Redazione

Coppa Italia, Inter-Bologna 3-2: Ranocchia svetta al 120′, nerazzurri in semifinale

Coppa Italia, Inter-Bologna 3-2: Ranocchia svetta al 120′, nerazzurri in semifinale
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

MILANO, 15 GENNAIO – Questa sera va di scena a “San Siro” il terzo quarto di finale di Coppa Italia. La vincente di questa sfida incontrerà in semifinale la vincente tra Fiorentina e Roma. L’altra semifinale è già decisa: Juventus-Lazio. Nella conferenza stampa pre-partita Stramaccioni ha affermato che l’Inter non snobberà la coppa ed infatti si affida alla coppia d’attacco Rocchi-Cassano con Guarin alle loro spalle. Handanovic in porta, Ranocchia e Juan Jesus dietro e in mezzo confermato il giovane Benassi con il capitano Zanetti a fargli da chioccia. Pioli rinuncia a Krhin per inserire un altro difensore e inserisce Pasquato al posto di Gabbiadini.

IL SOLITO GUARIN – L’Inter cerca subito di avere in mano il pallino di gioco attaccando sulle fasce soprattutto con Alvaro Pereira. Al 9′ azione personale di Fantantonio che mette a sedere Antonsson ma non riesce a concludere verso lo specchio della porta. Le due squadre si equivalgono e il Bologna tenta diverse volte la via della rete con tiri da fuori area che non impensieriscono Handanovic. Al 34′ l’Inter passa in vantaggio: Cassano serve al limite Guarin che con una finta salta Antonsson, ed insacca con un potentissimo tiro. Nulla da fare per Agliardi. Il Bologna non accusa il colpo e quattro minuti dopo ci vuole uno strepitoso Handanovic per annullare uno splendido colpo di testa di Gilardino, perso da Silvestre. Primo tempo che si chiude con un sinistro di Diamanti dalla distanza respinto dal portiere sloveno.

SECONDO TEMPO SPETTACOLARE – Il secondo tempo si apre con buoni ritmi e con il Bologna propositivo alla ricerca del pareggio. Nell’Inter esce Rocchi ed entra Palacio, nel Bologna fuori Pasquato dentro Gabbiadini e fuori Antonsson, dento Kone. 4-2-4 per il Bologna che spinge per il pareggio. E’ grande battaglia in campo fino al 76′, quando Palacio porta l’Inter sul 2-0. L’argentino controlla al limite dell’area e calcia a giro sul secondo palo. Magia della “trenza” argentina però viziata da una mancata segnalazione del guardalinee che non si avvede l’uscita dal campo del pallone. All’81’ Diamanti riapre la partita con uno splendido calcio di punizione. Tre minuti dopo pareggia il Bologna. Gabbiadini sbuca alle spalle di Jonathan e insacca la rete del 2-2 su un bel cross di Motta. Dopo un paio di minuti annullato il gol del 3-2 di Ranocchia per un fuorigioco millimetrico. Si va ai supplementari sul punteggio di 2-2.

RANOCCHIA DECISIVO  – Tempi supplementari che vedono le due squadre stremate alla ricerca di un gol insperato. I più vivaci sono Javier Zanetti (40 anni e non sentirli) e Gabbiadini. Al 119′ Agliardi ha un malinteso con Morleo e concede il calcio d’angolo decisivo che Ranocchia trasforma in gol sfruttando un’altra indecisione del portiere bolognese. L’Inter si qualifica in semifinale.

INTER 3 (34′ Guarin. 77′ Palacio, 119′ Ranocchia)
BOLOGNA 2 (81′ Diamanti, 84′ Gabbiadini)

Le Formazioni

INTER (3-4-1-2): Handanovic; Silvestre, Ranocchia, Juan Jesus; Jonathan (88′ Mudingayi), J. Zanetti, Benassi (46′ Cambiasso), Pereira; Guarin; Cassano, Rocchi (61′ Palacio). A disp.: Belec, Di Gennaro, Mbaye, Chivu, Mariga, Gargano, Duncan, Bessa, Livaja. All.: Stramaccioni

BOLOGNA (3-4-1-2): Agliardi; Sorensen, Portanova, Antonsson (70′ Kone); Motta, Perez, Guarente (46′ Pazienza), Morleo; Diamanti; Gilardino, Pasquato (55′ Gabbiadini). A disp.: Curci, Stojanovic, Cherubin, Abero, Carvalho, Krhin, Paponi, Riverola All.: Pioli

Ammoniti: Pereira, Ranocchia, Mudingayi (I) Guarente, Gabbiadini (B)
Espulsi: __________
Arbitro: Banti (Livorno)

 

Antonio Cafisi

Share Button