Redazione

Australian Open: Seppi eroico, bene Vinci. Federer e Murray OK

Australian Open: Seppi eroico, bene Vinci. Federer e Murray OK
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Vittoria in rimonta per Andreas, che vede la top20. Roberta al terzo turno in scioltezza.

Andreas Seppi, al terzo turno aspetta Cilic

Andreas Seppi, al terzo turno aspetta Marin Cilic

MELBOURNE, 17 GENNAIO – E’ una giornata che sorride ai colori azzurri quella appena trascorsa al Melbourne Park: nello strano doppio confronto tra Italia e Uzbekistan,  Andreas Seppi e Roberta Vinci proseguono il loro cammino sul cemento australiano approdando al terzo turno. Preziosa e faticosa la vittoria dell’altoatesino contro Istomin, mentre Robertina piega facilmente la resistenza della Amanmuradova.

SEPPI EROICO, VINCI FACILE – Chi l’avrebbe mai detto che il criticatissimo Andreas Seppi sarebbe arrivato a una vittoria dalla Top 20 ATP vincendo una lunga maratona in rimonta, di nervi prima che di fisico? Il ventisettenne altoatesino, sotto i quaranta gradi del cocente sole australiano, regala a sé stesso e alla spedizione italiana una vittoria importante, ottenuta grazie a un tennis solido, un buon servizio, ma soprattutto grazie all’allungo decisivo nel momento più importante del match: il tie break del quarto set con l’uzbeko Istomin in vantaggio 2-1. Seppi gioca a meraviglia il tie break, lasciando il suo avversario a soli 3 punti. Nell’ultimo set, il nostro alfiere mostra anche una condizione fisica invidiabile, riuscendo per due volte a strappare il servizio ad Istomin prima di chiudere 7-6 5-7 6-7 7-6 6-2 in oltre 4 ore di gioco. Al terzo turno, sifda decisiva con Marin Cilic, numero 12 del tabellone australiano. Una vittoria consentirebbe ad Andreas uno storico ingresso tra i primi 20 tennisti al mondo.

Pochi problemi invece per Roberta Vinci, che contro l’azera Amanmuradova ottiene un convincente successo in poco più di un’ora di gioco.  Roberta parte forte nel primo set, portandosi subito in vantaggio 3-0 prima di chiudere 6-3. Nel secondo, tiene costante la pressione sulla mastodontica uzbeka, soprattutto grazie a un servizio solido (nessuna palla break concessa), e chiude la pratica col 6-3 6-2 finale. Dopodomani terzo turno impegnativo per la tarantina, che avrà di fronte la temibile russa Elena Vesnina.

federer esulta dopo un punto

Nessun problema per Federer nel secondo turno

OK FEDERER E MURRAY, SERENA E AZARENKA SCHIACCIASASSI – Nessun problema per Roger Federer, che supera in tre set l’ex top ten Davydenko. Per lo svizzero partita in controllo, chiusa 6-3 6-4 6-4 con l’unico neo nelle troppe palle break sciupate. Il quattro volte vincitore dell’Australian Open aspetta ora l’idolo di casa Tomic, vincente a fatica sul tedesco Brands. Avanza al terzo turno tutto il battaglione francese  (en plein per Tsonga e compagni capaci di vincere tutto i loro cinque incontri) e prosegue senza intoppi anche il cammino  di Andy Murray e Del Potro.

Tra le donne, solita netta imposizione di Serena Williams, che lascia due game alla spagnola Muguruza. Benissimo anche la campionessa in carica, Vika Azarenka, che supera 6-1 6-0 la Daniilidou. Fa impressione il cammino delle prime tre teste di serie del tabellone femminile, che finora hanno concesso solo 3 game alle avversarie in 12 set giocati. Sorpresa del giorno è l’eliminazione di Petra Kvitova (tds 8), che dopo una maratona con la giovane inglese Robson, cede 11-9 al terzo set in 3 ore di gioco.

Domani si aprono i sedicesimi di finale: occhi puntati sul primo match serale alla Rod Laver Arena, dove Maria Sharapova incontra Venus Williams. Tornano anche i doppi italiani, con Sara Errani e Roberta Vinci intenzionate a difendere la finale ottenuta lo scorso anno.

A cura di Beppe Ruggiero
Twitter: @bepponato

Share Button