Giovanni Nole

Calciomercato Inter: summit decisivo a casa Sneijder, “tutto fermo”

Calciomercato Inter: summit decisivo a casa Sneijder, “tutto fermo”
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Le ultime sul mercato nerazzurro. Non solo Sneijder: l'Inter è vigile anche su Schelotto, Lodi e Bellomo, per i quali è in atto un derby di mercato col Milan.

wesley-sneijderMILANO, 14 GENNAIO – Ore importanti per il calciomercato nerazzurro. Tutto l’impegno dei dirigenti del club milanese è incentrato attualmente su un unico affare, in modo da accelerare la trattativa e mandarla finalmente in porto dopo giorni e giorni di pesante attenzione mediatica: Wesley Sneijder , pressato dall’Inter, è sempre più in procinto di passare al Galatasaray. Le trattative tra i due club interessati è di fatto già conclusa senza alcun intoppo, ma l’olandese deve ancora prendere la sua decisione definitiva, attesa in giornata; le parole da poco rilasciate su Twitter da sua moglie, Yolanthe, però, creano però qualche dubbio sul suo trasferimento. La cessione di Sneijder sbloccherebbe definitivamente il mercato nerazzurro: ecco quali sono le strategie di mercato per rafforzare la rosa di Andrea Stramaccioni

COME UNA TELENOVELA – Dunque, il caso Sneijder lega a sé il destino dell’intera sessione di mercato invernale che sosterrà la società nerazzurra. Caso che sembra ormai essere giunto ad una conclusione: tranne colpi di scena assurdi, alla fine il trequartista, acquistato dal Real Madrid nell’estate del 2009, si accaserà insieme a Yolanthe in Turchia. Ma il Galatasaray non aspetterà in eterno: vuole una risposta dall’olandese già questa sera. Importanti, da questo punto di vista, le parole rilasciate questa mattina proprio dal vicepresidente del Galatasaray, Refik Arkan: ““Sul trasferimento di Sneijder ci saranno notizie chiare questa sera. Vogliamo una risposta entro stasera: non è più tempo di aspettare” ha dichiarato, dando praticamente l’affare per fatto nel proseguimento dell’intervista: “Comunque non vedo problemi, Sneijder ha accettato la nostra proposta in linea di principio e vuole giocare nel Galatasaray, sta soltanto parlando con la sua famiglia e analizzando la questione. Questa sera avremo la sua risposta ma per me è accetterà al 95%. Stiamo andando verso un esito positivo“. Dunque, sembrerebbe solo una formalità l’ufficializzazione del trasferimento di Sneijder in Turchia. Persino Moratti, sbilanciandosi, pressa a tutto campo il giocatore affinchè si sbrighi ad accettare l’offerta, avendo già raggiunto da tempo un accordo col club nel quale, tra gli altri, milita anche Felipe Melo. “Sarebbe serio se prendesse una decisione entro oggi, ha ragione il vice presidente del Galatasaray”, ha infatti dichiarato il presidente dell’Inter. Nel pomeriggio, da registrare anche le importanti parole rilasciate dal dirigente del Gala Abdürrahim Albayrak, che smentisce la voce secondo la quale l’allenatore del club, Terim, non sia interessato al suo acquisto (“Cosa ne sapete voi? Chi mette in giro queste voci non è certamente un dirigente del club”) e notifica in cifre le proporzioni dell’affaire Sneijder (“Abbiamo l’accordo con l’Inter, Sneijder ci costerà in 3-4 anni 35 milioni di euro”). Nelle ultime ore, però, è la moglie del giocatore, Yolanthe Von Cabau, a rimettere in dubbio quello che sembrava un affare ormai fatto. E se l’unico ostacolo tra Sneijder e la Turchia era rappresentabile nella situazione familiare, proprio le parole sibilline e da interpretare della sua coniuge rappresentano uno step importante della trattativa, in teoria diretta verso la definitiva chiusura già in serataQualcuno sta giocando sporco, presto tutti conosceranno la decisione di Wesley, anche io sto aspettando. Amo sempre l’Inter e tutti i suoi tifosi. Non dirò mai cose negative su Istanbul, ci sono stata cinque volte e la adoro ma non ha niente a che vedere con questa storia: credetemi”, ha dichiarato la Von Cabau, per poi aggiungere:Cari tifosi, non siate arrabbiati per tutta questa situazione. Nessuno sa esattamente cosa stia succedendo dietro le quinte. Anche io devo essere paziente. E non si tratta di una questione di amore perché io amo tutto il pianeta in cui viviamo. Non dimentico le belle persone, ma non siamo andati via, forse non ce ne andiamo. Non so cosa succederà”. Insomma, in casa Sneijder il dubbio c’è ancora, e se potesse l’olandese prenderebbe altro tempo per decidere. Soprattutto, Sneijder starebbe temporeggiando perché aspetta una chiamata importante dalla Premier: il Liverpool è sempre molto interessata al giocatore, ma non ha mai fatto offerte ufficiali all’Inter per prelevarne il cartellino. E il Galatasaray, che ha capito i motivi di tanto ritardo della scelta di Wes, si sta spazientendo, dando un ultimatum che scade stasera al giocatore, pena ritiro dalla trattativa. Una storia di mercato avvincente e con possibili, clamorosi colpi di scena dettati dall’amore e dalla famiglia: quando il calcio appassiona, come in un avvincente telenovela, più fuori che dentro il campo. Altro che Beautiful.

+ FUORICAMPO – Calciomercato Inter: il caso Sneijder come Avetrana, nessuno dice la verita’

schelottoUN DERBY INFINITOCome detto, qualsiasi decisione prenderà Sneijder, essa condizionerà pesantemente le scelte di mercato condotte dall’Inter in questa finestra invernale. Lo stesso Stramaccioni, nella conferenza stampa che anticipa il match di domani tra Inter e Bologna valido per la Coppa Italia, ammette che, in caso di cessione di Sneijder, qualcosa di importante sul mercato si potrà fare: “Se non sono abbinati a delle cessioni importanti, i grandi colpi non arriveranno. Nel momento in cui si concretizzerà qualche cessione allora tutto è possibile“. E nel frattempo, l’Inter monitora la situazione di alcuni giocatori da molto vicino, in attesa di monetizzare per partire definitivamente all’assalto. Sempre presente nelle menti di Branca e soci il nome di Paulinho: i soldi derivanti dalla cessione di Sneijder entrerebbero giusti giusti nelle tasche dei dirigenti del Corinthians, pronti a liberare uno dei loro giocatori più rappresentativi in cambio di circa 15 milioni. Ma non solo Paulinho: l’Inter è vigile su alcuni giocatori economicamente accessibili e ideali per il gioco richiesto da Stramaccioni, quali Schelotto e Lodi. Sponsorizzato dal clan argentino e col sogno di giocare col suo idolo, Capitan Zanetti, che lo accompagna sin da quando ha dato il suo primo calcio ad un pallone, Ezequiel Schelotto è sembrato nei giorni scorsi ad un passo dal coronare il suo sogno e vestire la maglia nerazzurra, col club milanese che aveva offerto per la comproprietà 1,8 milioni più la metà di Marko Livaja; offerta al momento rimandata al mittente dal club bergamasco, per quanto i contatti risultino ancora allacciati e le trattative continuino a procedere. L’inserimento del Milan, alla ricerca di un sostituto di Abate (prossimo partente, destinazione San Pietroburgo) potrebbe però accelerare la trattativa, con l’Inter che punta forte sulla volontà del giocatore stesso. Il derby di mercato milanese si ripropone anche per Francesco Lodi: Pulvirenti vorrebbe trattenere il regista a Catania almeno fino a Giugno, ma se l’Inter dovesse monetizzare con la vendita di Sneijder, allora si porterebbe nettamente in vantaggio nei confronti dei cugini, allettando anche il club siciliano con un’offerta importante che potrebbe anche far vacillare Pulvirenti.

bellomo(ALLA RICERCA DI) UN FLORIDO FUTURO – L’Inter però lavora anche sul progetto giovani, ritenuto fondamentale per la crescita del club e che fin’ora ha dato ottimi risultati a livello Primavera. Molti gli Under 21 adocchiati dal club nerazzurro: in particolare, è molto elevato l’interesse nei confronti di Bellomo, interessantissimo regista del Bari e di Bari, il quale ha già confessato la sua fede nerazzurra e la sua volontà di giocare insieme al suo idolo e concittadino, Antonio Cassano (Tifo per l’Inter, giocare insieme a Cassano con la maglia nerazzurra sarebbe bellissimo” le sue parole). L’Inter vorrebbe acquistarlo ora, lasciandolo però in Serie B ancora per 6 mesi. Sulla trattativa è intervenuto il dg del Bari, Claudio Garzelli, il quale ha detto che “Saremmo ben felici se il calciatore trovasse una collocazione così soddisfacente per lui. Vedremo se sarà possibile trovare un accordo; ci sta lavorando il nostro ds Angelozzi. Noi stiamo lavorando per trattenere i nostri migliori giocatori fino a giugno“. Inoltre, la società nerazzurra vorrebbe chiudere col Modena per l’acquisizione dell’altra metà di Benassi, giovane classe 1994 messosi in mostra nell’ultimo match di campionato col Bari: nella trattativa potrebbe rientrare il prestito di Bianchetti (sul quale, per voce del ds Mauro Milanese, si registra anche l’interesse del Varese) e la metà di Romanò, attualmente in prestito al Prato. Infine, sempre dalla Serie B, l’Inter starebbe allacciando contatti con Sassuolo ed Hellas Verona per chiedere rispettivamente Domenico Berardi e Jorginho.

A cura di Giovanni Nolè

Share Button