Redazione

Le pagelle di Lazio-Atalanta 2-0: tsunami Floccari, Mauri anima biancoceleste

Le pagelle di Lazio-Atalanta 2-0: tsunami Floccari, Mauri anima biancoceleste
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Decisivo l'ingresso ad inizio ripresa di Floccari, autore del contestatissimo gol del vantaggio dei biancocelesti

ROMA, 13 GENNAIO – La Lazio inanella il nono risultato utile consecutivo e, complice il pareggio della Juventus a Parma, si porta a soli tre punti dalla vetta. Decisivo l’ingresso ad inizio ripresa di Floccari, autore del contestatissimo gol del vantaggio dei biancocelesti. I bergamaschi, assai polemici con l’arbitro Peruzzo a fine gara, si rendono protagonisti di un buon primo tempo, ma crollano nella  ripresa.

LAZIO

MARCHETTI 6,5 – In dubbio alla vigilia per un problema al costato, vive un pomeriggio piuttosto tranquillo. Gli avversari latitano dalle sue parti, ma quando viene chiamato in causa da un’incursione di Brivio risponde presente. Apprezzabile, nella circostanza, il gesto di fair play con cui induce l’incerto Peruzzo a concedere il calcio d’angolo.

KONKO 6,5 – Copre tutta la fascia, proponendosi con continuità. Sfiora la seconda rete consecutiva in campionato con una bella conclusione al volo respinta da Consigli.

BIAVA 6,5 – Solita partita di sostanza per il centrale di Petkovic, forse l’unico insostituibile di questa difesa.

CIANI 6 – Denis non si presentava come il più semplice degli avversari, ma il giocatore si rende protagonista di una prova ordinata e senza sbavature.

RADU 6,5 – Al pari del collega di fascia opposta, il rumeno si comporta bene sia da terzino che da esterno di centrocampo. Suo il cross da cui scaturisce la rete del vantaggio biancoceleste.

MAURI 7 – Il capitano è la vera anima della squadra. Cerca spesso di innescare Klose e le sue giocate mettono spesso in difficoltà la difesa atalantina. Da un suo (innocuo) cross, ha origine l’autorete di Brivio.

HERNANES 6,5 – L’Atalanta concede pochi spazi e lui ci prova ripetutamente dalla distanza, anche se la mira non è sempre precisa. A pochi minuti dalla fine, però, è solo la traversa a negargli la gioia della rete.

CANDREVA 5,5 – Pomeriggio sotto tono per una delle rivelazioni di questa Lazio. Dal 1′ s.t. FLOCCARI 7 – Il suo ingresso dà una scossa a tutta la squadra. Il giocatore fa sentire tutto il suo peso specifico in attacco e porta in vantaggio i suoi con una rete da opportunista, anche se viziata da un evidente tocco di mano. Risponde presente alla chiamata alle armi del generale Petkovic.

LEDESMA 5,5 – Insieme con i propri compagni di reparto, nel primo tempo sbatte più volte contro il muro atalantino. La luce non si accende nemmeno nella ripresa, ma la prova opaca non pregiudica la vittoria finale.

LULIC 5 – Prova impalpabile per il giocatore bosniaco, che infatti viene sostituito nell’intervallo.  Dal 1′ s.t. CANA 6 – Il suo ingresso permette alla squadra di schierarsi con la difesa a tre. Non corre alcun rischio,  e potrebbe addirittura sbloccare il match se Carmona non respingesse la sua conclusione sulla linea di porta.

KLOSE 6 – Non una gran giornata per l’attaccante tedesco. Più volte imbeccato da Mauri, viene spesso e volentieri imbrigliato dai difensori bergamaschi. La Lazio, però, vince anche senza i suoi gol.

ATALANTA 

CONSIGLI 6 – Sempre attento tra i pali, nulla può sulla conclusione ravvicinata di Floccari e, soprattutto, in occasione dell’autogol di Brivio.

RAIMONDI 5,5 – Pomeriggio complicato per il giocatore bergamasco, messo in difficoltà dalle continue percussioni degli esterni laziali.

STENDARDO 6 – Provvidenziale in avvio con un grande intervento che disinnesca il pericoloso contropiede di Klose. Nella ripresa viene tradito dalle sbavature dei propri compagni di reparto.

CANINI 5 – All’esordio con la nuova squadra, il giocatore è preciso nel primo tempo, ma combina un pasticcio in occasione del vantaggio laziale.

BRIVIO 5 – Meriterebbe senz’altro di più dopo un primo tempo vivace, in cui per ben due volte prova ad impensierire Marchetti. Rovina la propria prestazione con un autogol maldestro che chiude definitivamente la partita.

CIGARINI 5,5 – Come tutta la squadra recita un buon primo tempo, contrastando efficacemente tutti gli attacchi dei biancocelesti. Cala nella ripresa.

CARMONA 5,5 – Provvidenziale il suo salvataggio sulla linea su colpo di testa di Cana. Ha il torto di innervosirsi troppo dopo la contestata rete di Floccari e, con due brutti interventi nell’arco di cinque minuti, guadagna anzitempo la via degli spogliatoi.

GIORGI 5 – Esordio dal primo minuto per il centrocampista ex Palermo, chiamato a sostituire il probabile partente Schelotto. Il problema, però, è che l’italo-argentino è un’altra cosa. Dal 35′ s.t. PARRA s.v.

BONAVENTURA 5,5 – Solita vivacità e tecnica in mezzo al campo, ma, oggi, poca concretezza.

MORALEZ 5,5 – Risente inevitabilmente dell’atteggiamento prudente di tutta la squadra. Quasi mai innescato dai suoi, non è mai un problema per la difesa laziale.  Dal 29′ s.t. DE LUCA s.v. 

DENIS 6 – Pomeriggio difficile per l’argentino che lotta su tutti i palloni e in ogni zona del campo. Tenta la fortuna con una bella girata disinnescata prontamente da Marchetti.  Dal 39′ s.t. RADOVANOVIC s.v.

a cura di Marco Venza 

Share Button