Matteo De Angelis

Superliga, 14a giornata: Benfica-Porto 2-2, spettacolo nel big match

Superliga, 14a giornata: Benfica-Porto 2-2, spettacolo nel big match
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Benfica-PortoLISBONA, 14 GENNAIO – Nella 14a giornata di Superliga termina 2-2 lo scontro al vertice tra Benfica e Porto, con i biancorossi che restano a tre punti di vantaggio sugli avversari in virtù della gara in più disputata finora. Non approfitta del pari il Braga, sconfitto 3-2 in rimonta dal Nacional, mentre in fondo alla classifica si complica drasticamente la lotta alla salvezza per il Moreirense.

BENFICA E PORTO, LA LOTTA CONTINUA – Sarebbe stata la gara della svolta per la squadra che avesse avuto la meglio. Chi fosse uscita con i tre punti dalla sfida avrebbe avuto la strada spianata per la corsa al titolo. Alla fine però Benfica e Porto si sono accontentate di un punto a testa, in una gara ricca di spettacolo e piena di furore agonistico terminata 2-2. I biancorossi guidati da Jorge Jesus restano così a tre punti di vantaggio sui Dragoes, che devono però ancora recuperare la sfida con il Vitoria Setubal. L’avvio del match allo Estadio da Luz è a dir poco scoppiettante. Passano appena sette minuti e il Porto è già in vantaggio: punizione dai 35 metri di Joao Moutinho e colpo di testa vincente di Mangala. Gli ospiti non hanno però neppure il tempo per festeggiare: dopo appena sessanta secondi il Benfica trova il pari con un’autentica perla di Matic, che fulmina con uno splendido sinistro al volo dal limite dell’area l’incolpevole Alex Sandro. La partita è bellissima, le due squadre non si risparmiano. Al 14′ il Porto è di nuovo in vantaggio, con Martinez che deposita in rete a porta vuota dopo l’incredibile errore di Artur. Il Benfica però è duro a morire, e nel giro di due minuti ristabilisce la parità grazie al gol di Gaitan, abile a mettere dentro la palla del 2-2 dopo un’azione confusa in area avversaria. Dopo aver deliziato il pubblico con 4 reti in appena sedici minuti Benfica e Porto decidono di coprirsi un po’ evitando di concedere spazi. Nella ripresa la gara è comunque entusiasmante, ma la scarsa lucidità sotto porta degli attaccanti non porta a cambiamenti nel risultato. L’occasione più ghiotta capita a Cardozo al 77′, ma il bomber biancorosso, a tu per tu con Alex Sandro, colpisce il palo e spreca una clamorosa chance per la vittoria.

STECCA IL BRAGA, SORRISO PACOS – Detto del pari tra Benfica e Porto veniamo alle altre gare di giornata. Stecca clamorosamente il Braga, che non sfrutta il turno sulla carta favorevole ed esce sconfitta per 3-2 dalla sfida con il Nacional. In vantaggio nel primo tempo con Barbosa, i biancorossi fanno harakiri nella ripresa e si fanno prima raggiungere da Mexer e poi sorpassare da Barcellos nel giro di tre minuti. Il Braga è anche sfortunato quando Ismaily devia nella propria porta la palla del 3-1 al 77’. Eder prova a riaprire i giochi all’83’, ma l’espulsione rimediata da Hugo Viana un minuto più tardi pone fine alle speranze di rimonta degli uomini di José Peseiro. Il Braga rimedia così il quarto ko stagionale mentre il Nacional ritrova un successo che mancava dallo scorso 25 novembre. Fallisce il Braga, ne approfitta il Pacos Ferreira. La squadra di Rui Carlos Pinho piega di misura 1-0 un buon Academica e si porta a -1 dal terzo posto, valevole per i preliminari di Champions League. Decide il match la rete di Hurtado al 52’. Dopo oltre due mesi di digiuno torna ad ottenere i tre punti lo Sporting Lisbona, che vince per 2-0 in casa dell’Olhanense: Labyad porta in vantaggio I Leoes dopo due minuti, Silva chiude il match al 56’. Vittoria importante per il Rio Ave, che supera 1-0 il Gil Vicente grazie al gol di Marcelo alla mezz’ora del primo tempo. Termina 1-1 la gara tra Vitoria Guimaraes e Maritimo: ospiti in vantaggio dopo sessanta secondi con Danilo Dias, i padroni di casa trovano il pari all’ultimo respiro con Balde. Valanga Setubal ai danni del malcapitato Moreirense, con i biancoverdi che si sbarazzano per 5-0 della squadra fanalino di coda. Mattatore della partita uno scatenato Meyong, autore della tripletta che spiana la squadra ai padroni di casa. Santos e Bruninho dilagano nel finale, mentre il Moreirense chiude il match in nove uomini per le espulsioni di Wagner e Augusto. Concludiamo con il posticipo del lunedì, che ha visto l’Estoril imporsi per 1-0 sul campo del Beira Mar e tornare al successo dopo due ko consecutivi: la rete che vale i tre punti la realizza Lica all’11’, con il Beira Mar che disputa gli ultimi cinque minuti di gara in inferiorità numerica per l’espulsione di Joaozinho.

GARE E CLASSIFICA – Ecco il riepilogo della 14a giornata di Superliga

12/01 – Vitoria Guimaraes-Maritimo 1-1
12/01 – Nacional-Braga 3-2
13/01 – Pacos Ferreira-Academica 1-0
13/01 – Vitoria Setubal-Moreirense 5-0
13/01 – Gil Vicente-Rio Ave 0-1
13/01 – Olhanense-Sporting Lisbona 0-2
13/01 – Benfica-Porto 2-2
14/01 – Beira Mar-Estoril 0-1

Benfica 36 punti; Porto*33 punti; Braga 26 punti; Pacos Ferreira 25 punti; Rio Ave 21 punti; Estoril 18 punti; Vitoria Guimaraes 17 punti; Maritimo, Nacional e Sporting Lisbona 15 punti; Vitoria Setubal*, Olhanense e Beira Mar 14 punti; Academica 13 punti; Gil Vicente 12 punti; Moreirense 8 punti.  Porto e Vitoria Setubal una gara in meno.

A cura di Matteo De Angelis

Share Button