Antonio Scali

Udinese-Fiorentina 3-1: i viola cadono ancora tra le polemiche arbitrali

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

UDINE, 13 GENNAIO 2012- Perdono ancora i viola, allontanandosi dai posti di vertice. Al Friuli finisce 3-1 per la squadra di Guidolin anche se i viola recriminano per alcune scelte dell’arbitro Romeo e per qualche buona occasione sciupata.

PRIMO TEMPO- Si parte con la Fiorentina allenata da Montella che si schiera con il 4-4-2 con Jovetic e Ljajic davanti. Stesso modulo per l’Udinese con Muriel e Di Michele in attacco. Dopo un inizio intenso ma di studio, la prima vera occasione è a favore dei viola con Jovetic che imbeccato sul primo palo da Borja Valero calcia di poco fuori. Poco dopo, al ventesimo, i viole riescono a passare in vantaggio: Rodriguez a due passi dalla porta calcia direttamente sulla traversa, poi il pallone carambola sulla spalla di Brkic ed è autogol. Sul tramonto del primo tempo la Fiorentina legittima il vantaggio con Jovetic chiuso da Domizzi e con Cuadrado che colpisce il palo esterno della rete. Al 45esimo fallo di Migliaccio su Domizzi che porta l’arbitro a fischiare il calcio di rigore. Dal dischetto Di Natale non sbaglia. E’ 1-1.

SECONDO TEMPO- Nella ripresa l’Udinese rischia di completare la rimonta dopo 10 minuti con Di Natale: dopo una serie di rimpalli il pallone esce di pochissimo. Al 20esimo arriva davvero il gol dell’Udinese con il solito Di Natale che parte però in posizione irregolare. Grandi proteste dei viola dopo quelle per il rigore dell’1-1. Dopo solo un minuto arriva il terzo gol dei bianconeri con Muriel favorito da una brutta papera di Neto, preferito tra i pali al posto di Viviano. Partita chiusa al Friuli con una netta vittoria degli uomini di Guidolin che salgono a 30 punti in classifica, Fiorentina che resta invece a 35 dopo due sconfitte consecutive.

Antonio Scali

Share Button