Massimiliano Riverso

Calciomercato Inter: il caso Sneijder come Avetrana, nessuno dice la verita’

Calciomercato Inter: il caso Sneijder come Avetrana, nessuno dice la verita’
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Summit ad oltranza tra la dirigenza nerazzurra e Wesley Sneijder all’interno della sua lussuosa residenza meneghina, assediata da una folla di giornalisti e telecamere in stile Avetrana. L’ambientazione è completamente differente rispetto all’angusta via della cittadina tarantina, ma i protagonisti della vicenda hanno innescato una trama capace di attrarre persino le telecamere di Mattino 5 o La Vita in Diretta.

Il contadino di Utrecht non ha ancora sciolto le riserve, nonostante il pressing asfissiante dei pm Branca-Ausilio, i proclami dei media ottomani e l’incontro segreto di ieri mattina con il fioraio Ali Guven, uomo mercato del Galatasaray.

La decisione definitiva sarà presa presumibilmente domani, quando a Malpensa sbarcherà il suo agente e mentore Soren Lerby. La notte porterà sicuramente consiglio a Zio Wes, ma la testardaggine dell’olandese e il sorriso sarcastico del compagno di merende Kuyt lasciano presagire clamorosi colpi di scena sino al 31 gennaio.

Tra Zio Wes e il pm Branca non scorre buon sangue. Cosima  Cabau, portavoce ufficiale della folkloristica famiglia di Utrecht, ha affermato su Twitter che tra Wes e la società nerazzurra si è rotto da tempo l’incantesimo e che sveleranno tutti i retroscena al termine di questa patetica storia.

Ma Zio Wes non ha ancora alcuna intenzione di svelare il ‘colpevole’ di questo omicidio sportivo. L’Inter resta ancora sepolta nel pozzo-cisterna di Contrada Moscà.

 

Share Button