Antonio Fioretto

Calciomercato Juventus: Immobile è vicino, per Drogba scende in campo la Fiat

Calciomercato Juventus: Immobile è vicino, per Drogba scende in campo la Fiat
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Si tratta a oltranza col club rossoblu. Intanto manovra da guerriglia per portare l' ivoriano in Italia

TORINO, 15 GENNAIO – La determinazione deve essere la prerogativa numero uno di ogni qualsivoglia società che si rispetti. Ebbene, la Juventus è determinata. Determinata come non mai, per una marea di motivi. Per rivincere il campionato, per spazzar via i preludi di una mini-crisi dettati da un pareggio e una sconfitta nelle ultime due partite, per provare ad inseguire il sogno Champions, per lanciare messaggi alle avversarie, per confermare di esser tornata la Juve. Tutti questi motivi culminano nella finestra di calciomercato, a dire il vero un pò “moscietta”, nella quale i bianconeri stan cercando di accaparrarsi quanti più rinforzi possibile. Oggi è stata sotto quest’ aspetto una giornata fondamentale.

Ciro Immobile

DISACCORDO  Capitolo Immobile. Le possibilità di vederlo, anzi rivederlo, a Torino aumentano al passar delle ore. Genoa e Juve si sono già incontrate, discutendo e accordandosi sulla risoluzione della comproprietà. Il giocatore è infatti diviso a metà tra le due società, come d’altronde un altro interessante giovane di grandi speranze, Richmond Boakye. Comunque, la Madama ha messo sul piatto un conguaglio economico di 5-6 milioni di euro, accanto al cartellino di Simone Padoin, ritenuto sacrificabile da Conte. Dal canto suo, Preziosi in tutta risposta ha avanzato pretese inaccontentabili  per Marotta e soci. Ok sulla moneta, non sulla contropartita. Il grifone vuole Marrone o in alternativa Giaccherini, pedine imprescindibili per l’allenatore leccese. Il giorno dell’accordo è quindi ancora non cosi vicino quanto si pensasse.

Anche le dichiarazioni degli ultimi due giorni sono risultate contrastanti. L’attaccante ex Pescara ha detto di “essere pronto per la Juve“, non disprezzando però altri sei mesi in Liguria. Rino Foschi, direttore sportivo dei rossoblu, ha totalmente smentito qualsiasi voce inerente all’ affare, con dichiarazioni tuonanti e chiare : “Immobile non è sul mercato!” . I dirigenti bianconeri continueranno però l’assalto, avendo individuato nel campioncino cresciuto in casa il sostituto dell’ infortunato Bendtner, volendone così anticipare il rientro sotto la mole.

Didier Drogba, al Chelsea dal 2004 allo scorso giugno

CAPITOLO DROGBA L’ altro nome maggiormente in auge per l’attacco bianconero è senza dubbio Didier Drogba. A discapito di quanto detto ieri dal dg bianconero Marotta ( “a Gennaio nessun colpo grosso” ), la Vecchia Signora sta pensando a una nuova e interessante strategia, che nel caso andasse in atto, porterebbe di sicuro alla mente il passato e la storia del calcio italiano. La forza della società potrebbe farsi sentire con una vera e propria manovra politico-economica. La Fiat potrebbe stabilire varie sedi in Cina, con l’ obiettivo di portare Drogba in Italia. Una sorta di insediamento nel territorio del nemico, con l’intento di attaccare le truppe di Lippi dall’ interno, magari proponendo qualche favore anche extracalcistico. Staremo a vedere. Certo, sembra esser tornati ai tempi degli Agnelli ,quelli veri.

Antonio Fioretto

Share Button