Redazione

Calciomercato Cagliari: Astori e Pinilla, i gioielli non partono

Calciomercato Cagliari: Astori e Pinilla, i gioielli non partono
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La società di Cellino intenzionata a non cedere in questa finestra i suoi migliori giocatori

CAGLIARI, 16 GENNAIO – Quando a fine anno il dg Marroccu annunciò che la società rossoblù aveva gravi problemi economici da più parti era stata data per certa la partenza dei principali giocatori per ripianare i debiti. Arrivati a metà gennaio possiamo dire che non solo non è avvenuto nulla di tutto ciò ma probabilmente neanche accadrà.

Tra i tanti giocatori finiti nel mirino di mezza serie A ci sono Astori e Pinilla. Il difensore rimane il principale obiettivo di Milan e Napoli ma la valutazione di 15 milioni lo pone di fatto fuori dal mercato, mentre non ha avuto seguito la presunta offerta di 10 milioni da parte del Southampton. Per il reparto avanzato, visto che Pinilla è stato dichiarato incedibile per bocca del suo stesso agente, potrebbe partire uno tra Nenè e Ibarbo. Sul primo è da registrare l’interessamento del Torino ma solo nel caso dovesse sfumare l’arrivo di Pozzi, mentre per Ibarbo oltre ai granata anche il Bologna avrebbe fatto un sondaggio, in questo caso i felsinei potrebbero decidere di inserire Acquafresca nella trattativa per il colombiano.

In entrata gli unici movimenti dovrebbero riguardare la difesa: viene costantemente monitorato il terzino della Ternana Dianda sul quale però ci sarebbe la concorrenza della Sampdoria, mentre per sostituire il possibile partente Rossettini sono iniziati da poco i contatti con la Fiorentina per il giovane Camporese. Ad ogni modo la sensazione è che il Cagliari voglia lasciare immutata la squadra e che se deciderà di effettuare qualche movimento lo farà solo nell’ultima settimana di mercato.

Giulio Figlia

Share Button