinato in Calabria. Sembrava fatta per il passaggio di Gennaro Delvecchio al Grosseto dal Cesena. Invece all’ultimo i dirigenti hanno scoperto che il centrocampista aveva disputato una partita con il Lecce a inizio campionato. Il regolamento vieta quindi un cambio di squadra fino alla prossima stagione. In uscita il terzino destro Angelo Antonazzo che ha risolto il suo contratto col Grosseto, si accaserà con la Reggina.

Casa Modena: l’Inter ha riscattato nei giorni scorsi il cartellino di Benassi e i dirigenti dei canarini ne avrebbero approfittato per chiedere il centrocampista Daniel Bessa, pilastro della Primavera nerazzurra. Tutto definito per le cessioni di Juan Ignacio Surraco, destinato a tornare all’Udinese e di Andi Rizvani, attaccante della Primavera che si trasferisce in serie D. La punta classe ’94 rafforzerà la Virtus Castelfranco.

Chiudiamo con la Reggina: gli amaranto sono pronti a piazzare un altro colpo “vintage”. In riva allo stretto, infatti, in settimana entrante, dovrebbe formalizzarsi l’arrivo di Giuseppe Colucci, centrocampista centrale classe 1976 proveniente dal Pescara. Agli abruzzesi, come contropartita tecnica, va la comproprietà di Giuseppe Rizzo. Delli Carri, direttore sportivo del Pescara, ha inoltre trovato l’accordo per stanziare 500.000 euro di conguaglio economico in favore degli amaranto.
E’ stata la settimana di Angelo Antonazzo, esterno proveniente dal Grosseto che, svincolatosi dai maremmani, ha finalmente ritrovato Davide Dionigi, trainer avuto per due anni a Taranto, sua squadra del cuore. In uscita, in un ruolo dove si erano arrivate a sommare tre alternative, c’è stata l’operazione Melara-Carpi che ha portato il calciatore romano a trasferirsi in Emilia con la formula del prestito con diritto di riscatto. Sempre in Lega Pro sembra il futuro di Alessio Viola, su cui ci sono Virtus Entella e Carpi. Per Rizzato allo Spezia, stando a indiscrezioni raccolte dal giornalista reggino Paolo Ficara, non ci sono margini di miglioramento vista l’esosa richiesta del patron Foti (un milione di euro). Così l’arrivo di Contess sarà rinviato a giugno quando si svincolerà dall’Andria Bat. Chiudiamo con Vincenzo Sarno: il fantasista napoletano andrà via molto probabilmente. Su di lui Virtus Lanciano e Trapani.

A cura di Massimiliano Di Cesare, Mauro Leone, Enrico Agostinacchio, Antonio Paviglianiti e Lorenzo Brenna
Share Button