Redazione

Australian Open: disfatta azzurra all’esordio, sei sconfitte su sei partite

Australian Open: disfatta azzurra all’esordio, sei sconfitte su sei partite
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Melbourne Australian OpenMELBOURNE, 14 GENNAIO – Peggio di così non poteva proprio iniziare l’Australian Open a tinte azzurre. Escono infatti tutti sconfitti i sei alfieri italiani impegnati in questa prima giornata dell’Open di Melbourne, e, soprattutto, non riescono a sfruttare un sorteggio che era stato, per la maggior parte di loro, benevolo.

QUATTRO UOMINI FUORI – Non erano sfide impossibili quelle che attendevano i nostri portacolori nel primo turno sul cemento australiano: il solo Bolelli partiva nettamente sfavorito nel match contro Janowicz, testa di serie n° 24 e finalista nel Master di Parigi Bercy dello scorso novembre.  Il bolognese non ha sfigurato contro il giovane polacco, uscendo sconfitto col punteggio 7-5 6-4 6-3, ma ha sprecato un’ottima occasione nel primo set, quando in vantaggio per 4-2, non ha saputo conservare il break di vantaggio.
Brutta sconfitta anche per Flavio Cipolla, che raccoglie solo sei games contro Tobias Kamke. Opaca la prova del romano, incapace di rispondere alla potenza dei colpi esibiti dal tedesco. Nel 6-1 6-4 6-1 finale, pesa anche l’occasione sfumata da Flavio, che in vantaggio 4-1 nel secondo set, subisce un parziale di 11 games a 1.
Il sudafricano Kevin Anderson elimina il nostro Paolo Lorenzi. In vantaggio di un set, l’azzurro perde il decisivo tie-break del secondo set, che dona fiducia all’avversario. Anderson chiude il conto in 4 parziali, col punteggio 3-6 7-6 6-3 6-4. 

Sconfitta amara per Fabio Fognini

Sconfitta amara per Fabio Fognini

La sconfitta più bruciante arriva però da Fabio Fogninifavorito contro lo spagnolo Bautista AugtCi sono voluti 5 set per decidere il vincitore di questo match equilibrato, che come spesso accade al tennista ligure, è sfuggito più per mancanza di concentrazione che per inferiorità tecnica. Fabio fatica ad entrare in partita, ma dopo aver pareggiato per due volte il conto dei set e con una tendenza psicologica favorevole, cede completamente nel parziale decisivo, lasciando strada a Bautista Augt che chiude 6-0 2-6 6-4 3-6 6-1

KNAPP E GIORGI ELIMINATE – Se gli uomini non ridono, stessa sorte tocca alle nostre donne, che perdono le prime due protagoniste in scena a Melbourne. Brutta sconfitta per Camila Giorgi contro la meno quotata Foretz Gacon, che si  impone col punteggio di6-2 6-3. L’italo-argentina ha dimostrato di non essere ancora pronta a fronteggiare la pressione a certi livelli, commettendo ben 16 doppi falli in battuta. Di contro, la francese si limita a sfruttare gli errori della giovane azzurra, costretta a salutare in anticipo l’Open australiano.
Sconfitta anche per Karin Knapp, che cede3-6 6-3 6-3 contro Maria Joao Koehler. L’altoatesina si porta avanti di un set, ma non riesce a sfruttare il ritorno della portoghese, pagando un po’ di stanchezza nel set finale.

Beppe Ruggiero

Share Button